Blog: http://rossoshocking.ilcannocchiale.it

Approvato l'ignobile DDL della Carfagna sulle prostitute


Dopo essersi insediata in parlamento e non aver fatto nulla la Carfregna potrà auto-applaudirsi per essersi fatta validare dal Csm il DDl più becero del mondo. 
Prostitute e clienti rischiano l'arresto, da 5 a 15 giorni, oltre che un'ammenda da 200 a 3 mila euro.
Ma la versa CAZZATA risiede è che prostituirsi continuerà a non essere reato ma sarà vietato farlo per strada.
E dove pretende che lo facciano negli studi di Canale 5 o da Magalli???
Multare prostitute che, probabilmente sono sfruttate, picchiate e costrette a fare un lavoro così particolare non mi sembra una scelta azzeccata. Piuttosto si dovrebbe colpire il problema alla radice e visto che la prostituzione non è un reato, che venissero creati quartieri appositi o zone dove le prostitute possono tranquillamente svolgere il loro mestiere senza essere disturbate e senza che nessun falso moralista si scandalizzi. 

Cara Mara lasciatelo dire, tu vorresti che le prostitute lavorassero a casa propria in modo tale da evitare certi "spettacoli" per strada, giusto? E se nel tuo palazzo ci fosse una prostituta che dalla mattina alla sera facesse salire clienti di ogni sorta? Come reagiresti? Come reagirebbero gli altri condomini?
Fai qualcosa affinchè vengano riaperte le case chiuse o vengano istituite zone in ogni città in cui le operatrici del sesso possano dare piacere a chi il piacere non è capace di trovarlo!

Qual è la differenza tra una donna che, per laute somme, si spoglia davanti l'obbiettivo di un fotografo o di un regista televisivo sollazzando spettatori di tutte le età di tutti i sessi, e una prostituta che, dietro somme più basse, procura piacere, ma quello vero, a chi lo cerca?
La differenza è solo nella penetrazione, gli intenti, gli scopi e la mercanzia del corpo è la medesima!

Che sia chiaro, ognuno è libero di fare con il proprio corpo ciò che più gli aggrada, anche venderlo al miglior offerente, purchè sia una scelta consapevole e libera!
Mara, anche tu, quindi, eri liberissima di far vedere le tue pudenda da Magalli e sui calendari!
Io non ti giudico per quello, anche se potevi risparmiarci quelle scene atrocemente trash, volgari e prive di ogni sensualità!

Pubblicato il 11/9/2008 alle 10.5 nella rubrica Politica, politici e le loro cazzate.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web