.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
cinema
5 giugno 2008
Com'era bella Stefania Sandrelli

Ballo saffico con Dominique Sanda ne «Il Conformista» di Bernardo Bertolucci



Una delle attrici che meglio hanno scalfito e scolpito il cinema italiano. Una donna capace di attraversare ogni personaggio con delicatezza ed ingenuità. Una signora del cinema italiano bella e gioiosa.
Da Bertolucci a Brass. Ogni regista ha voluto accarezzarla con la sua macchina da presa. E' passata dalla commedia al dramma, dal dramma all'erotico senza mai farci dimenticare che lei è un'attrice.
"Sedotta e Abbandonata" e "Divorzio All'italiana" sono solo due dei tantissimi film da lei interpretati, ma forse sono i suoi migliori film. Due pellicole che possono considerarsi un must della cinematografia italiana.
La sua magnificenza l'ha resa una delle donne più desiderate e più apprezzate. Ha lavorato con Vittorio Gasman, Bernardo Bertolucci, Dustin Hoffman, Ugo Tognazzi,De Niro, Depardieu, Alida e Romolo Valli, Burt Lancaster, Sterling Hayden, Catherine Deneuve, Liv Ullmann, Giuliana De Sio, Francesca Archibugi e tante altre star internazionali.
Più di 100 film, 3 David di Donatello, 1 Honorary Ribbon, 4 Silver Ribbon, 1 Leone d'oro alla carriera, Stefania Sandrelli può sicuramente essere inserita nell'Olimpo delle Divinità italiane.
Di lei rimarrà impresso il sorriso e la dolcezza dei suoi occhi, ma soprattutto quello splendido corpo che ha, con estrema gioia di tutti i maschietti, mostrato ed osannato nel capolavoro erotico "La Chiave" di Tinto Brass.
Una delle poche attrici capaci di saper recitare anche "col culo"


Trailer de "La Chiave"



Stefania Sandrelli difende il suo film "la chiave"

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Stefania Sandrella

permalink | inviato da neutronik80 il 5/6/2008 alle 22:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
19 aprile 2008
Jodie Foster: una donna sempre al top


Oggi voglio ricordare Jodie Foster, una delle mie attrici preferite nonchè uno dei veri simboli di Hollywood. Lontana dai clamori e da tutto ciò che è glam Jodie si è saputa distinguere per la sua bravura e la sua disinvoltura a passare da ruoli drammatici a ruoli più leggeri, da attrice a regista, da regista a produttirce. Jodie è l'emblema della donna odierna. Madre, attrice e amante. Ha tutte le carte in regola per essere una donna da ammirare e da imitare.
Cresciuta sui set (famosissima la pubblicità della Coppertone a soli 3 anni), bambina prodigio, non ha mai preso lezioni di recitazione. Ha esordito sul grande schermo nel 1972 con il film "2 ragazzi e un leone". Successivamente è stata diretta dal maestro Martin Scorsese in "Alice non abita più qui" (1974) che la rivolle nel 1976 (Jodie aveva solo 14 anni) per il ruolo della baby prostituta nel mitico Taxi Driver. 
Alicia Christian Foster è il suo vero nome, ma tutti l'hanno sempre chiamata Jodie. Il perché di questo soprannome è dovuto alla compagna di sua madre, una donna di nome Jo Dominique, la quale veniva chiamata, affettuosamente: "Zia Jo D."
La dolce Jodie è, adesso, una delle donne più potenti di Hollywood. Ha due oscar all'attivo ("Sotto Accusa" e "Il silenzio degli innocenti") convive da più di 14 anni con la produttrice Cydney Bernard. Le due si erano conosciute sul set del film Sommersby. Jodie ha due figli, uno nato nel 1998 (si chiama Charles) e uno nel 2001, di cui è sconosciuto il padre. Nonostante non abbia problemi a farsi vedere con la compagna e figli, l'attrice difende molto la sfera privata dall'incursione di giornalisti, paparazzi e folli, che in passato l'hanno tormentata. Finalmente, durante il discorso di ringraziamento per il premio Women in Entertainment, ha ammesso il suo orientamento omosessuale, ammettendo davanti a migliaia di giornalisti la sua relazione con Cydney Bernard.
Sostenitrice del partito democratico statunitense è  diplomata al liceo francese di Los Angeles (conosce la lingua da quando aveva 14 anni e la parla talmente bene che doppia lei stessa i suoi film in francese), e  laureata in letteratura a Yale con lode. Nel 1981 la sua vita viene turbata da tale John Warnok Hinkey che attentò alla vita di Ronald Reagan per attirare l'attenzione di Jodie, ispirandosi a "Taxi Driver" in cui De Niro cerca di uccidere il candidato presidenziale.

Jodie Foster ha fatto la storia del cinema contemporaneo, a soli 46 anni è sulla cresta dell'onda da ben 4 decenni! E' riuscita ad essere bambina prodigio conquistando grandi e piccini con due capolavori targati Disney ("Quel pazzo venerdì" e il bellissimo " Una ragazza, un maggiordome e una lady). Ha scandalizzato il mondo intero interpretando una prostituta a soli 14 anni. Ha rotto ogni primato vincendo due Oscar prima dei 30 anni. Ha dichiarato apertamente la sua inclinazione sessuale rompendo il tabù dell'omosessualità e dichiarando di aver avuto un figlio grazie all'inseminazione artificiale. Regista e produttrice di se stessa con la Egg Pictures, ogni sui film è un evento. Non badando troppo al suo apsetto esteriore, non volendo essere a tutti i costi per sempre giovane Jodie Foster risulta essere una delle attrici più sexy e belle del grande schermo. Questa sua "bellezza non bellezza" è la sua caratteristica principale. Capace di sedurre o di essere sedotta, di uccidere o di essere uccisa, di amare o essere amata Jodie Foster è una donna che ha, con i suoi film, stregato e intrigato l'intero mondo finendo per diventare uno dei personaggi più ricercati ed ammirati degli ultimi 40 anni.

cinema
9 marzo 2008
Kim Basinger: Un capolavoro di donna


Oggi voglio ricordare Kim Bsinger, la mia attrice preferita. Una donna semplice e fine che ha abbandonato gli eccessi di Hollywood per dedicarsi con devozione ed intteligenza alla sua carriera d'attrice e alla figlia Ireland, avuta con l'ex marito Alec Baldwin. 
Kim Basinger è una donna che riesce a cavalcare con successo l'avanzare del tempo. E' stata, da poco, eletta simbolo di tute le 50enni. A differenza delle sue colleghe non è ricorsa al bisturi per mantenere la sua bellezza. Come afferma Lei stessa sono le risate e la fede in Dio a renderla serena ed attraente. Voluta da Lancaster, da Miu Miu Prada e da Baume & Mercier è ancora estremamente sexy, e come dice nello slogan della Lancaster (la famosa casa cosmetica) "Con il tempo, ho cominciato a vedere le cose diversamente... ho capito che la bellezza non ha età"
Kim, però, durante tutta la sua carriera ha attraversato alti e bassi. Momenti bui e momenti d'oro, culminati con l'Oscar nel 1998 per L.A Confidential di Curtis Hanson.
Il fenomeno Basinger risiede in tempi lontani quando ancora 17enne lavorava come modella guadagnado circa 1000 dollari al giorno. Erano gli anni '70... Ma Kim voleva fare l'attrice, voleva sfondare nel mondo dello spettacolo. Decisa a fare ciò abbandona il mondo della moda e si proietta in quello del cinema. Ecco arrivare i primi copioni. Recita in Charlie's Angels, L'uomo da 6 milioni di dollari, Gemini Man ed altre note serie tv degli anni '70. Ma il primo vero successo arriva con Da Qui all'eternità, miniserie in due puntate dove recita accanto a Natalie Wood. Successivamente arriva il "fenomeno Playboy" Kim posa per il paginone centrale di Playboy. Successo strepitoso. Dopo Playboy è la volta di Sean Connery che la vuoi come Bond-girl in Mai Dire Mai. Con questo ruolo si impone al grande pubblico. Lanciatissima lavora con Glenn Close e Robert Redford ne "Il Migliore" dove viene candidata per un Golden Globe. Ma il successo, quello planetario, arriva con 9 settimane e mezzo. Nonostante le critiche, gli enormi tagli imposti dalla censura e lo stupore delle femministe, lo scandaloso film scala le vette delle classifiche di tutto il mondo. In Italia si posiziona al terzo posto. 9 settimane e mezzo fa aumentare vertiginosamente le vendite delle sottovesti. Kim diviene una diva mondiale, voluta ed amata da tutto il pianeta. La pellicola diviene subito un cult diventando il film più venduto in videocassetta. Ma Kim dopo aver svestito i panni di Elizabeth, in 9 settimane e mezzo  prenderà parte ad altre pellicole di successo, tra cui Appuntamento al Buio, opera di Balke Edwards e che vede il debutto cinematografico di Bruce Willis. Ma è nel 1989 che si comincia a concretizzare il fenomeno Queen Basinger, quando Kim a seguito del successo planetario di Batman, compra una cittadina in Georgia chiamata Braselton. La Basinger vuole trasformarla in un grossissimo centro cinematografico salvaguardando la nautra, i luoghi di interesse storico-culturale e promettendo grandi cose ai suoi cittadini. Purtroppo non sarà così. A seguito del processo per la mancata partecipazione al film Boxing Helena sarà costretta a venderla.
Gli anni '90 sono anni bui. Nonostante il fantastico matrimonio con la star Alec Baldwin Kim è al centro di uno scandaloso processo che la vuole come protagonista. Parliamo del suo rifiuto di girare Boxing Helena e della salatissima multa che è stata costretta a pagare.  In questi anni Kim cerca di riscattare la sua carriera senza però riuscirvi. Ricordo che in questo periodo Kim rifiutò di girare Basic Instinc dicendo che già aveva fatto 9 settimane e mezzo decidendo di interpretare "Heather" nel thriller psicologico Analisi Finale accanto a Richard Gere. Ma flop dopo flop Kim decide di ritirarsi per qualche tempo concentrandosi su sua figlia e sull'amore per gli animali. Ricordo che è un'animalista convinta ed una sostenitirce di PETA. Solo Curtis Hanson riuscirà a riportarla in auge proponendole di girare L.A Confidential. Trionfo assoluto e un Oscar portato a casa. Kim è la prima attrice che ha posato per Playboy a vincere un oscar. Dopo L.A, Kim reciterà nuovamente per Curtis Hanson, questa volta nel film campione di incassi 8 Mile accanto ad Eminem. Sono gli anni 2000. Kim è sulla cresta dell'onda da più di 3 decenni. Decisa a non fermarsi. In questi anni gira circa 10 film, tra cui lo scandaloso, ma bellissimo The Door In The Floor, accanto a Jeff Bridges con il quale aveva lavorato già in passato nel brillante Nadine.
The Door in The Floor segna un nuovo passo per questa attrice senza tempo. Nel film, Kim interpreta la parte di una madre che ha perso i suoi due figli e ritrova la voglia e la forza di ricomicniare tra le braccia di un giovanissimo studente. Scene forti e tanto scandalo. Kim è ancora sulle pagine di tute le riviste più famose per aver girato scene di sesso con un ragazzino (Jon Foster, che sarà con lei nuovamente nel film corale The Interpreter). Il 2007 la rivede protagonista con l'action Thriller The Sentinel. Questa volta interpreterà la frist lady e per la prima volta sarà sullo schermo assieme al collega Michael Douglas. Adesso siamo in attesa di vederla in ben tre film. L'indipendente While she was out, un thriller, l'attesissimo The Informers che vedrà riunite dopo 22 annile 2 star di 9 settimane e mezzo e il drammatico The Burning Plain dove Kim interpreterà la madre di Charlize Theron.
Kim Basinger è una donna che con le sue 9 settimane e mezzo di puro erotismo ha conquistato il modno intero. Adesso, a 54 anni è pronta a rifarlo dimostrandoci che la bellezza e la purezza d'animo non hanno età. Kim con i suoi capricci e i suoi tormenti da star è una donna che è entrata nel mito e che difficilmente ne uscirà.

Per maggiori info visita
http://www.kimbasinger.it
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE