.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
10 dicembre 2008
Alle scuole private cattoliche Tremonti non taglierà i fondi!
L'orda di studenti che ha invaso migliaia di città italiane non ha minimamente colpito il ministro Tremonti che ha preferito procedere con i tagli previsti per la scuola pubblica. Stessi tagli, però, erano previsti anche per la scuola privata. Questi stessi tagli andavano a toccare anche i fondi per le scuole private cattoliche. Questo piccola querelle non è piaciuta alla Cei che senza manifestare ha semplicemente minacciato che le associazioni cattoliche avrebbero potuto manifestare il loro disappunto!!! Ma visto che la paura fa 90  sottosegretario all’Economia, Giuseppe Vegas, ha dichiarato: “C'è un emendamento del relatore che ripristina il livello originario, vale a dire 120 milioni di euro. (I vescovi della CEI) possono stare tranquilli, dormire su quattro cuscini”.
In realtà i fondi non sono ancora stati ripristinati, ma si tratta di una solenne promessa. Entro 30 giorni seguenti l'entrata in vigore della legge finanziaria saranno il Ministero Della Pubblica Istruzione, il Ministero degli Affari Regionali e il Ministero dell'Economia che dovranno destinare questi 120 milioni. Ma sono certo che nessuno vorrà offendere sua santità papa Ratzinger.
POLITICA
23 novembre 2008
"Fatalità" dice BERLUSCONI!!!!

 All'indomani del crollo di un soffitto in una scuola di Rivoli (Torino) che ha provocato la morte di un raggazzo di 17 anni e il ferimento di molti suoi compagni, è uno scontro a distanza tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che parla di "una drammatica fatalità" e il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, che punta il dito contro "la situazione da terzo mondo" dell'edilizia scolastica in Italia e chiede a governo ed enti locali di porre fine al "discorso surreale dei tagli alla scuola".

FATALITA'?????? Non solo un genitore manda il proprio figlio a scuola vivo e lo va a recuperare sotto morto perchè le scuole italiane fanno schifo e non si tengono in piedi, ma deve pure sopportare le stronzate del PREMIER che dice che questa è stata solo  "UNA DRAMMATICA FATALITA'"
E se ciò accadesse a suo figlio? Se la stessa sorte accadesse durante una lezione universitaria? Sicurametne Berlusconi NON PARLEREBBE DI FATALITA'!!!!


CHE SCHIFO DI UOMO!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi scuola università

permalink | inviato da neutronik80 il 23/11/2008 alle 20:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
11 novembre 2008
Continuano le proteste contro la riforma Gelmini
 

Grazie Blondel per questa segnalazione!
POLITICA
22 ottobre 2008
Sbirri nelle università: l'Italia si tinge di nero

Silvio Berlusconi, non contento di aver distrutto il sistema scolastico ed universitario italiano afferma:
"Non permetterò l'occupazione delle università. Interverranno le forze dell'ordine". 
Per quanto riguarda il problema delle classi ponte per ragazzi stranieri dice: "Non è dettata da razzismo ma da buonsenso. Conoscere la lingua italiana è necessario''.

Con Berlusconi al governo l'Italia si sta trasformando in uno stato a regime totalitario. Guidata da pecoroni come Bossi, o Fini, il belpaese si sta colorando di nero. Oramai chi la pensa diversamente non ha la possibilità di potersi esprimere. Una politica violenta ed intransigente si sta infiltrando nel nostro paese.
Stanno distruggendo lo stato dalle fondamenta. Andando a toccare le basi sapere (scuola ed università) non fanno altro che dare il via ad una futura generazione di ignoranti cretini che non avranno la forza di potersi ribellare ad un potere malsano e viziato come quello creato da Silvio Berlusconi.
Mandare a casa migliaia di insegnati, eliminare fondi alle università, turn over al 20%, classi per soli stranieri, carcere per le prostitute, pene più severe per gli stranieri è l'inizio di una serie di leggi che mireranno a destabilizzare il paese che finirà per cedere nelle mani del nuovo dittatore Silvio Berlusconi.

A dimostrazione che il piano della Gelmini, sul maestro unico, è una CAZZATA IMMONDA è l'intervento di Daniele Interrante a "Festa Italiana". Durante la trasmissione l'ignorantone per eccellenza ha espresso solidarietà alla Gelmini e si è rienuto felice per la reintroduzione del maestro unico. 
Peggiore pubblicità non la si poteva fare... 

 CHE LE SCUOLE E LE UNIVERSITA' VENGANO OCCUPATE AD OLTRANZA!!!!!
AFFINCHE' LE COSE CAMBINO NON SERVE UNA PROTESTA DI UN GIORNO, MA UNA PROTESTA DI UN ANNO!!!!!
POLITICA
17 ottobre 2008
Berlusconi & Compani stanno distruggendo la SKUOLA. Che qualcuno li fermi...
ecco, in sintesi, cosa Berlsusconi e i suoi amici da strapazzo stanno facendo al nostro sistema scolastico ed universitario.

  • 132 mila posti in meno nell'arco di 3 anni
  • Introduzione del maestro unico (87 mila insegnanti in meno)
  • Classi differenziate per gli alunni stranieri (Quanto ci verrebbero a costare?)
  • Accorpamento di istituti con meno di 50 alunni (Solo in piemonte 816 scuole in meno)
  • Tagli all'università per circa un miliardo e mezzo di euro (63.5 milioni di euro per il 2009, 190 per il 2010, 316 per il 2011, 417 per il 2012 e 455 per il 2013)
  • Turn Over al 20 % (se in un anno vanno in pensione 100 professori ne vengono assunti 20)
  • Trasformazione degli atenei in fondazioni aperte ai privati (l’art. 16 dà facoltà alle università di trasformarsi in fondazioni di diritto privato. La legge, cioè, autorizza - ma non obbliga - gli atenei a dismettere gli abiti dell’ente pubblico e a vestire quelli di un soggetto privato. La disposizione è talmente parziale e generica su molti punti, da rendere pressoché impossibile, al momento, la sua applicazione)
  • I precari degli enti di ricerca dovranno essere stabilizzati entro il 30 giugno 2009. Coloro che non avranno i requisiti o non troveranno posto saranno licenziati. Secondo la Cgil sono 60 mila i cervelli che fra pochi mesi dovranno trovarsi un altro lavoro o un altro paese che li ospiti.

D'altronde solo dei caproni, ignoranti potevano prevedere certi scempi per il nostro sistema scolastico ed universitario...

Sono delle MERDE SECCHE!

POLITICA
4 ottobre 2008
E sto stronzo dovrebbe essere promosso?
Il figlio del sentur morente Umberto Bossi lo scroso luglio è stato bocciato per la seconda volta agli esami di maturità scientifica.
Essendo lui figlio del leghista più famoso d'Italia «il  prossimo 13 ottobre, spiega il rettore, don Gaetano Caracciolo, è stata riconvocata dall’ufficio scolastico regionale la stessa commissione che aveva a suo tempo esaminato il giovane Bossi».
Se Renzo Bossi fosse stato figlio di una qualsiasi altra persona sicuramente tutto questo macello non sarebbe mai successo.
Qui non si tratta di problemi di razzismo come afferma il razzista Bossi «Non è possibile che un ragazzo possa essere massacrato agli esami soltanto perché ha portato una tesina su Carlo Cattaneo». Qui si parla di un ragazzo stolto, ma che ha il culo coperto.
Manco a scuola lo manderei uno che osa indossare certe magliette!!! E' la vergogna dell'Italia. Solo un disgraziato come Berlusconi poteva, invece, amare le qualità del padre Umberto!


Tra le altre cose è brutto da far paura!!!

SOCIETA'
24 aprile 2008
A Sant'Antimo (NA): ragazzi si misurano il cazzo in classe e la prof. non se ne accorge!?!?!?!?

Gareggiavano in classe per premiare il più "dotato" sessualmente. Il vecchio gioco di chi l'aveva più lungo. E l'insegnante, una donna di 40 anni che sostituiva la collega di ruolo, era in classe con loro ma giura di non sapere nulla: "Non me ne sono accorta".

Alla scuola media di Sant'Antimo, la Giovanni XXIII di via Piave, a Nord di Napoli, capita anche questo. E sembra che non sia neppure la prima volta. C'è chi parla di altri episodi di esibizionismo avvenuti nella stessa classe ma il preside allarga le braccia: "Solo voci. Non ci sono riscontri".

Denunciata la professoressa mentre cinque bambini, tra i 12 e i 13 anni sono stati segnalati alla procura dei minori (anche se non sono imputabili). Ci penseranno i magistrati a capire se è vero che l'insegnante non si è accorta di quello che stavano combinando i suoi alunni. E il ministero per ora tace: la professoressa continua ad insegnare. "Erano chiusi a cerchio in un angolo della classe", si è giustificata. "Credevo stessero parlando della gita scolastica". In realtà la gita ci fu, proprio il
giorno dopo, a Roma, ma gli investigatori sono poco propensi a credere alla versione dell'insegnante. Anche la posizione del preside è al vaglio della polizia di Frattamaggiore. "Sono sconcertato", dice con tono deluso. "Proprio non potevo immaginare che la cosa sarebbe finita in questa maniera, con una denuncia penale alla collega e una segnalazione per i bambini".
Nei confronti dei cinque ragazzini il Tribunale dei minori "potrebbe adottare comunque provvedimenti amministrativi", spiega l'avvocato Elena Coccia, penalista napoletana, esperta di problemi interenti alla giustizia minorile.
"Il Tribunale per i minori di Napoli, al quale la polizia ha segnalato i cinque alunni "potrebbe infliggere un ammonimento, o adottare un provvedimento di altro tipo, come ad esempio imporre loro di non uscire e restare con i genitori. Escludo in ogni caso - ha aggiunto l'avvocato Coccia - decisioni, per altro assai rare, come l'affidamento a una casa famiglia, visto che la vicenda non appare di grande gravità".

Io proprio non capisco la gravità della questione!!! Forse è proprio vero che a volte ci si scaglia contro Napoli e provincia. Da sempre le ore di supplenza sono ore in cui gli alunni si divertono a fare queste e altre cose, pure peggiori. E che nessuno abbia a dire il contrario. Chiunque abbia frequentato la scuola sa che episodi del genere sono frequenti. E' tutto così ridicolo.
IO SONO CON LA POVERA SUPPLENTE!!!!!

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE