.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
cinema
13 giugno 2009
Martyrs: il film più violento e malato della storia del cinema!





Tremate, tremate il critico è tornato!!!

Martyrs è senza ombra di dubbio uno dei film più violenti e malati che abbia mai visto. Sequenze difficili e disturbanti, violenza gratuita, tra lo splatter e il gore. Fotografia angosciante, ambienti luridi e zozzi. Un gruppo di estremisti rapisce persone, per lo più donne, le martirizza sperando che all'apice del dolore e della sofferenza queste possano "vedere" per poi "raccontare" cosa c'è dopo la morte. Non c'è paragone con i vari "Hostel", "Saw" e "Non aprite quella porta". Anche in quei film c'era tanta violenza, ma spesso si scivola nel comico involontario, era una violenza finta, costruita, sopportabile. Qui si va a scavare nell'animo umano. Qui si parla di esperienze che potrebbero realmente accadere, di persone vere che possono spingersi fino all'estremo della follia. Un turbine di perversione violenta e torbida avvolge l'ignaro spettatore che crede di assistere al solito horror viosionario stile The Ring, ma si ritrova coinvolto una storia malata fin troppo tangibile e fin troppo reale per poter dire che si tratta solo di un film.
Dopo il maldestro Saint Ange, Pascal Laugier, si cimenta anima e corpo in questo progetto, confezionando un bellissimo film di genere, riuscendo nell'ardua impresa di non cadere mai nel ridicolo e soprattutto utilizza al meglio le due bravissime attrici Stéphane Martin ("Il popolo migratore") e Nathalie Moliavko-Visotzky ("Serveuses demandées") qui mutilate della loro bellezza. I loro corpi nudi, violati nell'anima e nella carne sono privi di qualsiasi sensualità, i loro volti sono solo carne, carne da macello.
Una valanga di sangue sporco e di budella putrescenti vi accompagneranno per l'intera visione del film. Inutile chiudere gli occhi, perchè qui la violenza non è solo mostrata, ma è anche narrata. E' insita nella trama.
Un film difficile, insopportabile, fin troppo violento e pericoloso che appasionerà coloro che hanno lo stomaco di resistere a una proiezione così massacrante e stressante!

VOTO 8

SOCIETA'
10 dicembre 2008
Vi prego fermiamo questo macello vm18
 














Perchè dobbiamo sapere!!!

POLITICA
7 giugno 2008
Napoli: picchiati a sangue perchè GAY!
 Il fatto è accaduto l'altra sera su un treno della Circumvesuviana della linea Napoli-Sorrento, all'altezza di Portici, nel napoletano. 
Due ragazzi - 24 e 27 anni - hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici per le botte subite e uno di loro, come riferiscono oggi alcuni organi di stampa, ora rischia il distacco della retina. Entrambi vittime prima delle invettive e poi dei calci e pugni sferrati in pieno volto.
Autori dell'aggressione, alcuni ragazzi (una decina), che a una successiva stazione della Circumvesuviana si sono dileguati rapidamente. Le due vittime, che hanno presentato denuncia in questura, si dicono sconvolte anche dalla totale mancanza di solidarietà da parte degli altri passeggeri. Una completa indifferenza, malgrado il vagone in cui è avvenuto il pestaggio fosse affollato.


Grazie MARA CARFAGNA
POLITICA
18 maggio 2008
l'IPOCRITA Mara Carfagna ai gay: siate sobri?????Posare nuda, ivece, cos'è?

 In occasione della giornata mondiale contro l'omofobia il ministro per le pari opportunità chiede ai gay un pò di sobrietà. La neo ministra dice che è giusto combattere l'omofobia ma è pur vero che i gay devono essere sobri e non devono
"scendere nell'esibizionismo e nel folklore"

Questo in poche righe il pensiero della nostra cara amica Mara Carfagna. Quella che ci difenderà in caso di discriminazione. Ma la cosa che più mi sconvolge è che proprio lei parla di SOBRIETA' e di OSTENTAZIONE??'???? Si deve essere dimenticata quanto poco tempo fa OSTENTAVA LA SUA FEMMINILITA' posando nuda per Maxim e facendoci vedere a prima mattina la sua bella VAGINA!!!!
Ma questo è sempre il solito discorso. Quello che vale per gli altri per i politici italiani non vale!!!!!

Questa donna doveva continuare la strada della sexy tv. Non dovrebbe neanche mettere piede in parlamento.



QUESTO NON E' OSTENTARE?????




E questo Mara come lo chiama???

E poi sbaglio o il concorso di Miss Italia non è una semplice mercificazione del corpo della donna dove le miss sfilano ESIBENDO IL LORO CORPO????


Lei con il suo copro può fare ciò che vuole. Pure mercificarlo a favore di telecamere. Gli omosessuali invece devono attenersi a determinate regole.

Come al solito le regole devono essere rispettate solo da un certo tipo di persone.

Che la Binetti mi fa un discorso del genere posso anche capirla. A quanto pare lei ha condotto sempre una vita molto SOBRIA, ma se mi viene a dire la Carfagna come vestirmi o svestirmi proprio NON CI STO!!!!!

Qunato al FOLKLORE del GAYPRIDE consiglio alla MINISTRA di visonare un pò questi video.


Se non lo sapesse sono i BATTENTI (cattolici)
Questa processione religiosa non E' FOLKLORISTICA ABBASTANZA???? Gente che si distrugge braccia e gambe in nome di Dio? Forse per essere considerata tale la ministra aspetta che le persone si corcifiggano davvero.

Questi invece sono due video che rappresentano "LA PASSIONE DI CRISTO"





Questo anche è folklore a mio parere.
Ma a quanto pare non conta!


Io sono del parere che ognuno debba fare ciò che voglia. L'importante e non fare del male agli altri. Adesso mi chiedo il gaypride che male fa??? Perchè se si accusa alla manifestazione di voler ostentare l'omosessualità allora io dico che la MINISTRA CARFAGNA ostenta la sua femminilità in modo volgare e offensivo per le donne. Se si contesta al gaypride sia un manifestazione folkloristica la stessa accusa dovrebbe essere rivolta a molte manifestazione a carattere religioso.

Ma qui da noi c'è sempre l'usanza di dover bacchettare e discriminare il debole facendo come proprio cavallo di battaglia: "FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI."
A questo aggingo anche che alcune leggi vengono applicate solo verso determinate "categorie" di persone.

CULTURA
31 marzo 2008
Visioni musulmane (estremamente vm 18)

 
Questo video, che sta facendo il giro del mondo, è opera dello xenofobo filonazista Geert Wilder. Live Leak lo ha rimosso poichè alcuni estremisti musulmani avevano cominciato a minacciare la piattaforma che mette a disposizione video condivisi. Live Leak è una sorta di youtube. Io ne ho preso visione su alcuni blog e sono rimasto abbastanza colpito.
Sono rimasto colpito per svariati motivi. Le immagini che si vedono sono forti e davvero estreme, sono immagini che tutti noi conosciamo. Odio, violenza, guerra, sangue, cadaveri, bombe, bambini squartati,interpretazione casuale e forzata del Corano... C'è tutto e per tutti i gusti. E' un video fatto a posta per colpire allo stomaco e per far riflettere. Riflettere? Su cosa? E' questo il punto. Anche se ciò che viene mostrato è reale, concreto, vero ed attuale forse e dico forse è una visione solo parziale di quello che è il mondo musulmano e il modus vivendi di alcuni islamici. Giusto far vedere al mondo intero cosa succede in terre lontane e in posti a noi sconosciuti ma sarebbe bello anche far vedere il risvolto della medaglia. Che, a mio avviso, c'è sempre e per tutte le cose o situazioni. Un video forte e truculento che aprirà gli occhi a molte persone che ancora li hanno chiusi ma che forse getta fango su una questione che dovrebbe essere affrontata in modo e maniera diversa.
Da vedere per riflettere

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE