.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
23 giugno 2009
La stronza!!!


Si chiama Patrizia Stella, se la prende con i cattolici che vorrebbero combattere contro l`omofobia. "I gay sono già troppo protetti
La psicopedagogista Patrizia Stella ha ottenuto la pubblicazione di una email (firmata patrizia.stella@alice.it)  su "L'Altro Giornale", mensile di informazione locale della provincia di Verona,dove attacca apertamente quei cattolici che chiedono di pregare contro l'omofobia. “Credo che non esista assolutamente il problema che voi denunciate come fatto gravissimo, e pertanto neppure esiste la necessità di pregare” dichiara la dottoressa. Spiega anche come in Italia la “lobby gay” abbia già tutta la protezione necessaria: “(Gli omosessuali ndr.) Sono protetti da leggi, da politici, da potenti, da pseudo-cattolici come voi”.

Ma la lettera non è nuova. Una versione non “politicamente corretta” è riportata sul sito Azur.altervista.org. In un passaggio i toni diventano più duri: “Organizzare delle preghiere come se gli omosex fossero dei poveri martiri incompresi, bastonati e lapidati è una vera assurdità e una grande idiozia!”. Anche in questo caso si accomuna l'omosessualità alla pedofilia. “Una società che favorisce da tempo sia l'omosessualità che la pedofilia che l'aborto che la pillola del giorno dopo alle dodicenni e via di questo passo”.
La Dottoressa Stella è anche nota per alcuni video pubblicati nel 2007 sul canale radicalimacellai di Youtube dove ribadisce il bisogno di recuperare le radici cristiane. O come dimenticare l'intervento da lavocecattolica.it del 2005 in merito allo tsunami. “Forse non ci sono oggi nel mondo sufficienti iniquità e corruzione da meritare le ire del Cielo e della terra?
FONTE
GAY.TV

ps
Lo so la notizia è vecchia, ma io ne sono venuto a conoscenza solo ora :)
Comunque il titolo del post la dice lunga su come la pensi al riguardo!!!

POLITICA
28 aprile 2009
Gabriella Carlucci augura che il figlio di Alessandro Gilioli sia stuprato dai pedofili



Sono davvero sconcertato... senza parole. Ma d'altronde solo da casa Berlusconi possono uscire fuori certe cretine!!! Sì, perchè solo una con un cervello grande quanto un ribes può parlare in questo modo..

GABRIELLA CARLUCCI FAI SCHIFO!!!!

Mi chiedo sempre quali sono i criteri che utilizza il Cavaliere per scegliere le sue girls????
POLITICA
3 novembre 2008
La senatrice Binetti insiste sul binomio omosessualità/pedofilia
In attesa che martedì si prenda un decisione in merito a quanto detto dalla senatrice Pd, Paola Binetti rincara la dose:
 "La verità è che dovrei tacere, aspettare martedì la riunione della commissione. Ma anche a me piacerebbe sapere se il Partito democratico ha una sua linea o no su questi temi".
Ho parlato di rischio, non di certezza. Ho spiegato che tendenze gay fortemente radicate possono portare alla pedofilia. Si può dire? O è omofobia? Voglio avere il diritto di parlare e di pensare. Attendo con ansia la decisione della commissione martedì. Facciamo chiarezza una volta per tutte: se esprimere il proprio pensiero è reato di omofobia o se invece nel Pd si tende a perseguire il reato di opinione.
Se a conferma di un pronunciamento della Chiesa io dico che un omosessuale non può essere ordinato sacerdote, questa è omofobia? No, non lo è. E un fatto conclamato: alcuni preti pedofili sono omosessuali
Se non è mai successo prima significa che la mia è una vicenda più grave. Però, non mi era mai successo e non pensavo che si sarebbe alzato un polverone in una circostanza così particolare. Sa, il giorno dei santi, dei morti... Sono momenti speciali per noi cattolici".
In merito alla sua lettera in cui si scusava per le sue dichiarazioni, la Binetti conferma che non l'ha scritta solo per mettere tutto a tacere: "L´ho scritta perché ci credevo, ma se vogliono andare avanti, bene". E alla Concia e Benedino che non hanno accettato le sue scuse, la Binetti manda a dire: "Loro fanno sempre le vittime, li conosco ormai. Non è possibile ogni volta che succede qualcosa, partire in quarta riattizzando vecchie polemiche. Ma il "processo" può essere un´occasione. Parleremo di fatti concreti, di documenti, di dichiarazioni pubbliche".

Semplicemente senza parole. Dovrebbe essere non solo cacciata, ma espulsa da ogni partito!!! LE dovrebbe essere vietato aprire la bocca. Che il cilicio se lo attaccasse alla lingua!!!
E per dovere di cronaca le ricorderei che molti preti pedofili sono eterosessuali, quindi che facciamo? vietiamo il sacerdozio anche agli eterosessuali?
POLITICA
1 novembre 2008
La Binetti si scusa: Gli omosessuali non sono pedofili

 

La senatrice più disperata del Pd fa marcia indietro e dopo aver accostato l'omosessualità alla pedofilia se ne pente.
"queste tendenze omosessuali fortemente radicate presuppongono la presenza di un istinto che può risultare incontrollabile. Ecco: da qui scaturisce il rischio pedofilia. Siamo davanti ad un'emergenza educativa".
Ecco cosa diceva in un'intervista a "Corriere della Sera in merito al documento della Congregazione per l'Educazione cattolica sul vietare il seminario agli omosessuali.
Subito la reazione dell'arcigay che ha minacciato di denuciare la senatrice 
"le gravi affermazioni lesive per la dignità di milioni di cittadine e cittadini italiani". Inoltre viene chiesto l'intervento dell'Ordine nazionale dei Medici al fine di " prendere le distanze da queste abberranti affermazioni".

Evidentemente qualcos'altro deve essere successo visto che la senatrice si è cagata sotto e ha ritrattato tutto
''Mi stupisco di chi conoscendo il mio rispetto per la dignità delle persone, abbia potuto fraintendere così vistosamente il mio pensiero. Per  non era affatto in discussione la dignita' degli omosessuali, anche perche' piu' di una volta in questi anni mi sono soffermata nel sottolineare la mia stima nei loro confronti, in molti casi anche la mia personale e sincera amicizia, riconoscendo loro tutte le qualità umane e professionali, affettive ed organizzative che caratterizzano il loro impegno in tanti e svariati campi. Mi stupisco perciò di chi conoscendo il mio rispetto per la dignità delle persone, abbia potuto fraintendere cosi' vistosamente il mio pensiero.
In ogni caso - prosegue - se per caso qualcosa ha potuto ferire o creare imbarazzo a qualcuno di loro me ne scuso pubblicamente''.

Questa storia deve finire. Qui nessuno ha frainteso nulla. Che la Binetti si prendesse la responsabilità delle sue azioni. Ogni volta la stessa storia... "sono stata fraintesa... non era mia intensione..."
La gente non è stupida e soprattutto gli omosessuali si sono STANCATI di venire sempre demonizzati. PEDOFILA SARA' LEI!!!!
QUESTA DONNA DOVREBBE ESSERE ESILIATA VITA NATURAL DURANTE.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Binetti pedofilia omosessualità gay

permalink | inviato da neutronik80 il 1/11/2008 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sessualità
12 luglio 2008
Papa Ratzinger: "Preti incompatibili con abusi sessuali" Ma che voleva dire?


 
Dopo una lenta analisi alla farase espressa da papa Ratzinger, detto anche il maligno, posso dire di essere perplesso. Cosa significa che "i preti sono incompatibili con gli abusi sessuali"? Leggendo velocemente la frase, si capisce che il maligno abbia voluto condannare i sacerdoti sporcaccioni.  Ma analizzandola, però, con più attenzione, alla maniera di Eco, ci si sofferma sulla parola "incompatibile". Ratzinger assolve la chiesa dal problema pedofilia, poichè la carica di prete è incompatibile con tale reato e quindi questo è un problema che non la riguarda, che non può interessare un istituto così sacro come quello della Chiesa


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa ratzinger pedofilia eco umberto eco

permalink | inviato da neutronik80 il 12/7/2008 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
2 luglio 2008
Il garante di Alemanno è pedofilo!!

Ruggero Conti, 55 anni, il parroco della chiesa della Natività di Santa Maria Santissima di via di Selva Candida, nella periferia di Roma, a due passi dal Centro di prima accoglienza minorile di Casal di Marmo SI SCOPAVA I BAMBINI
Un prete molto noto nella capitale tanto che il sindaco di Roma Gianni Alemanno lo aveva scelto in campagna elettorale, insieme ad altri otto esperti quale garante per le politiche della periferia e della famiglia.


"è stato un grosso dolore.Chiedo agli inquirenti di fare tutta la chiarezza possibile e non fare sconti a nessuno perché quando si parla di pedofilia bisogna essere estremamente rigorosi e netti", ha sottolineato Alemanno, aggiungendo che "questo è fenomeno che va combattuto in tutti i modi". Questo il commento dell'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanno.
E' molto interessante notare la superficialità con cui il nazista, razzista, e omofobo Alemanno sceglie i suoi collaboratori.
E' comico pensare che questo schifoso era stato scelto dal sindaco più nero che ci sia come GARANTE PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA.
In sintesi, Alemanno sceglie un pedofilo come garante per le politiche della famiglia....


POLITICA
30 giugno 2008
A Roma è il prete a incularsi i bambini!!!
Approfittava del suo abito talare per abusare dei bambini che frequentavano l'oratorio o i campi estivi. E' finito in carcere l'ex parroco della Natività di Maria Santissima a Roma. Cinquantacinque anni, R.C. è stato arrestato con l'accusa di aver violentato almeno sette bambini negli ultimi dieci anni, tra il '98 e il marzo scorso. All'epoca dei fatti le vittime erano minorenni, provenienti da famiglie povere e disagiate. In precedenza, l'ex parroco era stato sospeso un mese dal suo incarico dopo che alcune voci avevano svelato le sue tendenze pedofile. L'indagine è partita dalla denuncia di un altro prete.

Lo accusano in sette ma gli inquirenti temono che i bambini violentati siano stati molti di più. Li sceglieva tra gli iscritti al catechismo e li invitava a casa sua, nell'appartamento accanto alla chiesa, "per mangiare qualcosa insieme" o per fargli qualche ora di ripetizione. Ma non era l'amicone sorridente e spiritoso che voleva apparire. Rimasto solo con i ragazzini, spaventati e spesso dal carattere fragile, ne abusava per poi "pagarli" con qualche soldo, un cd o una maglietta colorata.

Raccontano le vittime, oggi tra i 16 e i 24 anni, che prima di violentarli li costringeva anche a vedere dei film pornografici. Forse gli stessi che gli agenti hanno trovato in casa del sacerdote prima di arrestarlo.


Ma c'è chi ha denunciato di essere stato costretto a subire sevizie anche in montagna, durante i campi estivi della parrocchia. La notizia dell'arresto dell'ex parroco non ha sorpreso: nel quartiere molti sapevano. Il sacerdote era stato già sospeso un mese dall'esercizio delle sue funzioni perché tra i fedeli girava la voce che coltivasse un'attrazione inconfessabile verso i bambini.

Fonte Repubblica

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. preti pedofili preti pedofilia

permalink | inviato da neutronik80 il 30/6/2008 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sessualità
20 giugno 2008
A 10 anni il primo stupro
Nel frattempo ne sono passati 18. E per 3-4 volta la settimana questa bambina (adesso, una donna) doveva subire le violenze e le angherie del padre. Su consiglio di alcune amiche la ragazza, dopo ben 18 anni di soprusi, è riuscita a lasciare la casa e a denunciare il padre, che adesso ha 53 anni. L'uomo, un operaio veronese, sconterà, perecchi anni in carcere.

Succede anche questo nella famiglia tradizionale!


SOCIETA'
14 giugno 2008
PEDOFILIA: 38 stupri? Solo 8 anni per Don Bretagna
 

Don Bertagna, prete di Arezzo, reo confesso di aver abusato sessualmente di 38 persone e processato per 16 episodi di molestie sessuali a danni di minori. Ora condannato con rito abbreviato a soli 8 anni.
Don Pierangelo Bertagna fu incastrato dalle testimonianze di un ragazzino di 13 anni che nel 2005 portò all'arresto del sacerdone. Il Vescovo di Arezzo il signor Gualtiero Bassetti lo sospese. Dopo l'episodio decine di genitori andarono dalla polizia a denuciare cosa era successo ai propri figli. Da qui la confessione.
Gli abusi sono andati avanti per più di 10 anni. Molti sapevano e hanno tacciuto.

 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pedofilia abusi sessuali

permalink | inviato da neutronik80 il 14/6/2008 alle 12:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
3 marzo 2008
Ancora il family day: la buffonata del secolo. Tanti divorziati,separati,single e bigotti a manifestare per un concetto oramai obsoleto di famiglia.
 «Per un fisco a misura di famiglia». E' lo slogan comparso ieri in circa 1420 piazze italiane e promosso dal Forum delle associazioni familiari che puntano a raccogliere due milioni di adesioni a sostegno di una petizione da presentare il 15 maggio al presidente Giorgio Napolitano e sottoporre al nuovo governo.  
Forum chiede: una nuova politica fiscale che preveda che chi ha figli da mantenere non debba pagare le stesse tasse di chi non ne ha; un sistema di deduzioni dal reddito pari al reale costo di mantenimento di ogni soggetto a carico; per gli incapienti, che non godrebbero delle deduzioni a causa di redditi troppo bassi, un'integrazione al reddito pari alla deduzione non goduta.

Userò termini e frasi forti, per allinearmi alla violenza psicologica, verbale e di concetto utilizzata da tutti coloro che appoggiano il FOTTUTISSIMO FAMILY DAY!
MI sono stufato di dover soggiacere alle leggi, alle voglie malate e agli ipocrisismi di politici e uomini che per appoggiare i loro diritti calpestano i miei, senza rendersi conto che la società muta velocemente e non lascia spazio a concetti e idee vecchie e incoerenti come quella di un FAMILY DAY.
L'idea di partenza è quella di assecondare le voglie di un DIO RAZZISTA che classifica e svilisce il valore dell'amore. Quello stesso DIO che ci ha creato TUTTI diversi ma non per questo la diversità (diversità intesa come facoltà di esprimere se stesso in modo personale e soggettivo e questo comprende la sfera sessuale, politica, religiosa, culturale, razziale, fisica, psichica e via dicendo.) deve essere usata come strumento di discriminazione.
Ricordo che al family day hanno partecipato tanti esponenti politici, molti di questi separati, divorziati, sposati con rito civile, separati dalla sacra rota, sposati con riti non cattolici conviventi, concubini, cortuni e chi più ne ha più ne metta cito solo a mò di esempio gli onorevoili Berlusconi, Casini, Fini ecc ecc)
Ma questi RAZZISTI, IPOCRITI, OMOFOBI, (mi riferisco a tutti coloro che vi partecipano) si rendono conto di inseguire un CONCETTO (quello di famiglia tradizionale) oramai superato? Ma dove vivono? Nel PAESE DELLE MERAVIGLIE? 
Il numero medio di divorzi in Italia è arrivato a 15 su 100, in decisa crescita così come i secondi matrimoni, che arrivano a quasi il 10 per cento del totale. Anche in questo caso, sono il Nord e il Centro a registrare la maggiore diffusione rispetto al Sud. 
In aumento i matrimoni civili. Il matrimonio civile è scelto nel 32,4 per cento dei casi.
500.000 le coppie di fatto. Dato in costante aumento.
15% figli nati al di fuori del matrimonio
Solo nel 2005 ci sono stati ben 82.291 separazioni e  
47.036 divorzi.
E questi parlano ancora di famiglia tradizionale? Purtroppo molti di loro sono costretti a sposarsi per rispettare l'ORGOGLIO CRISTIANO, quella fastidiosissima spina nel fianco che OBBLIGA molti giovani a doversi sposare per forza specialmente se hanno concepito un figlio al di fuori del sacro matrimonio. Quanti giovani costretti a nozze hanno poi una seconda vita, quanti di loro si rovinano la vita, quanti di loro poi sono costretti al divorzio?
Quanti di voi che partecipate al family day (La Manifestazione Più Schifosamente Razzista, Obsoleta e Cattiva del mondo) avete avuto un'amante, un parente separato, un divorzio alle spalle? Quanti di voi la famiglia proprio non l'hanno? Quanti di voi si sono dovuti sposare per onorare il santo valore cristiano? Quanti di voi si sono pentiti ma non si separano per paura?
Ma soprattutto voi bastardi del family day, voi che violentate le vostre mogli, stuprate i vostri figli, voi che affidate i fostri figli a preti pedofili, DOVETE dire NO AL RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI DI FATTO E DELLE CONVIVENZE?
Perche???? Perchè dovete salvaguardare un istituto vecchio come Berlusconi, squallido come Mastella, Ipocrita come Casini? Ma LA FAMIGLIA COSA E'? Non è amore? E l'amore è soggetto a discriminazioni? BASTARDI PEZZI DI MERDA RAZZISTI!!!
Le persone DEVONO sentirsi libere di amare chi vogliono e allo stesso tempo DEVONO essere tutelate come tutte le persone degne di questo nome! Devono essere TUTELATE perchè pagano le tasse, perchè amano come e quanto voi, perchè l'amore non ha sesso nè religione, perchè NON DOVETE essere VOI  a dire cosa è famiglia e cosa non lo E'!!!!! E soprattutto NON ESISTONO famiglie di serie A o B, persone di serie A o B o amore Debole e Forte. Questo andatelo a dire a Ratzinger, la papessa, che parla e parla  ma lui manco sa cosa significa amare, sposarsi, divorziare, scopare, leccare cazzi, culi fregne, bere sborra, inculare o farsi inculare. Lui non sa un cazzo di niente, ma parla!!
Parla e dice di NON USARE IL PRESERVATIVO e VOI come tanti COGLIONI lo fate e poi vi lamentate se MORITE con l'AIDS! Parla di aborto, e poi consiglia di fare l'amore senza preservativo. Voi coglioni lo fate ingravidate la vostra ragazze e mettete al mondo un figlio non voluto e non aspettato al quale non potete offrire un cazzo di niente perchè troppo giovani o troppo poveri o troppo scemi...
Parla di verginità e voi non concedete la figa al vostro ragazzo preferendo farvi sfondare il culo più e più volte in modo tale da arrivare al matrimonio illibate, ma con il culo rotto....

Non Volete equiparare l'amore gay o dei conviventi a quello della famiglia? Non volete dare loro gli stessi diritti? BENISSIMO!! DATEGLIENE DI PIU'! Così nessuno potrà più dire che la famiglia tradizionale è messa sullo stesso piano delle unioni tra due gay o tra due conviventi.

ps
I veri valori cristiani sono altri non questi che andate a sbandierare ai quattro venti come delle povere ragazze pon pon sfigate!


sessualità
3 marzo 2008
Don Gelmini: sputa (e fa bene) nel piatto dove ha sempre mangiato (fa male, avrebbe dovuto farlo da sempre, non solo ora che è accusato di pedofilia, IPOCRITA DEL CAZZO CHE SEI)


 
L'ex prete Don Gelmini "Gli intrallazzi non sono fede. Bisogna tornare a Cristo non al cesaro-papismo". Piero, l'ex prete aggiunge anche che il vaticano  "Non è un centro religioso, ma politico, e' il paradiso di ricchi e potenti".
Lo dice solo perchè è stato retrocesso dalla nostra PAPESSA!!!
Don Gelmini è accusato di PEDOFILIA quindi ridotto a semplicissimo LAICO. Per tale motivo si diverte a sputare nel piatto dove ha sempre mangiato. Adesso vorrei sapere ma fino ad'ora non si è mai accorto delle ricchezze inaudite della chiesa? Non si è mai accorto che il papa è solo ed esclusivamente un personaggio televisivo alla stregua di Maria De Filippi e Platinette? (con tutto il rispetto per Maria e Platinette, ma come Maria papa Ratzinger si diverte a "sparare cazzate" e fare del trash il suo inno di battaglia, mentre da Platinette papa Ratzinger ha preso l'amore per i vestiti da donna volgari e pacchiani).
Sono sconcertato finchè era prete gli stavano bene i lussi a cui era abituato, adesso li trova ridicoli e fuori luogo.
A don Gelmini ma passati una mano sulla coscienza (se ancora la possiedi) e rifletti... spari a zero su istituzioni che fino a qualche tempo fa ti sono piaciute...
Io non posso dire se questo personaggio sia realmente pedofilo o meno però mi infastidisce il suo essere così ipocrita ed incostante. FA SCHIFO come la maggior parte dei preti, dei vescovi, dei papi e degli uomini di chiesa.
POLITICA
26 febbraio 2008
Veltroni: "Pedofilia uguale omicidio" MA SIAMO IMPAZZITI????


Ecco  quanto leggo:

"Oggi presenteremo una proposta di legge sulla pedofilia molto dura, penso che si debba paragonare all'omicidio perche' a un bambino che subisce la violenza gli si toglie la vita''. Lo ha detto il segretario del Pd, Walter Veltroni ricordando il caso dei due fratelli di Gravina.

Ecco cosa penso:

Sono sconcertato. Davvero! Non nego che la pedofilia sia uno dei reati più gravi. Ma da qui a considerarla alla stregua dell'omicidio è troppo. Sicuramente sarò impopolare ma ritengo doveroso ricordare che la pedofilia rientra nelle malattie psichiatriche, nelle PARAFILIE, ovvero tra i disturbi del desiderio sessuale.
E' bene anche ricordare che la pedofilia in se per se non è reato. Il pedofilo è colui che ha un determinato gusto sessuale.
La pedofilia diviene reato quando messa in atto e in questo caso si parla di Child Molester (molestatore di bambini).
Ricordo, inoltre, che non tutti i pedofili sono criminali. Non tutti mettono in atto le loro pulsioni sessuali, come non tutti gli abusi su minori sono messi in atto da persone affette da pedofilia.
Tutto questo perchè lo scrivo?
Lo scirvo perchè non trovo giusto questo accanimento discriminatorio nei confronti di persone che hanno dei seri problemi psichiatrici. RIPETO, assolutamente non tollero comportamenti del genere. Non tollero violenze sessuali nei confronti dei minori ne tantomeno nei confronti di persone adulte.
Non tollero il dover mettere in atto le proprie voglie sessuali nei confronti di persone non consensienti, ma d'altronde non tollero il voler dipingere a tutti i costi queste persone come dei veri e propri MOSTRI!!!
Ricordo che qualche settimana fa, Milo Infante  (L'Italia sul 2) affrontava il caso di Vincenzo Iacono (condannato a sei anni e quattro mesi per aver stuprato tre sorelline di Aragona, ha trascorso in carcere un solo anno e, tornato in libertà con il solo obbligo di firma ha subito stuprato una bambina di quattro anni affidatagli da una parente lontana) e ogni qual volta  che si riferiva a lui lo chiamava il MOSTRO. Mai una volta che abbia usato il suo nome e cognome.
Ciò che ha fatto Vincenzo Iacono è terribile, sconcertante e terrificante ma non mi piace un tale accanimento.
Equiparare la pedofilia all'omicidio? Certo che no. Sono due cose diversissime.
Se dovessi poter scegliere opterei, per queste persone, delle cure psichiatriche non il carcere. O meglio il carcere ma accompagnato comunque a un percorso di recuperso psichiatrico. Insomma farei qualsiasi cosa affinchè una volta usciti (vuoi dal carcere, vuoi dalla clinica psichiatrica, vuoi dal manicomio), non possano più nuocere a nessuno.
La castrazione chimica? Potrebbe essere un'idea, ma solo se richiesta dal diretto interessato.

Una persona con gravi problemi psichici può essere considerata mostro?
Sinceramente non lo so. Quel che so è che questo è uno dei problemi più gravi e più terribili che l'umanità abbia conosciuto.
Però, riconoscendo la pedofilia come malattia psichiatrica bisognerebbe trattarla come tale e di conseguenza cercare di essere un pò più oggettivi quando si parla di persone affette da tale disturbo. Disturbo che DEVE essere curato e soprattutto che non deve ledere la felicità e la serenità di altre persone, soprattutto se minorenni.

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE