.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
vita familiare
14 marzo 2009
Ieri la pizzeria Napoletano's mi ha APPICCIATO la pizza



Ieri sera io e l'amore mio avevamo deciso di trascorrere un'allegra serata all'insegna della pizza napoletana con i miei amici V&E. Proponiamo loro di andare a cenare da Napoletano's, pizzeria che si trova a Roma in via Regina Margherita. Oramai è un pò che frequentiamo questo locale. Ce lo fece consocere la nostra ex ombra, all'epoca ancora ombra! Da allora non l'abbiamo più abbandonato!!! Ma ieri qualcosa è cambiato, qualcosa di strano deve essere successo. Il pizzaiolo era sotto l'effetto di alcol e stupeafcenti perchè mi ha letteralmente bruciato la pizza. Ma non solo a me. La mia amica V. aveva chiesto una pizza con melanzane e pomodori. I pomodori c'erano, ma le melanzane sembravano tocchetti di legno carbonizzato!!! La serata è trascorsa ugualmente bene, ma alla fine ho deciso di lamentarmi con il cameriere.
"Scusi, lo so che la colpa non è la sua, ma come potrà notare le pizze sono tutte bruciate"
"Mi spiace" dice lui. "Ma sono solo 4 giorni che lavoro qui!!!"
"Ma infatti non è colpa sua. Ci mancherebbe" Dico io, mosso a compassione.
"Mi scuso. Lo andrò a dire al pizzaiolo". Si allontana.
"Bene". Dico io. "Magari ci faranno uno sconticino per il danno arrecatoci"
La cena contiinua serenamente tra una chiacchiera e l'altra. Ordiniamo 4 caffè e chiediamo il conto.
66 €
A quanto pare, non solo il pizzaiolo non è stato avvisato, ma non ci hanno fatto neanche un pò di sconto.
Lasciamo comunque 4€ di mancia.


VOTO SERATA 8
VOTO PIZZA 1

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pizza regina amore mio napoletano's v&v

permalink | inviato da neutronik80 il 14/3/2009 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
vita familiare
6 ottobre 2008
Come si passa la domenica nella checcasa
La domenica nella checcasa si passa esattamente allo stesso modo come in tutte le altre case del mondo. Ci si alza un pò più tardi del solito, si fa colazione, si perde tempo, parecchio tempo, si chiacchiera con i coinquilini, si gioca alla playstation, si controlla la posta elettronica e nel caso mio ci si prova la febbre!!! Ieri sono stato tutto il giorno con una temperatura corporea che non riusciva a superare i 36... Alemeno ero guarito.
A metà mattinata viene un amico di B. Questo amico si chiama G. è molto simpatico, anche molto alto. Ci farà vedere alcuni video, presi da internet, davvero molto interessanti. Pranziamo io, l'amore mio, B e G. Dopo pranzo io e L'amore mio ce ne andiamo in camera nostra a giocare alla play station... precisamente giochiamo ad Alone in the dark. Grazie ad un suggerimento di G superiamo un pezzo abbastanza complicato.
Verso le 16 arrivano D e G, due ragazze amiche di B. Entrambe molto simpatiche. Con loro guarderemo dei viedo su youtube. Tra i tanti guarderemo anche uno scherzo fatto ad una cartomante molto sensibile...

Più tardi ancora arrivano altre due persone. E & V, due amici miei e dell'amore mio. In tutto siamo 8. Decidiamo allora di giocare al gioco da tavola che si chiama 27. Davvero molto divertente. Ho vinto io, se mi ricordo bene.
Siamo arrivati alle 20.00
Gli amici di B sono andati via. Siamo rimasti solo io, l'amore mio, B, E&V. Decidiamo di cenare un una pizza e dopo di giocare tutti assieme al Paroliere. Vincerà l'amore mio.
Verso mezzanotte gli ospiti si congedano. Noi tre ci facciamo un infuso rilassante e ci buttiamo sotto le coperte paghi della bella giornata!

Peccato, causa febbre, non aver potuto partecipare al pranzo che il nostro amico V. ha fatto a casa sua!! Sigh sigh.
vita familiare
25 agosto 2008
Trasloco da fare,Attacchi di panico da evitare, valigie da preparare, treni e aerei da prendere....


Mai periodo più incasinato come questo. Mai periodo con sbalzi di umore così acuti. Mai periodo così strano. Se non mi uccide sicuramente mi fortificherà. A breve cambierò casa e questo mi riempie di gioia (ma questa è un'altra storia e ve la racconterò... prima o poi). Domani parto per la Francia e sono felicissimo, ma d'altro canto non sono dell'uomore giusto e questo mi spaventa. Ho pura non solo di rovinarmi il viaggio, ma anche di rovinarlo all'amore mio. Ma dentro di me so che una volta arrivati a destinazione mi divertirò da matti e lascerò tutte queste brutte sensazioni, paure, angoscie a casa...
3 Giorni all'Eurodisney più un soggiorno a Marsiglia sicuramente mi rimetteranno in sesto...
A queste mie ansie e angoscie aggiungiamo anche lo stress del trasloco. sì, perchè entro e non oltre il 15 settembre io e l'amore mio cambieremo casa. Già da adesso, però, stiamo procedendo ad un lento e noiosissimo trasloco. Visto che andremo a vivere a casa con un nostro amico ogni giorno stiamo portando un pò di cose. Ora la libreria, poi uno scatolone pieno di vestiti, poi uno pieno di dvd (io ne ho una marea... forse troppi). Nel frattempo la nostra attuale casa si svuota e ogni ricordo, pensiero viene travolto via da una marea di cose da fare, oggetti da imballare, cose da prendere e portare. Ma devo fare anche la valigia per il viaggio. Cosa metto? So che a Parigi c'è un clima e a Marsiglia un altro. Farà caldo o freddo? Per esperienza personale so che la Francia è abbastnza più fredda dell'Italia. Ma siamo comunque ancora in estate. Che devo fa? la pelliccia (ecologica) la devo portare o no? E poi c'è il problema aereo. Anche se in vita mia ho viaggiato molto e mi son fatto pure più di 13 ore di aereo devo dire che la cosa non mi rallegra affatto. Anzi. Dovrò prendere l'aereo da Parigi a Marsiglia (cosa da poco rispetto alle 13 ore di Roma/Mauritius) ma mi scoccio. E a Parigi come arrivo? Con il treno. Parto domani sera e arrivo domani mattina. Che cosa romantica... Meno male che non è l'Orient Express altrimenti sono certo che ci scpperebbe il morto (vedi Agatha Christie)...
E adesso a meno di 24 ore dalla partenza ho un pò di ansia... che noia, che stress!!!! Dovrei esser  felice come una pasqua ed invece la mia "testa" mi gioca questi brutti scherzi!!! Ma psserà, farò in modo di combatterla questa situazione di MERDA!!! A dire la verità per distrarmi un pò a breve (se l'amore mio smettesse di stare a telefono) dovremo andare a mangiare la pizza e poi al cinema....

 

 Volevo mettere questa foto. Ma alla fine ho optato per quella che avete visto. Quella ad inizio post. Quella dell'Eurodisney. Voglio cominciare ad essere più positivo. Eppure se pur con una semplice foto, voglio farlo da adesso. Probabilmente questa foto rispecchia più il mio stato attuale, ma che cazzo devo partire per andare a divertirmi e voglio cercare di essere il più felice e sereno possibile. E quindi quale foto migliore se non il palazzo incantato dell'Eurodisney? Quale asupicio migliore?  BASTA con questa tristezza e depressione. La vita va affrontata da "combattente" e io cerco di adeguarmi e di combattere affinchè questo mio malessere possa essere distrutto, ucciso e schiacciato. E poi come si dice... chi ben comincia e a metà dell'opera! Adesso vi lascio. Ci vediamo a fine vacanza con tante belle foto e con un resoconto dettagliato di quello che ho fatto e visto.

Ciaoooooooooooooooooo!!!!

vita familiare
17 luglio 2008
Guai al ristorante Rossopomodoro situato al centro commerciale Euroma2

Se non era chiaro dal post precedente, questa mattina io e l'amore mio ci siamo diretti al centro commerciale Euroma2 poichè dovevo comperare alcune coseda Trony, che però non ho trovato. Dopo aver girovagato a vuoto da Trony, decidiamo di andare a pranzare da Rossopomodo, la pizzeria napoletana situata nel centro commerciale. Purtroppo la sala è piena e bisogna aspettare un pò prima di poter prendere possesso del tavolo. Passano poco meno di 5 minuti quando il direttore di sala ci fa cenno (cenno... si fa per dire. Urla a squarciagola il nostro nome) che ci possiamo accomodare.
Appena seduti ci rendiamo conto che abbiamo il tavolo numero 17. Facciamo finta di nulla, anche se comincio seriamente a preoccuparmi. Chiacchieriamo un pò prima di dare uno sguardo ai menù. Vediamo un pò cosa offre la casa.
Effettivamente ci sono tante belle cose che possiamo ordinare. Diamo uno sguardo ai prezzi e decidiamo che sono abbordabili. Tutto sui 7 € circa. All'inizio siamo indecisi se prendere la pizza o un primo piatto. Alla fine io opto per la pizza e l'amore mio per un primo piatto. Chiamiamo un cameriere per ordinare. Ci dice che arriva subito, ma invece va a servire una coppia di anziani arrivati dopo di noi... Aspettiamo ancora, ma il cameriere non arriva. Richiediamo, così, per la seconda volta, la possibilità di poter ordinare. Questa volta va a buon fine. Dopo qualche minuto arriva il capo cameriere che con carta e penna annota le nostre "comande".
Circa 10 minuti dopo arriva la mia pizza. Bella calda e fumante. Dico all'amore mio che voglio aspettarlo così da mangiare assieme. Ingenuamnete ero convinto che i suoi gnocchi sarebbero arrivati a momenti. Mi sbagliavo...
Aspetto, bevo dell'acqua, faccio qualche foto, noto che il posto è molto carino, chiacchiero con l'amore mio, ma dei suoi gnochci neanche l'ombra. Decido di cominciare a mangiare. Offro qualche pezzetto di pizza anche  a lui. Durante l'attesa ci accorgiamo che i nostri vicini di tavolo sono anche loro gay.
Io ero quasi a metà della mia pizza quando un cameriere arriva e ci chiede "lo gnocco è già arrivaato?"
"No" gli rispondo seccato. Anche perchè se fosse arrivato l'avrebbe visto. Questo lo penso ma non lo dico. Nel frattempo io ho quasi finito di mangiare la mia pizza e "lo gnocco" ancor anon arriva. Visto che non vogliamo fare storie (sbagliando) decidiamo di attendere tranquillamente senza fare discussioni con il personale. Quando nel piatto mi è rimasto l'ultimo boccone ecco arrivare il cameriere con il famoso gnocco. "scusi per il ritardo" e il cameriere si congeda.
L'amore mio, affamato, mangia voracemetne, facendomi assaggiare qualche gnocchetto. Buono ma niente di particolare, come la pizza del resto. Quando l'amore mio finosce di mangiare arriva il cameriere che ci chiede se gradiamo dell'altro.
"due caffè" risponde l'amore mio. Io tremo dalla paura. Non oso immaginare quanto tempo ci vorrà... E siccome sono "Cassandra profetrice di sventure" dopo circa 10 minuti di attesa arriva il cameriere e ci chiede "i caffè sono arrivati?"
il solito "no" secco gli rispondo e ripenso la stessa cosa di prima. Se fossero arrivati li avrebbe visti. Per fortuna  qualche minuto dopo arrivano i caffè. Fanno così schifo che lo bevo tutto di un sorso e chiedo sedutastante il "conto"
Aspettiamo un pò... per ben due volte dobbiamo chiedere se ce lo portano. Una volta arrivato decido di andare a pagare alla cassa senza dover aspettare che qualcuno si degni di venire al tavolo. Arrivato alla cassa il cassiere mi dice che per pagare c'è bisongo del cameriere che ci ha serviti...
Con i nervi a fior di pelle mi diriggo verso il mio tavolo, il numero 17, ma cammin facendo un dolce e gentilissimo cameriere mi vede (gli devo aver fatto pena) e mi chiede "vuole pagare?"
"magari" gli rispondo io speranzoso...
Finisce così la nostra epopea al ristorante ROSSOPOMODORO!!!!

MAI PIU'!!!

vita familiare
3 giugno 2008
Reportage fotografico del mio "viaggio"
 
Giovedì 29 Maggio
Come prima cosa ci tengo a dire che ho fatto, stoicamente, Roma - Napoli non in macchina, ma in treno. Per risparmiare ho scelto di prendere il famigerato regionale, quel treno dove passa, solo ed esclusivamente quando non ne hai bisogno, il venditore ambulante di "panini, acqua, coca-cola, birra, chi magia chi beve?!? Quando, invece, hai la gola secca, sudi sangue per il caldo ed hai talmente fame che mangeresti il tuo vicino al massimo e se sei fortunato passa il ragazzo che ti vende accendini, mollette o calzini.
Nel caso mio, non è passato proprio nessuno. Neanche il controllore! E bene ha fatto il controllore a non passare perchè il maledetto treno non so per quale arcano motivo è stato fermo alla stazione di SESSA AURUNCA per ben 20 minuti! E se il controllore fosse passato? Meglio
per lui che ha preferito fare altro.

Dopo questa attesa estenuante quanto noiosissima, finalmente dopo 4 ore di viaggio arrivo alla stazione di Napoli Centrale. Da li, prendo  la metropolitana al volo (letteralmente al volo) e mi diriggo verso Napoli Mergellina, dove c'è la mia mammina ad attendermi.
La serata la passo tranquillamente con mamma. Chiacchieriamo e chiacchieriamo fino a notte fonda. Tra una chiacchiera e l'altra ci vediamo in divx il film "Il triangolo del mistero" un discreto thriller interpretato da Luke Perry
Venerdì 30 Maggio
Viaggio per le vie di napoli...
 Questo è quanto vedo io da casa mia. Questo è per ricordare che Napoli non è solo MUNNEZZA, non è solo DELINQUENZA, non è solo CAMORRA, non è solo la terra dei FURBI, ma anche la terra del sole, del mare e della gente.
Quella stessa gente che, ingenuamente, accoglie Silvio Berlusconi convinta che possa fare il MIRACOLO. Nel frattempo questo miracolo Silvio se lo fa nell'hotel Vesuvio, hotel da mille e una notte, che paghiamo NOI!!!!!
Ecco come Napoli accoglie Silbio Berlusconi:




Manco stesse arrivando Valeria Marini e la sua cellulite.
Dopo aver visto questo schifo (schifo perchè questi soldati, militari, carabinieri potevano tranquillamente essere pagati per sorvegliare la città e non per fare la "parata")
ho continuato il mio giro assaporando un pò di napoletanità tipica del centro storico


Questo è il famosissimo MONASTERO DI SANTA CHIARA!

Dopo questo giretto per le vie storiche della città, ho deciso di trascorrere qualche tempo a fare shopping in Via Chiaia, la via dello shopping.


Dopo ho optato per andarmi a mangiare una bella pizza da "Pasqualino". Prezzo basso e altissima qualità! Consigliatissimo.


Sabato 31 Maggio

Visto che a Roma non mi è andata bene con il mare, ho tentato, imperterrito, con Napoli. Ma nulla di fatto. O Napoli o Roma, la questione non cambia. Sembre brutto tempo è!


Dopo questo bagno di sole me ne sono tornato a casa.
La sera mamma ha organizzato un bel torneo di Burraco al quale ho partecipato anche io.
 In totale eravamo 8 persone. Io sono arrivato 4° e mamma 2°. Come si dice: "fortunato in amor non giochi a carte". Infatti come volevasi dimostrare io non rientro tra i vincitori, mentre mamma sì.

Domenica 1 Giugno


Smetto di fumare

Lunedì 2 Giugno

Primo giorno di astineza. 24 h senza accendere una sigaretta. Nonostante in casa mia erano presenti mamma (anche lei in fase di astinenza) mia zia P e mio zio R, fumatori accaniti, ho resistito.

Martedì 3 Giugno


Torno a Roma e questa volta opto per l'EUROSTAR. Che bello. Aria condizionata, carrozza ristorante, controllora carina e simpatica, comandate che annuncia le stazioni e... e BEN 40 MINUTI DI RITARDO PER CAUSE NON DA DESTINARE A TRENITALIA (che possa fallire più e peggio dell'Alitalia) questo cosa significa? Che non è possibile neanche chiedere il rimborso.

CULTURA
15 marzo 2008
Io e l'amore mio in giro per Roma: Reportage fotografico
Oggi pomeriggio io e l'amore mio abbiamo deciso di farci un giro e di andare alla storica libreria Babele. Libreria LGBT che si trova in Via dei Banchi Vecchi a Roma.
Ci vestiamo di fretta e furia e ci dirigiamo alla stazione Tiburtina per prendere il 492. E' stata un'attesa lunga e strenuante. il 492 ha saltato ben 4 corse e la cosa che più mi ha dato ai nervi e vedere gli autisti che chiacchieravano e scherzavano tra di loro senza neanche pensare che le persone aspettavano come dei cretini l'autobus.

Per essere chiari noi siamo arrivati allo stazionamento alle 16.52. Il primo 492 sarebbe dovuto partire alle 16.55...
sta di fatto che alle 17.10 eravamo ancora in stazione ad aspettare l'autobus... 
Da notare l'ora sull'orologio della stazione Tiburtina. Dopo tutto questo ritardo mi sono innervosito e ho chiesto ad alcuni autisti a che ora sarebbe passato l'autobus. Questi in modo abbastaza scorbutico mi hanno detto "fra poco passerà".  Infatti è passato alle 17 e 19 circa...

Saliti a bordo mi rifiuto di timbrare il biglietto. Dopo aver aspettato una marea di tempo ci manca solo che regalo a questi nullafacenti pure l'euro del biglietto. Comunque dopo ben 45 minuti di tragitto arriviamo a destinazione. Scendiamo e subito ci precipitiamo a prendere un bel caffè. Ci sta tutto. Dopo riempio i miei polmoni con una marlboro medium... tutta salute. Mi sento meglio.
Ci incamminiamo per Via Dei Banchi Vecchi alla ricerca della Libreria Babele... Eccola. Piccolina ma molto suggestiva. E' una tappa d'obbligo
per tutti coloro che amano i libri e poi i due proprietari sono di una simpatia unica. Puoi rimanere anche delle ore a sfogliare i libri o a vedere tra i tanti gadget che offe, loro (i proprietari) non ti faranno mai pressioni affinchè tu compra. Al massimo possono darti qualche suggerimento o aiutarti a scegliere un libro che meglio soddisfi le tue esigenze. Oggi, 15 Marzo, era presente lo scrittore Elio Bongiorno che promuoveva il suo libro "Una vita non basta". Noi manco lo sapevamo che la libreria Babele aveva organizzato quest'evento culturale con questo famoso scrittore.(Famoso?? Ma chi è?) Comunque, mentre giravo tra gli scaffali della biblioteca una signora, a dir la verità una trans, mi dice "ciao, questo è  Elio, l'autore del libro" e me lo indica. Io un pò spaesato lo guardo e gli dico CIAO!!! Lui ricambia e mi offre un bel bicchiere di Champagne. Lo offre anche all'amore mio, che però da a me. Benissimo!!! Dopo essermi quasi ubriacato in libreria decidiamo di andarcene. La solita domanda. Che facciamo? Dove andiamo? Alla fine decidiamo di camminare un po' qua e un po' la. Chiacchieriamo, scherziamo, ci diamo la mano e soprattutto mi tengo in equilibrio sopra i maledettissimi sanpietrini di Roma. Sono pericolosi, specialmente per chi ha abbena bevuto un pò di champagne di troppo. Camminando camminando  incappiamo nel PALAZZO DEI PUPAZZI, edificio del XVI secolo. Bellissimo. Lo ammiriamo, lo fotografiamo e poi andiamo avanti, proseguiamo nella nostra passeggiata romantica.Ci siamo quasi. Piazza Campo Dei Fiori è vicina... ancora qualche passo e finalmente arriviamo in una della piazze più belle di Roma.In piazza oltre i famosissimi fiori c'è anche un simpaticissimo gruppo di ragazzi che suonano e cantano rallegrando il folto pubblico di turistiSono davvero caratteristici. Si respira davvero un'aria molto interessante qui a Piazza Campo dei Fiori.
Dopo ci rechiamo alla libreria Feltrinelli dove io compro un libro a 17 €. Dopo una fila mostruosa e una cassiera lentissima ho finalmente il mio bel libro tra le mani. Non vedo l'ora di leggero. E' un giallo.
Ma si è fatto tardi e i nostri stomaci brontolano così in via Florida, alla pizzeria Florida decidiamo di prenderci della pizza al taglio che ci mangiamo seduti a terra. Che bello.
Saziati a sufficienza decidiamo di ritornare a casa. Ci facciamo ancora quattro passi, poi prendiamo ben 4 autobus ed eccoci a casa. Soddisfatti e più innamorati che mai. w l'amore di serie B
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE