.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
SOCIETA'
6 settembre 2009
Roma-Stoccolma 0 a 100

 
Sono da poco ritornato da una vacanza a Stoccolma. Che dire... Un altro mondo, un'altra culutra e soprattutto un'altra civiltà. Mentre qui in Italia la gente si affatica per opprimere, infierire e discriminare le culture altre, le minoranze e coloro che sono diversi, in Svezia c'è un differente modo di fare: cercare di riunire tutti, rendendo ogni singola persona meritovole degli stessi diritti.
Le persone sono cordiali ed educate. Si rispetta il prossimo e l'ambiente. Se a Roma la carta viene buttata a terra a Stoccolma la carta si recicla. Le metropolitane sono linde e pinte. Nessun coglione ha voglia di scrivere sui muri rendendoli delle vere schifezze. Il riciclaggio è una vera e propria arte. Se in Italia i rifiuti si buttano dove capita a Stoccolma anche nei più piccoli supermercati c'è il contenitore per le bottiglie vuote. Inserisci la tua bella bottiglia e la macchinetta ti sputa uno scontrino con uno sconto che potrai utilizzare per comperare altra merce. Per invogliare la gente a fare questo piccolo sacrificio all'acqua viene applicato un piccolo sovraprezzo che sarà poi restituito nel momento del riciclaggio. Ogni scala,scalinata o singolo gradino è provvisto di un passaggio speciale per i passeggini. I padri hanno gli stessi diritti delle madri di potersi godere i propri figli e quindi hanno quasi lo stesso numero di ferie per paternità e i gay e le lesbiche possono contrarre matrimonio.
Le ragazze hanno la possibilità di girare con vestiti a dir poco succinti senza dover temere di essere stuprate ad ogni angolo o anfratto. Orde di ragazze con minigonne inguinali e tacchi vertiginosi si aggirano per le strade di Stoccolma agli orari più assurdi. Ragazzi gay o uomini vestiti in modo a dir poco singolare possono felicemente camminare fieri senza doversi sentire etichettati o osservati come animali da circo. Hai i capelli rossi e rosa? Bene!!! Sei una persona normalissima come gli altri. Se a Roma osi indossare una gonna sotto il ginocchio e un paio di tacchi sta sicuro che vieni stuprato nel primo posto utile. Se a Roma osi camminare mano nella mano con il tuo ragazzo stai sicuro che a casa arrivi con un occhio pesto. Se hai voglia di tingerti i capelli di verde e argento puoi esser certo che ti tirano uova marcie per ricordarti che non sei "normale". Se sei gay e vuoi sposare il tuo compagno puoi esser certo che sarai etichettato come figlio del diavolo, colpevole di portare l'intera umanità verso l'estinzione e la lascivia più totale!!! Insomma l'elenco è lungo...
A Roma, in Italia, viviamo come neanche gli uomini primitivi osavano farlo. A Stoccolma, in Svezia, l'uomo è invogliato ad esprimere se stesso, rispettando l'ambiente e gli altri!!!
Per questo ed altri infiniti motivi posso dire che Roma-Stoccolma finisce con uno 0 a 100!!

POLITICA
12 giugno 2009
Ecco perchè serve il Gay Pride!!!!
 11 Giugno - Ennesima aggressione a sfondo omofobo. A farne le spese questa volta è una coppia gay americana. I due uomini, uno di 34 italo americano ma residente a Roma, e uno 27 anni ospite dell’amico nella capitale, sono stati aggrediti mentre passeggiavano tenendosi per mano a Campo dei Fiori. Un gruppo di 5-6 ragazzi appena maggiorenni si è avvicinato alla coppia in via del Biscione, e coprendo i due di insulti verbali, ha iniziato a colpirli sistematicamente con violenza. Gli aggressori hanno sbattuto a terra uno dei due uomini, che, sbattendo contro un sasso, ha perso i sensi ed ha iniziato a sanguinare dalla testa. Creduto morto, i balordi sono fuggiti verso Campo dei Fiori, dove si sono dileguati. In seguito le vittime sono state soccorse e portate in ospedale!!!!

Ma quella grandissima STRONZA della Carfagna cosa CAZZO fa????
SOCIETA'
10 giugno 2009
Inno ufficiale del RomaPride 2009
 

Per chi non l'avesse capito la canzone del ROMA PRIDE 2009 è "Over the rainbow", cantata NIENTEPOPODIMENO che dalla MITICA VLADIMIR LUXURIA
POLITICA
25 maggio 2009
Roma è come una città Africana. Silvio boccia Alemanno

Silvio Berlusconi nonostante sia nell'occhio del ciclone per le schifezze che continua a fare, non lesina commenti al vetriolo per il sindaco più nefasto al mondo, l'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanno, colpevole di aver ridotto Roma ad una simil città africana dove c'è poca cura per le zone verdi e per le strade che sono sporche e luride.
Glissiamo sul commento di Berlusconi carico di razzismo e notiamo, invece, che se pure il cavalier errante stia notando quanto faccia schifo Alemanno come sindaco allora qualche piccola speranza ancora c'è!!!
POLITICA
19 maggio 2009
Colpita ancora una volta la gaystreet romana.

La Roma di Alemanno è sempre più omofoba. Torvate, per l'ennesima volta scritte omofobe sulle strade della gay street di Roma. FROCI MALATI, queste alcune scritte impresse accanto alla porta d'ingresso del Coming Out, lo storico bar della capitale luogo di ritrovo della comunità omosessuale nel cuore della Gay Street di via di San Giovanni in Laterano.
In tutto questo schifo mi chiedo, DOV'E' colei che dovrebbe tutelarmi???? dov'è quella miracolata della Carfagna? Ad organizzare serate in onore di disabili, senza però ricordarsi di costruire loro palchi e posti adatti ai loro problemi??? (per approfondire quest'argomento clicca
QUI)

La cosa è ancor più ridicola se si prova a leggere i commenti di SOLICELLO apparsi sul quotidiano on-line Repubblica, proprio in merito a quanto accaduto a Coming Out.

Ecco quanto scritto dall'utente Solicello:
"La Gay street, il Gay pride, il Gay village. Ma Roma sta diventando la città dei culattoni? Alla faccia di chi la giudica omofoba. Evidentemente per una questione di politically correct va di moda il "rosa ricchiun" di questi tempi. Abitassi dalle parti della Gay street chiederei di far rispettare i miei diritti e quelli dei bambini che vi abitano costretti a vedere finocchi dalla mattina alla sera. "

E' proprio triste pensare che, ancora nel 2009, ci siano persone tanto ottuse, bigotte e soprattutto ignoranti da provare gioia e divertimento nello scrivere tali frasi. La cosa che mi spaventa è che tanto astio, tanta violenza è, per lo più, alimentata dalla chiesa e da una parte ben polposa di un potere politico ipocrita e bigotto.
E' vero!!! Non ci vorrebbe il GAY PRIDE, ma una manifestazione che duri 360 giorni e che veda coinvolte tutte le persone aderenti agli ideali del popolo LGBT. Ci vorrebbe qualcosa di veramente "grosso e potente" capace di sconfiggere tanta cattiveria e soprattutto tutta qella malizia perversa che attanaglia coloro che si ritengono NORMALI!!!!

POLITICA
15 maggio 2009
Storia di una sciagurata: con la Carfagna neanche più i disabili sono al sicuro.

 
Oramai è noto che dove mette le mani la Carfagna tutto va in malora. LEI, l'ex velina, l'ex reginetta di bellezza, l'ex porno-show-gril, l'ex apritrice di cosce in fascia protetta, l'ex ballerina senza mutande, l'ex bellona di turno che ha inturgidito il kapò Berlusconi, ne ha combinata un'altra delle sue. Questa volta non sono gli OMOSESSUALI a farne le spese, ma i DISABILI. Ma tranquilli!!!! E' più che lecito che accade ciò. Se prendiamo una qualunquissima ragazza "nessuno" e la mettiamo in parlamento solo perchè ha un bel paio di TETTE è fisiologico che: IERI, AL FORUM P.A DI ROMA, LA CARFAGNA NEL PREMIARE GERMANA LANCIA (presso la quale io ho lavorato), RESPONSABILE DI UNO SPORTELLO PER DISABILI, ABBIA DIMENTICATO DI  FAR COSTRUIRE UN ACCESSO AL PALCO PER LE PERSONE CON DISABILITA'. MANCAVA UNA RAMPA CHE PERMETTESSE A GERMANA LANCIA (bloccata su una sedia a rotelle) DI SALIRE SUL PALCO E RICEVERE IL PREMIO PER LE PARI OPPORTUNITA'!!!!!

"Un assurdità" ha commentato la povera Germana!!!

incommentabile.


ps
dimenticavo. Con la lasciva ministra c'era pure quella volpe di Brunetta. In due ci son voluti per farci fare l'ennesima figura di MERDA!!!!!
SOCIETA'
21 aprile 2009
Almost arrested!!!



Se il buongiorno si vede dal mattino...
Mi alzo come al solito alle 7.00. Colazione veloce, coccole alla mia gatta Trilly e alla mia cagnolina Lana. Mi vesto, mi lavo e mi precipito alla metro. Decido di non mettere la giacca perchè siamo quasi a Maggio e solitamente fa caldo. Arrivo a destinazione  tutto bagnato. Oltre a far abbastanza freddo piove pure. Quando si dice la sfiga. (per chi non lo sapesse svolgo il servizio civile presso l'ufficio diritti animali e nella fattispecie mi occupo di una colonia felina di oltre 300 gatti)
Dopo aver fatto il mio dovere, ovvero accudito, pulito e sfamato circa 300 gatti mi diriggo verso casa. Prendo l'autobus. Tutto ok. Arrivo alla stazione Tiburtina. Entro. Apro il portafogli e smucino per trovare il biglietto, o meglio l'abbonamento. Alzo gli occhi e mi accorgo che ci sono i militari con dei cagnoni al guinzaglio. "Che belli" dico tra me e me. Decido, quindi, di accarezzarne uno. L'avessi mai fatto.... Il cane comincia ad annusarmi tutto, a breve penso che mi sbrani. Il militare in questione senza dirmi nulla mi intimida di seguirlo. "perchè?" Gli chiedo io seccato.
"Mi segua" dice lui e si incammina per la stazione tiburtina.
"E' Italiano?" Mi chiede.
"Certo. Sono napoletano" gli rispondo piccato. Avevo già capito cosa stava succedendo. Avendomi annusato il cane, adesso mi toccava sottostare alla perquisizione!!!
Arriviamo in una stanzetta dove ci sono altri sfigati che come me devono essere stati annusati da sti cani, che più che poliziotti mi sembrano cani rincoglioniti.
Aspetto un pò quando arriva il capo della polizia o non so chi fosse, comunque era un superiore del militare. Fa uscire gli altri ragazzi.
"Scusa ma non capisco, perchè sono qua? Mi sta facendo perdere tempo"
"Il cane l'ha annusata"
"Sì, ma perchè io lavoro in una colonia felina di oltre 300 gatti (come ho già spiegato al militare) e sono sporco. Sono a contatto con i gatti, il loro cibo e le loro schifezze... è normale che il cane mi abbia annusato. Credo proprio che abbia preso un granchio"!!!
"Vedremo" dice lui.
"Oltremodo", insisto, "non mi sembra il caso di essere trattato così" Rispondo io infastidito.
"Scusi e come la stiamo trattando?" Mi chiede?
"Il suo collega non mi ha dato nessuna spiegazione e se sono qui è perchè mi ha scambiato per un NON ITALIANO, io sono una persona perbene, non sono un delinquente o cose del genere"
"Ma perchè di dov'è?"
"Italiano"
"Calabrese?" mi chiede!
"napoletano"
"Allora fa uso di sostanze stupefacenti?"
"Manco fumo" gli rispondo io.
"E, ma io le ho chiesto se fa uso di sostanze stupefacenti"
"E io le ripeto che avete sbagliato persona"
"Apra la borsa"
Bene apro la borsa e incavolato più che mai svuoto tutto il contenuto sul tavolo. Logicamente vola via tutto, e tra le tante cose volano tutti i centesimi che erano sul fondo della borsa.
Contenuto borsa:

  1. Un fazzoletto con il muco dentro
  2. Salviettine detergenti
  3. Guanti in lattice
  4. Cellulare Nokia n 96 con custodia di paperiono
  5. Cellulare Nokia 5500
  6. Portafoglio con relative tessere, bancomat ecc ecc
  7. Penna
  8. Leggo e Metro
  9. Chiavi di casa

"Lei è sicuro che non ha nulla?"
"Sì"
Mi chiede di aprire tutte le zip della borsa.
Le apro e logicamente non trova nulla.
Ad un certo punto mi accorgo che sta tastando sul fondo della borsa.
"Cos'è questo?"
"Non lo so"
"Non lo sa?"
No! se lo sapevo glielo dicevo"
"Lo prenda"
"guardi è incastrato sotto la fodera della borsa. La fodera è leggermente bucata e qualcosa si deve essere infilata dentro"
"Provi a toglierla"
"Mi spiace non ci riesco. Ci provi lei e se vuole strappi pure la fodera"
"Questo mai, basta che mi dice cos'è"
"Ma io non lo so cos'è!"
Dopo mezz'ora a tentare di cacciar via quell'affare che si era incastrato nella fodera della borsa, il capitano/comandante/poliziotto... chiede a un suo collega di portargli un coltello. Questo gli porta un arnese così grande e tagliente che manco Dario Argento avrebbe avuto il coraggio di usarlo per sgozzare qualche sua vittima.
Visto il coltellaccio mi allarmo per la mia borsa.
"Provo io a SCUCIRE LEGGERMENTE la fodera".
Ci riesco prima che l'appuntanto me la squarci con quella sottospecie di mannaia scanna maiali.
Cosa c'era sotto la fodera???? Un fazzolettino di carta arravogliato e vecchio che si era infilato nel buco della fodera quando avevo lavato la borsa in lavatrice!!!
Guardo con disprezzo il capitano/comandante/poliziotto... quando lui mi dice "Questo è il nostro lavoro, Lei cosa avrebbe fatto?"
"Avrei strappato tutta la borsa" Dico io in tono ironico.
Si procede con la perquisizione.
"Ha qualcosa nelle tasche?"
"No"
"Le rovesci"
Rovescio le tasche dei pantaloni ed esce un fazzoletto
"Ma quanti fazzoletti ha!"
"Lavoro con i gatti, mi sporco e quindi mi pulisco"
"Bene, mi faccia vedere il portafogli"
"Ok"
"Come è grande, dice l'appuntato"
Dopo aver dato un veloce sguardo al mio portafogli il capitano/comandante/poliziotto... dice "Neanche le cartine ha. E' un buon segno"
"Ma come? E' la prima cosa che le ho detto. Non fumo!"
"Bene, può andare." Spero di non averle fatto perdere tempo. Questo è il nostro lavoro.
"Ok, arrivederci"
Me ne vado convinto che questi hanno speso circa mezz'ora con me lasciando passare, invece, tanti, tantissimi delinquenti e con la consapevolezza che hanno violato la mia privacy e soprattutto mi hanno trattato con l'ultima delle persone ed il primo drogato delinquente!!!
Sarà pure il loro lavoro, ma a me sembra che, a cominciare dai cani poliziotti (che mi hanno annusato solo perchè ero sporco di gatto) questi siano capaci solo di fermare le brave persone!!!

SOCIETA'
26 febbraio 2009
Evviva gli italiani che uccidono i romeni...
Un operaio romeno di 31 anni e' stato travolto e ucciso ieri, intorno alle 23, da un'auto condotta da un ventiquatrenne italiano sotto l'effetto di alcol e stupefacenti.

Il giovane, al volante di una Citroen C2, ha proseguito la sua corsa fino alla propria abitazione di Capena, e solo dopo si e' presentato dai carabinieri per raccontare l'accaduto. Secondo la ricostruzione dei militari la vittima, residente a Roma e impiegata a Capena, e' stata travolta mentre camminava lungo il margine della strada provinciale 51B che dalla Tiberina conduce al paese.

Dopo aver raccontato l'accaduto l'autonmobilista e' ritornato con i carabinieri sul luogo dell'incidente dove, tra la vegetazione a lato della strada, e' stato ritrovato il corpo del giovane romeno. Dai test effettuati e' risultato che il conducente della Citroen aveva assunto cocaina e cannabis, e guidava con tassi di alcool superiori di 1,5 volte al limite consentito. Ora e' accusato di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza.

Ma questo che significa? Significa che il giovane ubriacone/drogato
E' in libertà!!!

Ma dovè la gente che protesta?? Dove sono le donne che bestemmiano e sbraitano fuori la casa dell'assassino? Perchè nessuno gli va ad incendiare casa??? Cos'è, un romeno è un essere di sere z???? SI'!!!! IN ITALIA E' COSI'!!! E di questo dobbiamo ringraziare Alemanno e tutti coloro che hanno portato avanti una politica denigratoria, razzista e volta all'emarginalizzazione degli stranieri!!!

SOCIETA'
15 febbraio 2009
Gli autobus a Roma...


Roma - Piazza di Porta Portese... La foto è decisamente di bassa qualità. Ho dovuto farla di nascosto per evitare che quei poveracci dei passeggeri mi piacchiassero vedendo che li fotografavo di stramacchio. L'autobus gremito non riusciva a chiudere le porte. Io non sono riuscito a salire. Troppa gente...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. porta portese autobus bus pullman 3 roma

permalink | inviato da neutronik80 il 15/2/2009 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
11 febbraio 2009
La Roma violenta di Alemanno colpisce ancora!!!
Roma è sempre più intollerante. L'ultimo episodio di violenza, i questo caso razziale, si è registrato ieri. Un 20enne romano, Ivano Balzanella, è stato arrestato per minacce e lesioni aggravate dall'odio razziale e per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Balzanella e altri ragazzi hanno aggredito tre giovani bengalesi con minacce e botte. All'arrivo della Polizia i compagni del giovane sono riusciti a scappare, mentre Balzanella ha continuato ad aggredire i malcapitati, gridando da prima: “Andatevene via dalla zona o vi brucio”, e dopo ha estratto una bomboletta spray e, infiammando la vernice, ha tentato di bruciare la faccia a uno dei bengalesi.
Un episodio carico di odio razziale che farebbe pensare ad un atto intollerante di stampo fascista consumato in un anonimo quartiere periferico. Ma a rendere ancora più spaventoso l'accaduto sono i luoghi e i protagonisti insoliti. Il tutto si è consumato nel multietnico quartiere Esquilino, famoso in città proprio per ospitare principalmente immigrati extra europei. Ivano Balzanella non si è definito per nulla un militante di estrema destra, ma bensì un writer. Agli inquirenti, infatti, è noto per essere stato fermato mentre eseguiva dei pezzi sui treni della stazione Termini. Ad aggravare ancor più la vicenda sono le denunce precedenti di aggressioni del tutto simili a questa. Roma si veste sempre più di intolleranza.
Fonte
Gay.tv


Finchè la violenza non colpirà tutte le facsce della società la gente non si renderà conto di quanto sia diventata intollerante, razzista e violenta la capitale d'Italia. Finchè sono gli altri ad essere colpiti le persone non sentono loro il problema...
POLITICA
5 febbraio 2009
In Italia tornano le leggi raziali: Dai medici poliziotti ai barboni schedati ai permessi di soggiorno a pagamento e dulcis in fundo le RONDE PADANE...

 I medici potranno denunciare all'autorità giudiziarie gli immigrati clandestini. Le persone senza fissa dimora saranno schedate. La tassa per il permesso di soggiorno è fissata da 80 a 200 euro. Autorizzate inoltre le "ronde padane" ma non armate. Dopo che il governo ieri è stato battuto tre volte sulla stretta sui centri di permanenza e sui ricongiungimenti familiari, oggi il Senato è andato avanti rapidamente nelle votazioni degli ultimi dei 55 articoli e ha approvato il disegno di legge sulla sicurezza pubblica con 154 voti favorevoli, 114 contrari e nessun astenuto. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera.

Le prossime leggi saranno l'impiccagione degli omosessuali, la decapitazione delle persone diversamente abili, il rogo per tutti coloro che votano a SINISTRA, l'abolizione di tutti i partiti, tranne quello del pdl, la cancellazione dall'albo dei giornalisti, per tutti coloro che scrivono contro il Governo e chi più ne ha più ne metta. L'Italia del 2009 è più simile all'italia degli anni '40...

Dimenticavo... A breve Bossi e Berlusconi proporrano una bomba che possa cancellare dalla faccia della terra tutto il sud Italia. Da Roma in giù ci sarà il NULLA....
SOCIETA'
27 gennaio 2009
Se lo stupratore è rumeno allora la folla e i media gli si scagliano contro... se è italiano le reazioni sono molto più fiacche e meno violente

 Agghiacciante quello che è accaduto ai ragazzi a Guidonia, ma è altrettanto scandaloso che la gente e i media si accaniscono i modo così violento contro gli stupratori. La folla gridava "A morte, a morte" Ma siamo forse tornati nel medioevo???


Mi chiedo percHè quanto è accaduto a capodanno (31 dicembre 2008) non ha suscitato le stesse polemiche e le stesse reazioni violente e razziste? Forse perchè i ragazzi stupratori erano ITALIANI.
Anche il servizio del tg è palesemente meno violento, meno accattivante, addirittura ci si sofferma sulle buone qualità del ragazzo. Lo definiscono come un bravo ragazzo... bah
POLITICA
10 gennaio 2009
Roma:piazza bologna si tinge di nero...

 

Svastiche disegnate con vernice di spray nera sono state trovate questa mattina sulle saracinesche di molti negozi di via Catania, a due passi da piazza Bologna. Si cerca ora di risalire agli autori.
Dura la reazione del presidente della provincia di Roma, Zingaretti: "Non si può passare la vita a esprimere solidarietà alle vittime di queste provocazioni. Per questo lunedì chiederò al prefetto di inserire il tema delle provocazioni di stampo razzista e neofascista all'ordine del giorno del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, per cominciare a capire come e se è possibile individuare i responsabili di questa vergogna".



V E R G O G N A !!!
UN P A E S E  ALLO S B A N D O!!!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. SVASTICA ROMA FASCISMO ORRORE ZINGARETTI

permalink | inviato da neutronik80 il 10/1/2009 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
21 dicembre 2008
Le stronzate di Alemanno sono come la pioggia sulla Capitale: DEVASTANTI
 

"La prostituzione è il primo biglietto da visita di un visitatore che viene a Roma"
Evidentemente Alemanno visita le città in base alla facilità di trovere prostitute.

"La prostituzione in strada era un vero e proprio giardino zoologico di esseri umani"
Qui di zoologico c'è solo il suo cervello... che si deve essere estitno assieme ai dinosauri!

Povera Roma... poveri romani... la fine dei tric trac!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno tric trac roma

permalink | inviato da neutronik80 il 21/12/2008 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
12 dicembre 2008
Roma e come Venezia è Alemanno ha l'ardire di sputare veleno su Rutelli e Veltroni. MAIALE SCHIFOSO. PENSA A FARE IL SINDACO






La gente a Roma muore per la pioggia e l'unica cosa che l'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanno riesce a fare è criticare l'operato di Veltroni e Rutelli
 "Io avrei voluto evitare. Ma quando vedo Rutelli che inveisce contro di noi, uno deve pure fargli presente chi ha governato fino a sette mesi fa".
E, riferendosi agli ex sindaci di Roma, Walter Veltroni e Francesco Rutelli, Alemanno sottolinea che "nessuno dei due ha mai fatto un vero investimento sul sistema fognario, abbandonato a se stesso forse perche' lavorare sulle fogne non da' visibilita' immediata". In merito alle pulizie delle caditoie, il sindaco aggiunge che "e' uno dei motivi per il quale abbiamo revocato il maxi-appalto alla Romeo che avevamo ereditato: degli interventi programmati ne avevano realizzato circa il 2%".

Ma adesso c'è lui come sindaco? Giusto? E che fa? NULLA!!! Ammesso e non concesso che Rutelli e Veltroni habbiano danneggiato Roma, lui che fa? Aspetta che Roma si allaghi, che muoia una donna per ricordarsi che il sistema fognario di Roma ha dei problemi? Era necessario che si allagasse mezza città per cominciare  a parlare del problema? MA CHE ANDASSE, assieme alla sua famiglia, a pulire le fogne di Roma senza rompere le palle a nessuno. Che facesse il sindaco e cominciasse a lavorare anzicchè criticare persone che non ci sono più!!!
MAIALE SCHIFOSO!!!


PS
Guarda caso con Veltroni mai arrivati a questi eccessi!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rutelli Veltroni Alemanno allagamento fogne roma

permalink | inviato da neutronik80 il 12/12/2008 alle 11:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
25 novembre 2008
La Roma di Alemanno uccide ancora
Questa volta è toccato a un transessuale di origini sud americane. Ad ucciderlo una coltellata in pieno petto.
Durissima la reazione dell'arcigay «Un episodio terribile, che ferisce tutta la nostra comunità - sottolinea il presidente di Arcigay Roma, Fabrizio Marrazzo -. Ci auguriamo che gli inquirenti riescano a ricostruire quanto accaduto e a trovare l’assassino. Ma, soprattutto, ci preoccupa il clima di intolleranza verso le persone transgender, che nei mesi scorsi sono divenute spesso bersaglio, anche nella nostra città, dove la piaga degli omicidi delle persone gay e trans è allarmante».

 
POLITICA
22 novembre 2008
Con Alemanno sindaco Roma è sempre più razzista e pericolosa
Cinque ragazzi tra cui due minorenni sono stati arrestati dai carabinieri, che li hanno accusati di aver compiuto nel tempo diverse aggressioni a sfondo razziale nella zona periferica del Trullo a Roma.
Secondo quanto accertato dai carabinieri, la banda era composta da 10 giovani e oltre ai 5arrestati ci sono 4 denunciati ed un altro giovane sottoposto all'obbligo di firma.
PESTAGGI - La banda sarebbe responsabile di numerosi episodi di pestaggi aggressioni ed intimidazioni, tutti sfociati poi in rapine, a numerosi cittadini stranieri della zona del Trullo. Secondo l'accusa, la banda riusciva anche a ingenerare paura nelle vittime, a non denunciare quanto accaduto, per via della loro condizione precaria di soggiorno in Italia. Per questo motivo reiteravano i loro atti di prevaricazione e sopraffazione dando vita ai episodi di intolleranza razziale. Tutti sono stati accusati di rapina aggravata, lesioni, minacce con l'aggravante della discriminazione e dell'odio razziale.

Fonte
Corriere

Indicibile quanto l'ex picchiatore fascista Alemanno stia facendo alla capitale d'italia!!!
SOCIETA'
20 novembre 2008
In giro per Roma


Che pace....

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma

permalink | inviato da neutronik80 il 20/11/2008 alle 23:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SOCIETA'
15 ottobre 2008
A roma ci sono i controllori in metro! INUTILI
Hanno speso soldi per mettere i tornelli in tutte le fermate della metropolitana di Roma. Così facendo nessuno più può entrare in metro senza biglietto. Fin qui sono d'accordo. Mi rode, però, vedere che oltre i tornelli, ci sono anche una marea di controllori che verificano se i passeggeri sono provvisti o meno di biglietto. Soldi buttati!!!
Avendo fatto i lavori ed investito molto per mettere i tornelli che senso ha sprecare controllori che non hanno nessuna utilità? Non sarebbe più logico spostarli sugli autobus?
A questo punto, si evitavano le spese dei tornelli e si lasciavano i controllori.
Con questa logica del cazzo, mentre, le metro sono piene di controllori che non servono a niente, gli autobus sono, invece, pieni di gente che sale senza pagare il biglietto forti del fatto che il controllore li non ci sale!!!
Cosa di pazzi!!!
POLITICA
15 ottobre 2008
Ridicoli!!!!


Roma - Stazione Tiburtine, due militari e un carabiniere per effettuare controlli su un povero disgraziato che si era fermato al posto sbagliato...
Ma non sarebbe meglio usarli per scopi più utili?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. militari carabinieri roma

permalink | inviato da neutronik80 il 15/10/2008 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
3 ottobre 2008
Ancora razzismo nella Roma violenta di Alemanno
" Punire i colpevoli..." sempre le stesse parole escono dalla bocca del sindaco di destra amante delle molotov e della violenza Gianni Alemanno.
Ma oramai punire i colpevoli non basta più. Da quando si è insediato a Roma, La Capitale non è più la stessa. Fomentati dal suo passato violento e dalla sua ideologia politica delinquenti, razzisti e fascisti si sentono in dovere ed in "potere" di compiere qualsiasi azione criminosa, paghi del fatto che il sindaco fascista è molto morbido su questi argomenti.
Da quando Alemanno è sindaco non passa settimana in cui espisodi di razzismo, omofobia o xenofobia vengono alla luce.
L'ultima vittima di un processo sempre più violento e subdolo è un cinese di 36 anni, tale Tong Hongshen, che al quartiere di Tor Bella Monaca è stato colpito da 6 ragazzini, incastrati poi da un testimone oculare!
Tong Hongshen ha riportato fratture al naso e una ferita alla testa! Evidentemente si aspetta che scappi il morto prima di fare qualcosa che possa invertire rotta. Alemanno non è una persona degna di tale carica. Il suo operato sta mettendo a repentaglio la dignità e la sicurezza di tutti i cittadini romani.
POLITICA
9 settembre 2008
La Roma di Alemanno aggredisce una coppia omosessuale


 Non c'è nulla di cui meravigliarsi se ancora una volta una giovane coppia omosessualoe sia stata aggredita nella Capitale. "Federico e Cristian, entrambi di 28 anni, stavano dirigendosi verso i Fori Imperiali dopo una serata alla Gay Street. Erano mano nella mano e, per questo motivo, sono stati aggrediti da una decina di ragazzini che li hanno insultati pesantemente, colpendoli con sputi, pietre e bottiglie".

Ma come possiamo meravigliarci di cose del genere se l'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanni ha da poco affermato che il fascismo (ergo un regime dittatoriale) non era il male assoluto?
Si dovrebbe, quanto prima, destituire questo  ignobile fascista, razzista, omofobo, xenofobo sindaco dalla sua carica e spedirlo in un pianeta molto lontano dove le sue cazzate non le può sentire nessuno. Come unica accompagnatrice gli concederei l'ignobile maledetta Mara Carfagna, colpevole, come e quanto Alemanno, di cotanta violenza nei confronti degli omosessuali.
Due porci al macello!!!

Che porci!!! Mi fanno schifo

POLITICA
16 agosto 2008
Solo nella Roma di Alemanno le persone vengono scambiate per prostitute e arrestate!!!
 "...scambiata per prostituta, umiliata davanti ai passanti proprio nel centro della città, portata all'ufficio Immigrazione. E lasciata lì, tutta la notte, in una cella minuscola, sporca e maleodorante con prostitute vere, che le passano accanto e sbrigano le pratiche per il rilascio ben più velocemente di lei. Succede a Roma, la città che, su disposizione del governo, avrà il maggior numero di militari a presidiare strade, stazioni, ambasciate. La stessa dove i primi appuntamenti nell'agenda del sindaco sono le nuove ordinanze anti-rovistaggio, anti-accattonaggio Scambiata per prostituta, una notte in cella.

Le vittime sono due ragazze normalissime. Vestite come qualsiasi altra giovane romana. Jeans, T-shirt a girocollo, ballerine, 28 anni, occhiali a goccia, capelli legati e un filo di trucco. Solo che, nonostante l'inflessione romanesca, sono peruviane. Almeno di nascita: a Roma ci vivono da cinque anni. Sono diplomate in Italia e frequentano regolarmente l'università "La Sapienza". Si mantengono con qualche lavoretto, una fa la cameriera e l'altra la baby sitter. La domenica insegnano catechismo a Santa Maria degli Angeli.

Un racconto fatto di lacrime e paura, quello delle due protagoniste della storia, M. J. P. e Y. V. "Erano le 17 quando sono arrivata in via XX Settembre per aspettare che la mia amica uscisse dal lavoro. Dovevamo andare con amici a prendere l'aperitivo. Lei era in ritardo, così ho deciso di sedermi sui gradini di Santa Maria della Vittoria. Cinque minuti e una volante della polizia mi si avvicina. Gli agenti abbassano il finestrino e uno dei due mi chiede: "Ma che fai ti metti a lavorare proprio qui, davanti a una chiesa?". Io, incredula, rispondo: "Come?". Lui ripete lo stesso concetto. Rimango senza parole, non riesco a credere che si possano essere permessi di confondermi con una prostituta: sono una ragazza normale, vestita con gonna e camicia. Non riesco a reagire. L'unica cosa che faccio è chiamare la mia amica". Che racconta: "Sono scesa, ho trovato M. in lacrime. Mi sono avvicinata e gli agenti hanno ripetuto a me la stessa cosa, con lo stesso tono sprezzante: "Bella, diglielo pure alla tua amica, questa è una chiesa, non potete mettervi a lavorare qui". Vado su tutte le furie e loro, di tutta risposta, ci chiedono i documenti: io li avevo, la mia amica no perché aveva una borsetta da sera molto piccola. Intorno, la gente iniziava a innervosirsi per la reazione dei poliziotti. Tanto che, dopo qualche schermaglia, decidono di andare via".

Ma non finisce qui: alcune donne che hanno assistito alla scena convincono le studentesse ad andare a denunciare l'accaduto in questura. Hanno preso pure il numero di targa della volante. Le due ragazze decidono di seguire il consiglio e a piedi arrivano a via San Vitale, sede della questura di Roma.

"Entriamo in portineria e chiediamo di fare una denuncia: il poliziotto all'entrata è gentilissimo. Dopo un minuto, dall'ingresso entra lo stesso agente con cui avevamo litigato. "Ancora qui state? Adesso vi faccio passare la voglia". E mi prende per un braccio - racconta Y. V. - io mi divincolo e gli dico che lo denuncerò. L'agente per la prima volta abbandona il tono arrogante, si stizzisce e carica la mia amica in macchina. "Con te non posso ma con lei sì, è senza documenti".

E se ne vanno senza nemmeno dirmi dove la portano. I colleghi della questura, che hanno visto la scena senza battere ciglio, dopo la mia insistenza mi dicono la destinazione, l'ufficio immigrati di via Patini. Chiamo un amico, vado a casa di M. a prendere i documenti e li porto là. Arrivo alle 20 e consegno tutto. Chiedo quanto ci metteranno a rilasciarla: due ore circa. Decido di aspettare. Passano le ore e delle mia amica nemmeno l'ombra".

"Mi hanno tolto tutto quello che avevo - spiega l'amica - e mi hanno chiuso dentro una cella sporca di immondizia. Non riuscivo a smettere di piangere. Tutti gli altri stranieri che stavano lì uscivano prima di me, ladre, prostitute, pusher, abusivi. La notte è passata così, tra lacrime e preghiere. Sono uscita solo alle 10.30 del mattino". Versione confermata anche da un amico italiano, C. B., che ha accompagnato Y. a prendere i documenti a casa della ragazza e poi a via Patini. "Siamo stati lì davanti fino alle 3 del mattino, poi siamo tornati più tardi. E, infine, alle 10.30 sono stato io a prendere M. quando, sconvolta, è stata rilasciata e l'ho accompagnata a casa in motorino".

E ancora ieri, una volta fuori, le ragazze non riescono a dimenticare. "Roma è diventata invivibile per gli stranieri: siamo regolari, parliamo romano, abbiamo amici italiani eppure veniamo trattate così. Siamo qui da tanti anni, continuiamo ad amare questa città, ma facciamo fatica a viverci". Forse tutto questo andrebbe denunciato. "Volevamo farlo ieri, ma poi è andata come è andata. Ora abbiamo paura, chi ci torna in questura?".

POLITICA
29 luglio 2008
Quando Berlusconi Violò i diritti umani

 "Le misure attuate in Italia non tengono conto dei diritti umani e dei principi umanitari e potrebbero fomentare altri episodi xenofobi". 
Questo è quanto espresso da Thomas Hammarberg, commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, in occasione della diffusione del suo rapporto sulla visita compiuta in Italia il 19 e 20 giugno scorsi per discutere della nuova politica italiana in materia di immigrazione e della situazione dei nomadi. 

 Il commissario Ue ha denunciato come durante gli episodi di violenza "non vi sia stata una effettiva protezione da parte delle forze dell'ordine che a loro volta hanno condotto raid violenti contro gli insediamenti di questi gruppi". 



I diritti umani sono i diritti di ogni essere umano.
Sono i diritti fondamentali, universali, inviolabili e indisponibili di ogni persona.
I diritti umani sono fondamentali in quanto corrispondono ai bisogni vitali, spirituali e materiali della persona. Sono i diritti della persona alle libertà fondamentali civili, politiche, sociali, economiche, culturali.
I diritti umani sono universali in quanto appartengono ad ogni essere umano per il solo fatto di essere tale, senza distinzione di razza, di colore di pelle, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
I diritti umani sono inviolabili in quanto sono i diritti di cui nessun essere umano può essere privato.
I diritti umani sono indisponibili in quanto sono i diritti a cui nessuno può rinunciare, neppure volontariamente.
La storia dei diritti umani è la storia delle lotte dell’umanità per la libertà ed è ancora oggi in atto

 eccoli:

Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2
1) Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.

2) Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico internazionale del paese o del territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità.

Articolo 3
Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

Articolo 4
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Articolo 5
Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura o a trattamento o a punizioni crudeli, inumane o degradanti.

Articolo 6
Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

Articolo 7
Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad una eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto ad una eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8
Ogni individuo ha diritto ad un'effettiva possibilità di ricorso a competenti tribunali nazionali contro atti che violino i diritti fondamentali a lui riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

Articolo 9
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato.

Articolo 10
Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena uguaglianza, ad una equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri nonché della fondatezza di ogni accusa penale gli venga rivolta.

Articolo 11
1) Ogni individuo accusato di un reato è presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata legalmente in un pubblico processo nel quale egli abbia avuto tutte le garanzie necessarie per la sua difesa.

2) Nessun individuo sarà condannato per un comportamento commissivo od omissivo che, al momento in cui sia stato perpetuato, non costituisse reato secondo il diritto interno o secondo il diritto internazionale. Non potrà deI pari essere inflitta alcuna pena superiore a quella applicabile al momento in cui il reato sia stato commesso.

Articolo 12
Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, né a lesioni del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.

Articolo 13
1) Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.

2) Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio paese.

Articolo 14
1 ) Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.

2) Questo diritto non potrà essere invocato qualora l'individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni Unite.

Articolo 15
1) Ogni individuo ha diritto ad una cittadinanza. 2) Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua cittadinanza, né del diritto di mutare cittadinanza.

Articolo 16
1) Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento.

2) Il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi.

3) La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato.

Articolo 17
1) Ogni individuo ha il diritto ad avere una proprietà sua personale o in comune con altri.

2) Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua proprietà.

Articolo 18
Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti.

Articolo 19
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Articolo 20
Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.

2) Nessuno può essere costretto a far parte di un'associazione.

Articolo 21
1) Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.

2) Ogni individuo ha diritto di accedere in condizioni di eguaglianza ai pubblici impieghi del proprio paese.

3) La volontà popolare è il fondamento dell'autorità del governo; tale volontà deve sere espressa attraverso periodiche e veritiere elezioni, effettuate a suffragio universale eguale, ed a voto segreto, o secondo una procedura equivalente di libera votazione.

Articolo 22
Ogni individuo, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale, nonché alla realizzazione, attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l'organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici sociali e culturali indispensabili alla sua dignità ed al libero sviluppo della sua personalità.

Articolo 23
1) Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell'impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.

2) Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.

3) Ogni individuo che lavora ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.

4) Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

Articolo 24
Ogni individuo ha diritto al riposo ed allo svago, comprendendo in ciò una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite.

Articolo 25
1) Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione al vestiario, all'abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà.

2) La maternità e l'infanzia hanno diritto a speciali cure ed assistenza. Tutti i bambini nati nel matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale.

Articolo 26
1 ) Ogni individuo ha diritto all'istruzione. L'istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L'istruzione elementare deve essere obbligatoria. L'istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l'istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.

2) L'istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l'opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.

3) I genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli.

Articolo 27
1) Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.

2) Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.

Articolo 28
Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libertà enunciati in questa Dichiarazione possano essere pienamente realizzati.

Articolo 29
1 ) Ogni individuo ha dei doveri verso la comunità, nella quale soltanto è possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalità.

2) Nell'esercizio dei suoi diritti e delle sue libertà, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurare il riconoscimento e rispetto dei diritti e delle libertà degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell'ordine pubblico e del benessere generale in una società democratica.

3) Questi diritti e queste libertà non possono in nessun caso essere esercitati in contrasto con i fini e i principi delle Nazioni Unite.

Articolo 30
Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare un'attività o di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuni dei diritti e delle libertà in essa enunciati.


Vai qui




POLITICA
26 luglio 2008
Aggrediti all'uscita del Gay village
 L’auto si è fermata all’improvviso, provocando un forte stridore di gomme. Erano le cinque del mattino, all’Eur, all’uscita del Gay Village: sei ragazzi appena usciti stavano cercando una fontana per rinfrescarsi. Dall’auto, una Fiat 600 blu con a bordo quattro persone, ne scendono due, di corsa. Una questione di secondi. E arrivano le botte. «Io sono stato strattonato violentemente - racconta Salvatore, 23 anni - e mi è rimasto un occhio livido per i pugni». È andata peggio a Federico, 19 anni, «a cui hanno tirato un pugno nello stomaco, prima di filare via e sparire, insultandoci». Federico è caduto a terra, riverso, battendo il fianco: non ha avuto il coraggio di denunciare l’accaduto perché non ha mai dichiarato la sua omosessualità e quindi teme di esporsi. «Secondo me non c’è un aumento di questi fatti, che putroppo ci sono sempre stati: c’è un aumento delle denunce », spiega a Metro Franco Grillini, presidente onorario dell’Arcigay. In particolare, secondo Grillini, nella capitale sono in crescita «le aggressioni agli omosessuali da parte di gruppi politici. E questo è allarmante ».


Questo accade nella Roma di Alemanno, nella Roma dove è stato negato il patrocinio al gaypride. Questa è l'Italia di Mara Carfagna. La donna più indecente fatta ministro. La donna che, nonostante tutto, continua a non fare una legge che possa tutelare gay, lesbiche, transessuali e bisessuali. Le uniche parole che riescono ad uscire dalla sua lurida bocca sono: "Da ministro per le Pari Opportunità non posso quindi che esprimerle tutta la mia solidarietà, con la speranza che le Forze dell’Ordine individuino al più presto gli autori di un gesto tanto odioso quanto incivile."
MA VAI A FAR VEDERE LA FESSA DA MAGALLI CHE FAI PIU' BELLA FIGURA!

Ricordo che, solo qualche giorno fa, una ragazza di 20 anni era stata aggredita al Coming Out, storico locale LGBT della Capitale.
Evviva Alemanno Sindaco!!!
Evviva Mara Carfagna ministro per le pari opportunità.
POLITICA
12 luglio 2008
Roma Assassinata, Alemanno indiziato n° 1

Dopo essere riuscito ad aumentare sia il tasso di inquinamento, sia il caos nella capitale
grazie alla "rimozione" dei parcheggi a pagamento e all'abbassamento dell'orario della ZTL (prima era dalle 21 alle 3.00, ora dalle 23 alle 3.00) adesso Alemanno tenta anche di smorzare ogni sorta di "allegria" al cittadino e al turista romano poiché, nelle aree di pregio della Capitale, è vietato emettere grida, schiamazzi e canti e per giunta bivaccare. Vi rendete conto? Se Alemanno mi trova in una via del centro storico con in mano un panino mi fa una multa di ben 50 €. Stessa sorte faccio se il caro lanciatore di molotov mi becca mentre allegramente canticchio la mia canzone preferita.




Tremate, tremate il nazista è tornato!!! Tempo NERI ci aspettano...

POLITICA
11 luglio 2008
Il miracolo di Alemanno
 


Alemanno è riuscito dove gli altri hanno fallito.
L'ex lanciatore di molotov è stato capace di trasformare le strade della capitale in una sorta di Far West moderno. Strisce blu eliminate (per far un dispetto a Rutelli), parcheggi selvaggi, macchine in doppia, terza e quarta fila, gente che gira e rigira in cerca di un posto che mai si trova. Questa è la conseguenza per aver tolto da Roma le strisce blu. Ora tutti escono con la macchina tanto i parcheggi son gratis. il problema è che i parcheggi sono presi d'assalto come i venditore di acqua nel deserto. Si è costretti buttare sangue per poter trovare un posto libero e quando non lo si trova, per necessitò, si parcheggia in doppia fila. Ma questo è nulla, bisogna considerare anche il traffico e l'inquinamento maggiorato. Bravo Alemanno. Ottimo lavoro.
POLITICA
2 luglio 2008
Il garante di Alemanno è pedofilo!!

Ruggero Conti, 55 anni, il parroco della chiesa della Natività di Santa Maria Santissima di via di Selva Candida, nella periferia di Roma, a due passi dal Centro di prima accoglienza minorile di Casal di Marmo SI SCOPAVA I BAMBINI
Un prete molto noto nella capitale tanto che il sindaco di Roma Gianni Alemanno lo aveva scelto in campagna elettorale, insieme ad altri otto esperti quale garante per le politiche della periferia e della famiglia.


"è stato un grosso dolore.Chiedo agli inquirenti di fare tutta la chiarezza possibile e non fare sconti a nessuno perché quando si parla di pedofilia bisogna essere estremamente rigorosi e netti", ha sottolineato Alemanno, aggiungendo che "questo è fenomeno che va combattuto in tutti i modi". Questo il commento dell'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanno.
E' molto interessante notare la superficialità con cui il nazista, razzista, e omofobo Alemanno sceglie i suoi collaboratori.
E' comico pensare che questo schifoso era stato scelto dal sindaco più nero che ci sia come GARANTE PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA.
In sintesi, Alemanno sceglie un pedofilo come garante per le politiche della famiglia....


vita familiare
23 giugno 2008
Folle e pazza consegna curriculum:reportage fotografico PARTE 3°
Deluso da un servizio pubblico così scadente e mediocre decido quindi, di proseguire a piedi verso casa.

Ma non ho fatto i conti con il torrido caldo che ad ogni passo mi indebolisce senmpre di più. Ciò che rende la mia passeggiata più gradevole è la possibilità di potersi trovare facccia a faccia con monumeti e costruzioni che hanno fatto la storia della Roma antica e meno antica

Questo è il teatro di Marcello, da non confondere con il Colosseo. (effettivamente sono similissimi)
Ma la bellezza dei monumenti non fa dimenticare ai numerosi turisti il torrido caldo

Effettivamente fa caldissimi. Il rumore dell'acqua è invitante, gli schizzi di acqua gelida che ti colpiscono violentemente il volto ti invitano a tuffarti, ma io non so se avrei mai avuto il coraggio di fare l'Anita Ekberg del 2000.

Effettivamente l'acqua meritava

Non dà proprio l'idea di essere acqua vecchia, ricilata ed inquinata! Dopo essermi riposato un pò a bordo fontana proseguo nella mia scellerata camminata. In tanto il caldo era sempre più forte.

Altro monumento altra sosta. Questa volta sono a Piazza Venezia. Questo che vediamo è il tanto criticato Altare della Partia. A molti romani non piace. A me piace!
Ma cosa scorgono i miei occhi in lontanaza? il COLOSSEO?

Nonostante Via dei Fori Imperiali sia STUPENDA e suggestiva la mia stanchezza non fa altro che farmi pensare di essere molto vicino alla metro Colosseo. Il mio viaggio sotto il sole cocente sta quasi per terminare. Infatti dopo pochi minuti eccomi arrivato alla metro.

Devo solo attendere che passi la metropolitana...

Che bello. 5 fermate seduto a riposarmi...
La mia avventura finisce qui, consapevole del fatto che dovrò ritornare e rifare la stessa trafila.
Che stress...






vita familiare
23 giugno 2008
Folle e pazza consegna curriculum:reportage fotografico PARTE 2°
Dopo quel cartello così particolare mi imbatto in una stradina molto deliziosa

La percorro e mi ritrovo di fornte ad una scalinata ripidissima. Senza esitare due volte mi ci fiondo

la percorro tutta. e arrivo nientepopodimeno che:

La sera c'è una vivissima attività "notturna", di giorno, invece, è frequentato da turisti, e da chi ha gli ormoni in subbuglio anche in pieno sole. Ma questa seconda categoria di pesone è davvero minima. Io ne avrò visti 4 o 5 e per giunta tutti overo 40. Senza scoraggirmi proseguo

e dopo aver fatto una rampa di scale posso finalmente riposarmi e rifocillarmi un pò godendo di questa bella veduta e di questo delicato fresco.

Ma le cose belle durano poco. Dopo essermi riposato arrivano SCALE

SU SCALE

e ancora SCALE

Alla fine riesco ad uscire da questo labirinto di siepi, scale e sampietrini. Stanco e accaldatissimo decido di prendere l'autobus fino a Termini. Inutile dirlo. L'autobus si fa attendere troppo, così decido di incamminarmi a piedi.


sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE