.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
vita familiare
23 giugno 2008
Folle e pazza consegna curriculum:reportage fotografico PARTE 3°
Deluso da un servizio pubblico così scadente e mediocre decido quindi, di proseguire a piedi verso casa.

Ma non ho fatto i conti con il torrido caldo che ad ogni passo mi indebolisce senmpre di più. Ciò che rende la mia passeggiata più gradevole è la possibilità di potersi trovare facccia a faccia con monumeti e costruzioni che hanno fatto la storia della Roma antica e meno antica

Questo è il teatro di Marcello, da non confondere con il Colosseo. (effettivamente sono similissimi)
Ma la bellezza dei monumenti non fa dimenticare ai numerosi turisti il torrido caldo

Effettivamente fa caldissimi. Il rumore dell'acqua è invitante, gli schizzi di acqua gelida che ti colpiscono violentemente il volto ti invitano a tuffarti, ma io non so se avrei mai avuto il coraggio di fare l'Anita Ekberg del 2000.

Effettivamente l'acqua meritava

Non dà proprio l'idea di essere acqua vecchia, ricilata ed inquinata! Dopo essermi riposato un pò a bordo fontana proseguo nella mia scellerata camminata. In tanto il caldo era sempre più forte.

Altro monumento altra sosta. Questa volta sono a Piazza Venezia. Questo che vediamo è il tanto criticato Altare della Partia. A molti romani non piace. A me piace!
Ma cosa scorgono i miei occhi in lontanaza? il COLOSSEO?

Nonostante Via dei Fori Imperiali sia STUPENDA e suggestiva la mia stanchezza non fa altro che farmi pensare di essere molto vicino alla metro Colosseo. Il mio viaggio sotto il sole cocente sta quasi per terminare. Infatti dopo pochi minuti eccomi arrivato alla metro.

Devo solo attendere che passi la metropolitana...

Che bello. 5 fermate seduto a riposarmi...
La mia avventura finisce qui, consapevole del fatto che dovrò ritornare e rifare la stessa trafila.
Che stress...






vita familiare
23 giugno 2008
Folle e pazza consegna curriculum:reportage fotografico PARTE 2°
Dopo quel cartello così particolare mi imbatto in una stradina molto deliziosa

La percorro e mi ritrovo di fornte ad una scalinata ripidissima. Senza esitare due volte mi ci fiondo

la percorro tutta. e arrivo nientepopodimeno che:

La sera c'è una vivissima attività "notturna", di giorno, invece, è frequentato da turisti, e da chi ha gli ormoni in subbuglio anche in pieno sole. Ma questa seconda categoria di pesone è davvero minima. Io ne avrò visti 4 o 5 e per giunta tutti overo 40. Senza scoraggirmi proseguo

e dopo aver fatto una rampa di scale posso finalmente riposarmi e rifocillarmi un pò godendo di questa bella veduta e di questo delicato fresco.

Ma le cose belle durano poco. Dopo essermi riposato arrivano SCALE

SU SCALE

e ancora SCALE

Alla fine riesco ad uscire da questo labirinto di siepi, scale e sampietrini. Stanco e accaldatissimo decido di prendere l'autobus fino a Termini. Inutile dirlo. L'autobus si fa attendere troppo, così decido di incamminarmi a piedi.


vita familiare
25 aprile 2008
Ieri al 32 con i cugini!
Ieri sera serata interessante. Direttamente da Napoli arrivano i miei 3 cugini. Cugino M, Cugino Ma e cugino F. (Ma e F. sono fratelli) cugino M. arriva in compagnia della sua girl C. e una sua amica. In più ci sono anche D&D.
Da quanto tempo che non li vedevo... Peccato che il tempo è sempre poco. E' sempre bellissimo stare con loro e passare del tempo assieme. Appena arrivati (era passata mezzanotte) subito io e l'amore mio siamo scesi dalla macchina per andarli a salutare. Ci eravamo dati appuntamento alla Stazione Termini. Lì c'era C. (la girl, di cugino M) che arrivava da Pavia. C. è una ragazza dolcissima, da subito mi ha colpito la sua dolcezza e la sua delicatezza. C. ha fatto il viaggio in treno assieme a
D, un suo amico. Ad attendere D alla stazione c'era il suo boy, anche lui D.
Per non complicare troppo la faccenda dico solo che dopo i convenevoli, saluti, abbracci e baci siamo andati a San Lorenzo al pub 32.  Seratona fantastica. Subito ordiniamo birra per tutti, ma parecchia birra. Il primo giro è offerto da M, Ma&F. il secondo da me e l'amore mio (che adesso sta dormendo beatamente).
Musica abbastanza forte, qualche cannetta e tantissime chiacchiere. Cerco di parlare con i miei cugini chiedendo loro le ultime novità. Come in ogni pub di S. Lorenzo che si rispetti ad una certa arriva il venditore ambulante di turno che cerca di propinarci ogni cosa. Dagli accendini alle pile, dall'incenzo a massaggiatori... Alcuni di noi compreranno qualcosa. Io un accendino, sponsorizzato da Ma.
Brindiamo a me e poi a noi... Il tempo vola e loro devono ritornare di nuovo a Napoli. Sono le 2 e 30 passate... Purtroppo il tempo a nostra disposizione sta terminando e con un pò di malinconia li saluto e gli auguro buon viagglio. D&D vivono a Roma, quindi se ne vanno solo con la loro macchinetta. Io, l'amore mio, i miei cuginetti, C, e l'amica, invece, ci dirigiamo alle macchine tutti assieme. Alla fine io e l'amore mio li scortiamo fino all'imbocco dell'autostrada. Loro non sono pratici di Roma. Fatto questo io e l'amore mio facciamo inversione ci dirigiamo verso casa nostra, stanchi e un pò assonnati. Ma prima di ritornare ci dobbiamo fermare a prendere un caffè e un cornetto. E' d'obbligo. Io ho fame!
vita familiare
20 aprile 2008
Teatro, Mc Donald's, Manifestazione contro intolleranza, Gelato a San Lorenzo: bella serata!
Eccomi di ritorno da una "faticosa" serata. Faticosa perchè mi hanno fatto camminare un pò troppo per i miei gusti, ma n'è valsa la pena!
Io, l'amore mio, B. e V. abbiamo passato una bella ed intensa serata tutti assieme. B. puntualissimo arriva a casa nostra, dopo qualche chiacchiera qualche spruzzata di profumo, pipì e spazzolata ai capelli ci dirigiamo alla macchina. Parcheggiamo in Via Cesare De Lollis e prendiamo il 71, l'autobus. Scendiamo a Via Milano. Scendiamo alla fermata sbagliata perchè l'amore mio non si è fidato di me. E' ancora troppo presto e allora decidiamo di fermarci ad un caffè. Prendiamo un cappuccino, un acquario e un caffè7,50€ Un furto. Forse è stato il servizio a tavolo ci è costato troppo.
Poco dopo ci raggiunge anche V. ci fumiamo una sigaretta prima di entrare a teatro. Lo spettacolo, TROIA'S DISCOUNT comincia. Se d'apprima ero scettico alla fine dell'ora e mezza ero quasi dispiaciuto che lo spettacolo fosse finito. 
Usciti dal teatro, soddisfatti ci diriggiamo A PIEDI verso Piazza Della Repubblica per andare a mangiare dal Mc'Donald's. Io prendo un "crispy mc bacon" menù. V. lo stesso, l'amore mio prende Mc chicken menù e B. un  "doppio cheeseburger". Sazi, sazi ci dirigiamo verso la Stazione Termini dove prendiamo la Metro B. Scendiamo a Colosseo. Arriviamo al "Coming Out" dove il Comizio CONTRO LE INTOLLERANZE E L'OMOFOBIA INTOLLERATA E INCOTROLLATA è quasi finito, anzi è appena finito. Salutiamo un pò di gente e io faccio una fila di almeno 15 minuti per andare a fare la pipì. Dopo un pò io, l'amore mio e B. prendiamo l'11 notturno e scendiamo a Piazzale Del Verano. V. è rimasto, invece al "coming out".
Nel frattemo noi decidiamo di andarci a prendere un bel gelatone al Red Ice. io prendo nutella, kidenr cereali e bana. Costo 2€. L'amore mio, nutella, amarena e cioccolatto fondente. B, invece, nutella, kinder cereali e panna. Dopo l'abbuffata finale ritorniamo in via Cesare De Lollis a prendere la macchina. Accompagnamo B a casa e anche noi ci dirigiamo a casa, con la fortuna di trovare posto proprio sotto il portone. Che culo.
In definitiva devo dire che ho passato una bellissima serata con i miei amici di sempre. Vi voglio bene!
vita familiare
14 marzo 2008
Una giornata particolare... Intensa, stancante, divertente e...
 Questa è stata una giornata davvero intensa. Sveglia alle 9.00. Colazione con l'amore mio, mi vesto, mi lavo, preparo zaino, riempio bottiglietta d'acqua ed esco; direzione Caserma Sani per seguire la lezione di Analisi dei Dati.
Nei pressi dell'università incontro una ragazza, credo sia cinese, con dei tacchi stupendi. (io credo che la femminilità di una donna si realizzi al 100% quando indossa scarpe con tacchi vertiginosi.
 clicca per ingrandire
Non posso non fotografarla. La trovo molto sexy e soprattutto mi intriga il modo in curi riesce a tenersi in equilibrio. Peccato che il viso non sia bello come le scarpe. Vabbè chi se ne frega. 
Fatta la foto proseguo il mio cammino verso la Caserma Sani. Sono vicinissimo ed in perfetto orario, pronto a seguire due ore di Analisi dei Dati. Ma devo dire che la professoressa Laura  Bocci è molto brava. Anche se non è una materia a me congeniale mi sta piacendo. Alemeno per ora... vedremo poi.
clicca per ingrandireFinalmente arrivo a Caserma Sani. Passo per il cortile dell'università e mi godo 5 minuti di sole. Che Bello.
Salgo le scale e mi avventuro nei corridoi della Caserma per recami all'aula 1. La lezione come al solito dure due ore circa. La professoressa non concede pausa ma finisce con circa 15 minuti di

 clicca per ingrandire

anticipo. Non è che abbia spiegato cose molto difficili, ma ha comunque saputo rendere la lezione interessante.

 clicca per ingrandire

Dopo la lezione mi precipito verso la stazione Termini, attraverso i rulli e giungo alla fermata dell'86 che prendo. Solita ressa per entrare. Logicamente non trovo posto. Sono costretto a rimanere in piedi. Non riesco neanche a mantenermi, ma tanto stretti come stiamo non c'è il rischio che possa cadere.Mi faccio le mie brave fermate e tra uno spintone, una frenata brusca arrivo a destinazione.

 clicca per ingrandire

Destinazione via Salaria. Cosa devo fare? Devo comperare dei libri e passare da Carto Market per delle fotocopie. Il libro lo trovo solo usato. Costo 8 euri. Le fotocopie costo 2 euri circa.
Fatto quello che dovevo fare mi avvio a piedi verso via Principe Amedeo dove è situata la
caserma Sani. Camminando camminado inciamo in questa donna con dei collant orribili.clicca per ingrsdire e vedere i collant della signorada non crederci. Ma lo specchio non lo ha a casa? E il marito non le dice nulla? Temerari. Vabbè, cavoli loro. Ma al peggio non c'è mai fine. Qualche minuto dopo, in via Goito chi incontro? Due ragazze vestite in modo osceno. Devono essere straniere. Visto che dovevano uscire assieme potevano anche mettersi d'accordo e scegliere dei colori che meglio si accostavano tra loro. Però nel complesso sono molto singolari...
 clicca per ingrandire
in pratica le due ragazze sono vestite uguali. Cambiano solo i colori dei vestit. Molto carine da vedere. Io non mi sarei mai vestito così.
 clicca per ingrandire l'arcigay

 Passo poi per la sede dell'Aricigay. Da notare che sulla porta c'è scritto CENTRO FIORI. Ma state tranquilli è l'arcigay. Via Goito 35b. Cammino ancora per un pò di tempo. Devo arrivare di nuovo a Termini prendere i rulli e riandare alla Caserma Sani dove mi aspetta la lezione di Fonti Statistiche. Due ore. La professoressa proprio non mi piace. Non è brava. Legge le slide e basta.
clicca per ingrandireA termini mi fermo alla libreria nell sezione gialli, ma non compro nulla. Riprendo i rulli che mi portano vicinissimo alla caserma Sani. Prima di entrare in aula mi fermo al bar a prendere un caffè.clicca per ingrandire
Dopo il meritato caffè mi avvio verso l'aula. per seguire la maledettissima lezione di Fonti statistiche. Sono le 18.00. La lezione finirà alla 20.00. Ma io ho appuntamento con l'amore mio per le 19.30. Dobbiamo andare al centro commerciale Le Porte di Roma per fare la spesa e per andare al cinema a vedere Sweeney Todd.
Alle 19.30 me ne vado da lezione. Salgo in macchina dell'amore mio e ci dirigiamo verso Le Porte di Roma, dove facciamo un pò di spesa.clicca per ingrandire Compriamo anche qualche schifezza da portare al cinema. Dopo aver fatto la spesa, mangiucchiamo qualcosa e aspettiamo che si facciano le 22.20 per andare a vedere il film, che recensiro nell'apposita rubrica.

 

musica
25 febbraio 2008
Lo SCHIFOSO PSEUDO CANTANTE Daniele Battaglia: Voce nel Vento (è il figlio di uno dei Pooh, perciò canta)
SANREMO 2008:

Daniele Battaglia canta Voce nel Vento.
E' il figlio di Dodi Battaglia (uno dei Pooh)
Lui è molto carino. Vestito in modo abbastanza elegante. Sembra discostarsi dal look stravagante ed alternativo dei giovani.
Sarà anche il figlio dei Pooh, ma purtroppo non sa cantare. Credo sia la peggiore esibizione live mai vista. Voce anonima, canzone pessima, ritornello zero, musica schifosa.
Ma questo proprio non sa cantare. Della serie: ANCHE A SANREMO CI SONO I RACCOMANDATI.
Se Meneguzzi poteva, forse, andare a zappare i campi,Daniele può andare a pulire i cessi della stazione Termini.
Che lo mandassero a casa sto raccomandato da 4 soldi.
Se io fossi Daniele mi ritirerei a vita privata. Proverei vergogna a definirmi cantante
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE