.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
22 luglio 2009
Ma adesso Mara Carfagna cosa penserà di Berlusconi??

 Dopo averla mostrata a tutta l'Italia da Gianfranco Magalli e dopo aver spolpato limoni intrappolata in dolci e sexy pose su calendari erotici di Max, l'ex aspirante Miss Italia  è approdata in parlamento. Atroci dubbi hanno attanagliato gli italiani: saranno vere le intercettazioni in cui si parla di cose disdicevoli tra la rifattissima Carfagna e il rifattissimo Berlusconi???? Nessuno lo saprà mai. Solo loro. Il tempo passa e la Carfagna nulla fa. Qualche accavallata di cosce da Vespa, qualche mossettina sexy da Mentana e un libro di foto per ricordare quanto sia brava come... come... come velina. Offende gli omosessuali, fa una legge sullo stalking, ricorda che le donne devono essere rispettate anche se fanno le zoccole in tv o sui calendari, si fa qualche decina di blefaropastiche per assumere la posa di COLEI CHE E' SEMPRE IN ATTESA DI UN'APPARIZIONE CELESTE e ninentepopodimeno fa il diavolo a 4 per combattere la prostituzione. Nude solo in tv e sui calendari. Per la strada no!!! Un anno come ministro per le pari opportunità viene ricordato con un book fotografico per rimembrare a tutti che chi nasce velina morirà velina!!! Ma il suo pezzo forte riguarda la lotta alla prostituzione.
Ma in tutto ciò Il premier Silvio Berlusconi da scandalo separandosi dalla moglie Veronica Lario che l'accusa di frequentare minorenni, partecipa ad una festa di compleanno di una ragazza sconosciuta. C'è stato a letto quando lei era ancora minorenne? Come mai era a quella festa? Nessuno lo saprà mai. Nel frettempo la ragazza diventa una diva della tv scandalistica. Spuntano foto in cui nella residenza sarda del cavaliere si  celebrano porno festini a botte di uomini e donne nude. Ma per il premier sono solo scatti innocenti. A dare il colpo di grazia ci pensa  Patrizia D'Addario escort di professione che afferma di aver più e più volte frequentato casa Berlusconi e di aver addirittura procurato prostitute per allietare le feste del primo ministro. Ma è nulla se si considera che negli audio conservati da Patrizia si capisce ampiamente che tra loro ci sia stata una bella intesa e che addirittura il premier avrebbe chiesto se si potesse combinare qualcosa senza l'ausilio del nostro amico Condom!!!!
Insomma un premier puttaniere. Ecco la nuda e cruda verità. Ma la tattica di Berlusconi è quella di NEGARE, NEGARE E NEGARE ANCORA. Continuerà a negare anche quando spunteranno i video. Per adesso afferma solo di NON ESSERE SANTO...
E in tutto sto casino Mara Carfanga che fine ha fatto???? Le saranno saltati tutti i peli della fregna al sol pensiero di essere in una coalizione di governo che da un lato abbora la prostituzione e dall'altro ha un premier che fa largo uso di ragazze squillo!!!
Povera donna!!!

politica estera
20 luglio 2009
Suroa pazza multata per eccesso di velocità!!!

[nun_car.jpg]
 Andava a 180 all'ora per andare dal papa suò. Finisce con una multa di 375 euro e un ritiro di patente a 5 anni l'avventura della suora stronza che, in preda all'euforia, cercava di raggiungere il santo padre, ricoverato all'ospedale di Aosta. La delinquente suora fregandosene altamente del limite di velocità ha spinto la sua macchina a velocità mostruose mettendo a repentaglio la sua (e sti cazzi) e la vita di altri cristiani che sarebbero potuti essere travolti dalla sua vettura. Ma questo è nulla se si considera che la bravata della stronza, perchè solo così può essere chiamata, sarà pagata con i soldi dell'8 per mille che ogni anno, milioni di cretini continuano a versare nelle già ricche tasche della chiesa. E se non bastassero ci sono sempre i soldi dell'elemosina. Utili a pagare questi tipi di crimini!!!!
Almeno Gianni Morandi, a suo tempo, per andare dalla bella sua correva a 100 all'ora....


Io ho sempre avuto una certa avversione per le suore... Quando ero piccolo, all'asilo, una malefica suora per costringermi a mangiare mi diceva sempre "Se non mangi, mamma non verrà mai più a prenderti..."

POLITICA
17 luglio 2009
Uffi è solo frattura... Speravo in qualcosa di più!!!!



 Il maligno papa Ratzinger si è solo rotto il polso. Mannaggia....
Speriamo che dopo questo episodio si ritiri a vita privata. Oramai è decrepito e rincoglionito. Ci serve un papa che, oltre ad essere avanguardista in fatto di moda (vedi le scarpette rosse che manco la Dorothy di Oz avrebbe osato) abbia la capacità di vedere un mondo in divenire non più ancorato a falsi e oltremodo austeri, patetici e obsoleti dogmi, che nessuno più segue da tempo.
Ditemi chi è che arriva illibato al matrimonio? Chi è che per seguire le regolette ecclesiastiche rimane sposato anche se non ama più il proprio partner??? Chi è che ogni domenica, sempre e comunque, va in chiesa???? Basti pensare che i governi ci impongono l'omicidio. Non si sa perchè tutti si dicono cristiani, credenti e praticanti, ma poi spingono una marea di 18enni ad andare in guerra ad uccidersi gli uni con gli altri. Cos'è? Adesso il NON UCCIDERE non è più un comandamento da seguire??? Bah!!!

CI VUOLE UNA RINNOVAZIONE che faccia capire che la religione non è odio, ma AMORE E RISPETTO!!!! Questa che ci propinano è solo portatrice di male e discriminazione!!!

SOCIETA'
27 giugno 2009
Intervista alla ragazza picchiata per aver difeso un GAY
 

Ora rischia di perdere un occhio perchè in Italia serpeggia una violenta e pericolosa onda omofoba!
Che paese di merda che è il nostro!!!!
POLITICA
23 giugno 2009
La stronza!!!


Si chiama Patrizia Stella, se la prende con i cattolici che vorrebbero combattere contro l`omofobia. "I gay sono già troppo protetti
La psicopedagogista Patrizia Stella ha ottenuto la pubblicazione di una email (firmata patrizia.stella@alice.it)  su "L'Altro Giornale", mensile di informazione locale della provincia di Verona,dove attacca apertamente quei cattolici che chiedono di pregare contro l'omofobia. “Credo che non esista assolutamente il problema che voi denunciate come fatto gravissimo, e pertanto neppure esiste la necessità di pregare” dichiara la dottoressa. Spiega anche come in Italia la “lobby gay” abbia già tutta la protezione necessaria: “(Gli omosessuali ndr.) Sono protetti da leggi, da politici, da potenti, da pseudo-cattolici come voi”.

Ma la lettera non è nuova. Una versione non “politicamente corretta” è riportata sul sito Azur.altervista.org. In un passaggio i toni diventano più duri: “Organizzare delle preghiere come se gli omosex fossero dei poveri martiri incompresi, bastonati e lapidati è una vera assurdità e una grande idiozia!”. Anche in questo caso si accomuna l'omosessualità alla pedofilia. “Una società che favorisce da tempo sia l'omosessualità che la pedofilia che l'aborto che la pillola del giorno dopo alle dodicenni e via di questo passo”.
La Dottoressa Stella è anche nota per alcuni video pubblicati nel 2007 sul canale radicalimacellai di Youtube dove ribadisce il bisogno di recuperare le radici cristiane. O come dimenticare l'intervento da lavocecattolica.it del 2005 in merito allo tsunami. “Forse non ci sono oggi nel mondo sufficienti iniquità e corruzione da meritare le ire del Cielo e della terra?
FONTE
GAY.TV

ps
Lo so la notizia è vecchia, ma io ne sono venuto a conoscenza solo ora :)
Comunque il titolo del post la dice lunga su come la pensi al riguardo!!!

POLITICA
23 giugno 2009
Picchiata per difendere un amico gay. Ragazza napoletana rischia di perdere un occhio

 

Nuovo episodio di intolleranza, violenza e indifferenza a Napoli. Una 26enne è stata brutalmente aggredita da alcuni skinhead dopo essere intervenuta per difendere un amico gay. La ragazza è stata presa a calci e pugni nella notte tra domenica e lunedì in piazza Bellini. A causa delle ferite riportate è stata ricoverata presso l'ospedale Vecchio Pellegrini. Ora rischia un occhio. Nessuno dei presenti è intervenuto.

Secondo quanto riferito dalla 26enne, ad aggredirla sono stati quattro o cinque ragazzi, forse minorenni. In sella ad alcuni scooter, gli skinhead prima hanno iniziato scorazzare tra la piazza e via Santa Maria di Costantinopoli, poi hanno insultato l'amico omosessuale con cui stava chiacchierando. Tutto è iniziato con qualche commento volgare e offensivo su un marsupio, poi la lite è subito degenerata e si è passati a spintoni e schiaffi.

La giovane avrebbe cercato di proteggere l'amico. Nella lite però la ragazza è stata colpita con efferatezza al viso con pugni e calci. Ora rischia di perdere l'occhio. Nessuno dei presenti è intervenuto. C'era anche chi passava, guardava e se ne andava. I carabinieri stanno indagando sul caso. Non è la prima volta che in piazza Bellini si verificano episodi di intolleranza nei confronti dei gay. La scorsa settimana delle persone sedute ai tavolini sono stati coperti con la schiuma degli estintori. Due anni fa ci fu l'aggressione ai danni di due ragazzi.


E LA CARFAGNA CHE FA...?????? L'ennesima blefaroplastica?!?!?!?!?!?


E Berlusconi che fa per fermare il dilagare dell'omofobia?????

Fa festini zozzi a casa sua...

POLITICA
14 giugno 2009
E la polizia dove stava mentre i due ragazzi gay venivano massacrati di botte?
 
Nonostante il Gay Pride sia una manifestazione volutamente pacifista si è pensato bene di pagare un bel pò di polizia per sedare, eventualmente, masse di gay repressi violenti e pericolosi.



Ma il dispiego di cotante forze dell'ordine non era meglio, invece, utilizzarlo in altri posti?



Mi viene in mente, ad esempio, che l'11 Giungo scorso, a Piazza Campo Dei Fiori, due ragazzi americani, rei di tenersi per mano, sono stati colpiti, picchiati e massacrati di botte da un gruppetto di giovani razzisti.




 E in questo caso la polizia dove stava? Perchè in certo casi non c'è mai? Eppure i soldi per pagarla c'è!!! (vedi il massiccio utilizzo che n'è stato fatto per il pacifico Roma Pride)
SOCIETA'
14 giugno 2009
Il mio Roma Pride 2° tempo
 










POLITICA
14 giugno 2009
Il mio Roma Pride 1° Tempo
 








POLITICA
12 giugno 2009
Ecco perchè serve il Gay Pride!!!!
 11 Giugno - Ennesima aggressione a sfondo omofobo. A farne le spese questa volta è una coppia gay americana. I due uomini, uno di 34 italo americano ma residente a Roma, e uno 27 anni ospite dell’amico nella capitale, sono stati aggrediti mentre passeggiavano tenendosi per mano a Campo dei Fiori. Un gruppo di 5-6 ragazzi appena maggiorenni si è avvicinato alla coppia in via del Biscione, e coprendo i due di insulti verbali, ha iniziato a colpirli sistematicamente con violenza. Gli aggressori hanno sbattuto a terra uno dei due uomini, che, sbattendo contro un sasso, ha perso i sensi ed ha iniziato a sanguinare dalla testa. Creduto morto, i balordi sono fuggiti verso Campo dei Fiori, dove si sono dileguati. In seguito le vittime sono state soccorse e portate in ospedale!!!!

Ma quella grandissima STRONZA della Carfagna cosa CAZZO fa????
SOCIETA'
10 giugno 2009
Alla faccia di tutti, il Roma Pride 2009 ci SARA'!!!!

logopolitico

CI SARA' IL 13 GIUGNO

Dopo una marea di problemi causati dalla giunta Alemanno, che ha tentato in tutti i modi di ostacolare il normale svoglimento del pride romano, l'evento si terrà ugualmente seguendo il
percorso dell'anno scorso. Partenza da Piazza Della Repubblica e arrivo a Piazza Navona. Non è il massimo, ma a noi non interessa il percorso. Quello che conta è l'affluenza e il messaggio che ogni anno viene lanciato attraverso il Gay Pride.
In molti sostengono che il pride sia una carnevalata dove trans, drag e gay impellicciati danno il
peggio di sè. Sono tanti, troppi che non partecipano per questo motivo, ma poi la sera li ritroviamo tutti alla festa post pride, in dark o in locali per soli gay. Che senso ha??? Se oggi si può (quasi) tranquillamente parlare di omosessualità, se oggi più (quasi) tranquillamente usufruire di locali per soli uomoni è ANCHE grazie a quei tanti che ogni anno se ne fottono del giudizio della gente e in piazza portano se stessi. Colorati, travestiti, sui tacchi o vestiti in modo meno appariscente portano un messaggio: Non giudichiamo l'apparenza, ma la sostanza. Non discriminiamo chi già lo è, e parteciapiamo tutti insieme a questa grande festa di colori e musica per ricordare che l'omosessualità (in tutte le sue forme) non è solo sofferenza e tristenza, ma anche gioia e felicità.
Attraverso carri allegorici e canti si ricorda, ogni anno, la sofferenza di troppi nel riuscire ad esprimere se stessi e la tracotanza di troppi nel voler riconoscere chi si discosta da modelli imposti e oramai obsoleti!!!

POLITICA
20 maggio 2009
Processatelo e....


.... Rivoltatelo come un calzino. Dopodichè buttatelo nel cesso.
 

POLITICA
19 maggio 2009
Colpita ancora una volta la gaystreet romana.

La Roma di Alemanno è sempre più omofoba. Torvate, per l'ennesima volta scritte omofobe sulle strade della gay street di Roma. FROCI MALATI, queste alcune scritte impresse accanto alla porta d'ingresso del Coming Out, lo storico bar della capitale luogo di ritrovo della comunità omosessuale nel cuore della Gay Street di via di San Giovanni in Laterano.
In tutto questo schifo mi chiedo, DOV'E' colei che dovrebbe tutelarmi???? dov'è quella miracolata della Carfagna? Ad organizzare serate in onore di disabili, senza però ricordarsi di costruire loro palchi e posti adatti ai loro problemi??? (per approfondire quest'argomento clicca
QUI)

La cosa è ancor più ridicola se si prova a leggere i commenti di SOLICELLO apparsi sul quotidiano on-line Repubblica, proprio in merito a quanto accaduto a Coming Out.

Ecco quanto scritto dall'utente Solicello:
"La Gay street, il Gay pride, il Gay village. Ma Roma sta diventando la città dei culattoni? Alla faccia di chi la giudica omofoba. Evidentemente per una questione di politically correct va di moda il "rosa ricchiun" di questi tempi. Abitassi dalle parti della Gay street chiederei di far rispettare i miei diritti e quelli dei bambini che vi abitano costretti a vedere finocchi dalla mattina alla sera. "

E' proprio triste pensare che, ancora nel 2009, ci siano persone tanto ottuse, bigotte e soprattutto ignoranti da provare gioia e divertimento nello scrivere tali frasi. La cosa che mi spaventa è che tanto astio, tanta violenza è, per lo più, alimentata dalla chiesa e da una parte ben polposa di un potere politico ipocrita e bigotto.
E' vero!!! Non ci vorrebbe il GAY PRIDE, ma una manifestazione che duri 360 giorni e che veda coinvolte tutte le persone aderenti agli ideali del popolo LGBT. Ci vorrebbe qualcosa di veramente "grosso e potente" capace di sconfiggere tanta cattiveria e soprattutto tutta qella malizia perversa che attanaglia coloro che si ritengono NORMALI!!!!

POLITICA
13 maggio 2009
New York dice sì ai MATRIMONI GAY
 
89 voti favorevoli, 52 contrari. Con questa votazione l'Assemblea dello Stato di New York ha approvato la legge sui matrimoni tra persone dello stesso sesso.
Se la legge passerà, New York sarà il sesto Stato americano a consentire il "same-sex-marriage", dopo Massachusetts, Connecticut, Maine, Vermont e Iowa dove i tribunali o le assemblee locali hanno già legalizzato la pratica.
Un analogo provvedimento era stato approvato dalla camera bassa di New York nel 2007 ma venne bocciato alla prova di un Senato allora a maggioranza repubblicana. Ed è proprio alla camera alta che si preannuncia la battaglia più dura, quella decisiva. In campo le lobby di entrambi gli schieramenti, con i conservatori decisi a vendicare lo smacco subito in Assemblea dove 5 deputati repubblicani hanno votato in favore del disegno di legge dopo una lunga opera di convincimento da parte dei favorevoli alle nozze. Dal canto loro i democratici, guidati dal governatore David Paterson, contano di spuntarla forti di una maggioranza sufficiente per dare esecuzione alla legge.

Noi italiani, invece, siamo ostaggio di un vaticano omofobo e razzista appoggiato da una classe politica perversa e sessofobica.
POLITICA
12 marzo 2009
Eterosessuali picchiano gay disabile!!!
  

Un'azione premeditata e lucida negli intenti: “Dare una lezione ai froci”. Tre persone, T.N. di 22 anni, S.C. di 21 anni e O.S. di 43 anni, hanno aggredito e pestato un 30enne con una lieve disabilita’ psichica e mentale. Ma l'unica colpa della vittima e quella di essere omosessuale.
Il fatto si è svolto nel frequentato piazzale XX settembre a Pordenone, in Friuli-Venezia Giulia. Condita di insulti e ingiurie, l'aggressione è avvenuta di fronte a svariati testimoni il 23 gennaio scorso. Come si legge dalle pagine del Corriere: "Nessuno è intervenuto per aiutare il giovane disabile. Per ricostruire l'episodio, gli investigatori hanno ascoltato una dozzina di persone, dal momento che ognuna di loro aveva assistito solo a una parte dell'aggressione che - secondo la polizia - era stata organizzata in precedenza. Già qualche ora prima, infatti, uno dei tre denunciati aveva proposto agli altri di "andare a dare una lezione ai froci del Bronx", il quartiere dove di notte s'incontrano alcuni omosessuali".Ma l'aspetto più devastante della vicenda lo si apprende sempre dal Corriere: "La vittima era già stata pestato in maniera molto violenta nel 2002. All'epoca era militare in ferma breve volontaria e ad aggredirlo fu il compagno che, dopo averlo selvaggiamente picchiato, lo abbandonò, moribondo, nelle campagne alla periferia di Pordenone. Le conseguenze di quell'episodio furono gravissime e permanenti: la vittima restò in coma per alcune settimane, riportò danni cerebrali importanti e la semicecità. Proprio in seguito a quell'episodio venne dichiarato invalido civile al 100% ed è stato costretto a sottoporsi a lunghe terapie riabilitative. Per quell'aggressione il compagno - un fiorentino di 45 anni - fu condannato per tentativo di omicidio". 
La notizia dell'ultima aggressione è trapelata solo ora, ad indagini concluse. Le accuse a carico dei tre uomini sono di violenza privata tentata e continuata in concorso, aggravata per aver commesso il reato ai danni di un disabile. Durante l'interrogatorio presso la Polizia di Stato uno dei tre fermati ha confessato la motivazione dell'aggressione: “Volevamo dare una lezione ai froci”. E ce l'hanno data.Come si legge dagli atti della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pordenone i reati contestati sono aggravati dalla disabilità dell'uomo, ma non si menziona in nessun modo il motivo reale, che in uno stato civile varrebbe come aggravante: l'omofobia. Lo Stato Italiano non punisce i crimini d'odio come tali se questi sono mossi da omofobia. Una lacuna nel Diritto che il nostro Parlamento non può continuare ad ignorare. Come non può ignorare le direttive UE in materia. Questa è la lezione che gli omosessuali hanno imparato: non esistono leggi che tutelino una minoranza di fatto, che non la riconoscono come esistente.

FONTE GAY.TV

La storia si commenta da sola...

POLITICA
4 marzo 2009
In Italia il mutuo agevolato per le coppie gay e lesbiche arriva dalla GERMANIA. Da noi, invece, i preti frequentano FORZA NUOVA!!!

Un mutuo agevolato per persone e coppie omosessuali: in Italia è un'assoluta novità, e a proporlo è la banca tedesca Bhw Bausparkasse. Il nuovo prodotto si avvantaggia di un taglio dello 'spread' dello 0,15%, e permette di calcolare i redditi cumulati, purché la casa venga cointestata e la coppia coabiti.

lOGICAMENTE SOLO DALLA GERMANIA POTEVA ARRIVARE UN SEGNO DI CIVILTA' in un paese tanto incivile dove i preti manifestato assieme a Roberto Fiore in manifestazioni di palese stampo fascista, razzista, violento e pacchiano...
Questo accade a Bergamo e il prete in questione è Giulio Tam, che tanto si diverte a fare il saluto FASCISTA!!!




a me sta gente fa proprio paura... brrrr
POLITICA
24 febbraio 2009
Mentre in America Sean Penn vince l'orscar per un ruolo da Gay in Italia, Povia, rischia di vincere Sanremo per una canzone ANTI GAY!!!






"Comunisti frociaroli figli di buona donna! Questa non me l'aspettavo, però - e voglio che sia chiaro -  so quanto ho reso difficile farmi apprezzare. Sono commosso dall'apprezzamento e lo speravo a tal punto che ho scribacchiato dei nomi da ringraziare, nel caso voi foste effettivamente stati comunisti frociaroli figli di buona donna. E così, voglio ringraziare il mio miglior amico Sato Masuzawa. Il mio circolo di supporto, Mara, Brian, Barry e Bob. Il grande Cleve Jones. Il nostro straordinario scrittore Lance Black. I produttori Bruce Cohen e Dan Jinks. E soprattutto, come tutti noi attori sappiamo, il nostro regista che ha avuto la pazienza, il talento e la capacità di darci una voce, dal primo incontro alla sala di montaggio, e non ci sono mani migliori alle quali affidarsi che quelle di Gus Van Sant.

Infine, - solo altri due - ringrazio quelli che hanno visto i segni dell'odio venendo qui in macchina. Penso sia il momento giusto per tutti coloro che hanno votato contro i matrimoni gay affinché si siedano e riflettano, e comincino a vergognarsi e a leggere la vergogna negli occhi dei loro nipoti, se dovessero mai continuare a portare avanti le loro posizioni. Dobbiamo avere diritti uguali per tutti.

E solo altre due cose. Sono molto orgoglioso di vivere in un paese che ha eletto un uomo così elegante come Presidente. Un paese anche difficile che crea però artisti coraggiosi, e lo dico con tutto il rispetto verso gli altri nominati, ma artisti coraggiosi con una enorme sensibilità che li ha portato a grandi sfide. Mickey Rourke è tornato, ed è mio fratello. Grazie a tutti.


DUSTIN LANCE BLACK PARLA DI DIRITTI GAY DURANTE LA PREMIAZIONE PER MIGLIORE SCENEGGIATURA DI "MILK"


"O mio Dio, questo non è stato un film facile da fare. Per primi vorrei ringraziare Cleve Jones e Anne Kronenberg e le persone che hanno condiviso le loro storie con me. Poi Gus Van Sant, Sean Penn, Emile Hirsch, Josh Brolin, James Franco, e tutto il cast. I produttori Dan Jinks e Bruce Cohen, tutti alla Groundswell e alla Focus per aver accolto la sfida di voler raccontare questa storia che ha il potere di salvare una vita. Quando avevo 13 anni, la mia splendida mamma e mio padre mi hanno portato da San Antonio in Texas alla California, e qui ho sentito della storia di Harvey Milk. E mi ha dato speranza. Mi ha dato speranza di vivere la mia vita, di vivere un giorno la mia vita allo scoperto e che magari di potermii innamorare e sposare.
Voglio ringraziare mia madre perché mi ama per ciò che sono, anche quando venne spinta a non farlo. Ma soprattutto, se Harvey non ci fosse stato strappato ormai da 30 anni, penso che vorrebbe che dicessi a tutti i ragazzi gay e lesbiche lì fuori sminuiti dalla chiesa o dal governo o dalle loro famiglie, che siete meravigliosi, creature splendide, e non importa ciò che vi dicono, Dio vi ama e presto, ve lo prometto, avremo uguali diritti per tutti in questo grande paese. Grazie e grazioe a Dio per averci dato Harvey Milk"



Sentendo e vedendo tutto questo mi viene in mente solo una cosa: ITALIANI!!!!POPOLO DI BALORDI, SIETE GOVERNATI DA POLITICI FILO-NAZISTI, RAZZISTI E ASSOGGETTATI DALLO STRAPOTERE CLERICALE CHE HA ROVINATO LA VOSTRA BELLA ITALIA. TUTTO CIO' L'HA RESA UNA NAZIONE IPOCRITA, RETROGRADA E TIMOROSA DEL SESSO CHE VIENE SEMPRE PIù VISTO COME QUALCOSA DI PERVERSO, BRUTTO, SPORCO, MALIGNO E PERICOLOSO!!!

SOCIETA'
16 febbraio 2009
"Luca era gay": una vergogna solo italiana. Ecco il testo
INTRO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo,

1° STROFA:
Luca dice: prima di raccontare il mio cambiamento sessuale volevo chiarire che
se credo in Dio non mi riconosco nel pensiero dell’uomo che su questo
argomento è diviso, non sono andato da psicologi psichiatri preti o scienziati sono andato nel mio
passato ho scavato e ho capito tante cose di me
mia madre mi ha voluto troppo bene un bene diventato ossessione piena delle
sue convinzioni ed io non respiravo per le sue attenzioni
mio padre non prendeva decisioni ed io non ci riuscivo ma i a parlare stava fuori
tutto il giorno per lavoro io avevo l’impressione che non fosse troppo vero
mamma infatti chiese la separazione avevo 12 anni non capivo bene mio padre
disse è la giusta soluzione e dopo poco tempo cominciò a bere
mamma mi parlava sempre male di papà mi diceva non sposarti mai per carità
delle mie amiche era gelosa morbosa e la mia identità era sempre più confusa

RITORNELLO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo

2° STROFA:
sono un altro uomo ma in quel momento cercavo risposte mi vergognavo e le
cercavo di nascosto c’era chi mi diceva “è naturale” io studiavo Freud non la
pensava uguale
poi arrivò la maturità ma non sapevo che cos’era la felicità un uomo grande mi
fece tremare il cuore ed è lì che ho scoperto di essere omosessuale
con lui nessuna inibizione il corteggiamento c’era e io credevo fosse amore si
con lui riuscivo ad essere me stesso poi sembrava una gara a chi faceva meglio
il sesso
e mi sentivo un colpevole prima o poi lo prendono ma se spariscono le prove poi
lo assolvono cercavo negli uomini chi era mio padre andavo con gli uomini per
non tradire mia madre

2° RITORNELLO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano luca dice
sono un altro uomo ,

SPECIAL:
Luca dice per 4 anni sono stato con un uomo tra amore e inganni spesso ci
tradivamo io cercavo ancora la mia verità quell’amore grande per l’eternità
poi ad una festa fra tanta gente ho conosciuto lei che non c’entrava niente lei mi
ascoltava lei mi spogliava lei mi capiva ricordo solo che il giorno dopo mi
mancava
questa è la mia storia solo la mia storia nessuna malattia nessuna guarigione
caro papà ti ho perdonato anche se qua non sei più tornato
mamma ti penso spesso ti voglio bene e a volte ho ancora il tuo riflesso ma
adesso sono padre e sono innamorato dell’unica donna che io abbia mai amato

RITORNELLO FINALE:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano luca dice
sono un altro uomo


Un misto di preconcetti beceri e triti e ritriti sul problema omosessualità. Offensiva, per nulla attenta a quella che è la vera realtà degli omosessuali e decisamente dissacratoria. Questa canzone e Povia sono la vergogna dell'Italia. I gay sarebbero solo malati di sesso, infelici e con genitori assenti??? Che schifo!!!!

Con questa canzone Povia si presenta al grande pubblico come l'ennesimo testimonial di una corrente socio-culturale omofobica, razzista, ingorante, clericale, ipocrita e fin troppo violenta. DA DENUCIA!!! E' più educativo un film porno in prima serata piuttosto che una canzone del genere che genera caos e dubbi sul proprio orientamento sessuale!!!

FANCULO POVIA!!!!

POLITICA
11 febbraio 2009
La Roma violenta di Alemanno colpisce ancora!!!
Roma è sempre più intollerante. L'ultimo episodio di violenza, i questo caso razziale, si è registrato ieri. Un 20enne romano, Ivano Balzanella, è stato arrestato per minacce e lesioni aggravate dall'odio razziale e per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Balzanella e altri ragazzi hanno aggredito tre giovani bengalesi con minacce e botte. All'arrivo della Polizia i compagni del giovane sono riusciti a scappare, mentre Balzanella ha continuato ad aggredire i malcapitati, gridando da prima: “Andatevene via dalla zona o vi brucio”, e dopo ha estratto una bomboletta spray e, infiammando la vernice, ha tentato di bruciare la faccia a uno dei bengalesi.
Un episodio carico di odio razziale che farebbe pensare ad un atto intollerante di stampo fascista consumato in un anonimo quartiere periferico. Ma a rendere ancora più spaventoso l'accaduto sono i luoghi e i protagonisti insoliti. Il tutto si è consumato nel multietnico quartiere Esquilino, famoso in città proprio per ospitare principalmente immigrati extra europei. Ivano Balzanella non si è definito per nulla un militante di estrema destra, ma bensì un writer. Agli inquirenti, infatti, è noto per essere stato fermato mentre eseguiva dei pezzi sui treni della stazione Termini. Ad aggravare ancor più la vicenda sono le denunce precedenti di aggressioni del tutto simili a questa. Roma si veste sempre più di intolleranza.
Fonte
Gay.tv


Finchè la violenza non colpirà tutte le facsce della società la gente non si renderà conto di quanto sia diventata intollerante, razzista e violenta la capitale d'Italia. Finchè sono gli altri ad essere colpiti le persone non sentono loro il problema...
sessualità
3 febbraio 2009
MEGLIO FROCIO CHE AL BANO!!!
la foto di Al Bano non la pubblico appositamente. Fa troppo schifo per comparire sul mio blog. Sarai pure etero e normale, ma sei comunque una persona di basso livello intellettuale. MEGLIO FROCIO CHE AL BANO!!! 

"Non mi vanno giú i gay pride, quelli che sfilano mascherati, a me possono far ridere, ma se li vedesse mia figlia piccola mi darebbe fastidio
Come padre, mi avrebbe sicuramente dato fastidio avere un figlio, o una figlia, che non appartiene al suo sesso. Però bisogna fare i conti con la natura, e la natura, a volte, gioca strani scherzi. Quindi, se uno – o una – si interroga a fondo, e ha voglia di guarire da questa “imperfezione”, fa bene. Se non ha voglia, o non può, perché la natura lo ha costruito così, che cosa puoi dire? Ma, grazie a Dio, non ho mai avuto questi problemi. E mi dispiace tanto per chi li ha”.
Quanto ai matrimoni fra persone dello steso stesso, il cantante non ha dubbi: tutta colpa del mondo che è cambiato. ”A noi “normali” certe cose possono sembrare strane, ma a quelli che le vivono, ovviamente, no. Sono cattolico praticante e agli omosessuali dico solo questo: non sono per i ghetti, ma non fate tutto questo cancan, vivete le vostre cose in privato. I gay pride a uno vaccinato come me possono far ridere, purtroppo, ma se li vedesse mia figlia piccola mi darebbe fastidio. Mi sembra l’esposizione di Sodoma e Gomorra”.

L'ennesima dimostrazione di quanto sia piccolo e provincialotto questo misero uomo. Dire che è un uomo di MERDA è un'offesa allle merde!!! Mi fa semplicemente schifo. Si dice Cattolico, ma l'odore della fessa di Loredana Lecciso gli ha fatto dimenticare che per i Cattolici il divorzio è PECCATO. Sono tutti cattolici, quando si tratta, però, di fare i propri porci comodi (in questo caso una convivenza e dei figli con la Lecciso) la religione se ne va a farsi fottere. IPOCRITA DI MERDA! Ignorante e becero... vai a zappare la terra!

POLITICA
30 gennaio 2009
Roma: aggredito gay da security della disco Alpheus
Ha denunciato a Gay Help Line, di essere stato picchiato senza motivo a Roma, dalla security dell'alpheus. La vittima ha raccontato di essere stato aggredito nella notte tra il 24 ed il 25 gennaio mentre trascorreva la serata con il suo ragazzo e altri amici durante la serata gay "Gorgeous", organizzata nel locale Alpheus.
Gli aggressori, secondo la denuncia, sarebbero alcuni componenti della security del locale che, stando al suo racconto, dopo averlo pesantemente insultato, urlandogli frasi come "Frocio di merda, ti facciamo vedere noi, ti pentirai di essere entrato", lo hanno colpito con un oggetto contundente e portato in una parte riservata del locale dove lo hanno percosso con calci e pugni, procurandogli la frattura di un braccio, la rottura di un dente, la contusione di alcune costole e tagli sulla testa e sul labbro.
La vittima sarebbe stata poi trasportata e lasciata sul marciapiede sotto la pioggia e solo l'intervento dei suoi amici ha permesso di chiamare un'ambulanza e la polizia. Arcigay ha reso noto di aver sporto denuncia e ha proposto che la legge Mancino sia estesa ai "reati di odio", contro gay e lesbiche.


Siamo alle solite... e poi dicono perchè gli omosessuali si "rinchiudono" nei locali gay... li dovrebbero essere al sicuro, ma a quanto pare non è più così... La Roma di Alemanno è sempre più violenta e razzista... Un sindaco così nero non c'era mai stato... Siamo davvero alla frutta!!! E in tutto questo Mara Carfagna che cazzo fa? A parte farsi plastiche, lifting, botulino, trucco e parrucco che cazzo sta facendo per le pari opportunità?????
Che ritornasse a fa la zoccoletta in tv!


SOCIETA'
23 dicembre 2008
Boicottiamo POVIA!!! Boicottiamo il Festival di Sanremo!! Gente come Povia ci FANNO SCHIFO!
  Povia sarà sul palcoscenico dell'Ariston come big con la canzone inedita "Luca era gay". già lo scorso anno su Panorama aveva dichiarato:" gay non si nasce, lo si diventa in base a chi

frequenti. Anche io ho avuto una fase gay, è durata sette mesi e poi l'ho superata. e ho anche convertito due miei amci che credevano di essere gay e invece adesso sono sposati".
 "Ora da più parti - dice il presidente dell'acrcigay Mancuso - arriva la segnalazione di una curiosa coincidenza: che il Luca della canzone di Povia sia proprio quel Luca Tolve che dichiara di essere un ex gay, guarito grazie alle
teorie riparative di Joseph Nicolosi, cattolico integralista Usa, le cui tesi sono state ampiamente confutate dalla comunità scientifica mondiale".
"Se Bonolis e il suo direttore musicale, intendono mandare in scena uno spottone clerical reazionario contro la dignità delle persone omosessuali, sappiano fin d'ora - avverte quindi Mancuso - che la nostra reazione sarà durissima, rumorosa e organizzata. Siamo i primi a combattere per il diritto alla libera espressione, ma altra cosa è avallare posizioni omofobe, che
tra l'altro alimentano odio e pregiudizio nei confronti delle persone gay e lesbiche".

Siamo davvero stufi di ascoltare CAZZATE DI TALE GENERE. E' ORA CHE LA COMUNITA' LGBT SI RIBELLI A TUTTO QUESTO SCHIFO!!!! E CHE POVIA ANDASSE A FAN CULO!!!!

BOICOTTIAMO IL FESTIVAL E QUEL DISGRAZIATO OMOFOBO DI POVIA!!!


BOICOTTIAMO POVIA QUI!

http://www.facebook.com/group.php?gid=57219865015

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sanremo arcigay mancuso bonolis omofobia povia

permalink | inviato da neutronik80 il 23/12/2008 alle 17:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
POLITICA
25 novembre 2008
La Roma di Alemanno uccide ancora
Questa volta è toccato a un transessuale di origini sud americane. Ad ucciderlo una coltellata in pieno petto.
Durissima la reazione dell'arcigay «Un episodio terribile, che ferisce tutta la nostra comunità - sottolinea il presidente di Arcigay Roma, Fabrizio Marrazzo -. Ci auguriamo che gli inquirenti riescano a ricostruire quanto accaduto e a trovare l’assassino. Ma, soprattutto, ci preoccupa il clima di intolleranza verso le persone transgender, che nei mesi scorsi sono divenute spesso bersaglio, anche nella nostra città, dove la piaga degli omicidi delle persone gay e trans è allarmante».

 
SOCIETA'
15 ottobre 2008
Varese è razzista. Ragazzi bianchi non tollerano i neri

Brinzo, nel varesotto, in una scuola elementare, le maestre avevano deciso d'insegnare l'uguaglianza tra persone ai giovani scolari.

Sono state realizzate alcune sagome di legno, dipinte dagli alunni, raffiguranti dei bambini da posizionare intorno alla scuola, quattro delle quali dalle sembianze africane. Ma l'iniziativa non dev'essere piaciuta a qualcuno, che nella notte ha ridipinto la pelle nera di bianco e i capelli mori sono diventati biondi, cancellando ogni traccia di diversità tra le figure.

Il sindaco si dichiara indignato dall'atto vandalico di stampo razzista, mentre le maestre parlano di “grande amarezza” ed hanno già scritto una lettera aperta con l'aiuto dei bambini.

Io continuo e continuerò sempre sulla stessa linea. Abbiamo un governo che è troppo morbido su questi agormenti e su queste tematiche. Abbiamo un governo che fomenta l'intolleranza e il razzismo, la violenza, l'omofobia e la xenofobia. Abbiamo esponenti come Calderoli/Bossi, Ciarrapico/Fini, Mussolini/carfanga Meloni/Berlusconi, Giovanardi/Maroni. Da loro cosa dobbiamo aspettarci? Degli insegnamenti sulla tolleranza? Degli insegnamenti sul rispetto del diverso? Non credo proprio...
Ma se Alemanno ha fatto della Capitale d'Italia il luogo per eccellenza dove perpetuare violenza e razzismi nei confronti del diverso e delle minoranze, ma se l'Italia, in toto, è nelle mani di un potere che appoggia, o al massimo minimizza e nasconde eventi e delitti razzisti, come possiamo meravigliarci se un gruppo di stronzetti si permette di imbrattare sagome raffiguranti delle persone di colore?
Sarà sempre peggio...

POLITICA
12 ottobre 2008
Ancora schifezze da parte di estremisti di destra: Bandiere bruciate e cori fascisti durante la partita Bulgaria-Italia
In occasione della partita di qualificazione mondiale della  Nazionale contro la Bulgaria, tifosi italiani di destra hanno dato vita a marce e cori di ispirazione fascista. Non contenti hanno bruciato la bandiera bulgara.
La Russa:
"Bisognerebbe chiedere scusa alla Bulgaria. Se fossi stato lì mi sarei vergognato. Non c'è nessuna giustificazione storico-politica per questa gente, sono solo maldestre esibizioni muscolari". 
Non credo proprio che gli esponenti di centro destra siano dispiaciuti da questi eventi. D'altronde, qunado si è trattato di cercare consensi per vincere le elezioni i voti di questa gentaglia gli ha fatto comodo.
Hanno Ciarrapico, hanno la Mussolini, hanno Fini, hanno Alemanno e adesso si meravigliano se certi italiani si comportano così? Ma cosa pretendono? D'altronde, molti di questi esponenti politici, hanno un passato violento e razzista.
Episodi di  tale violenza xenofoba, razzista o omofoba sono da attribuire a un governo che troppe volte ha cercato di camuffare e minimizzare eventi così gravi.
Qui si combatte contro le prostitute, quando ci sarebbe da fare, ben altro, per sistemare le sorti di quest'Italia sempre più razzista e violenta!
POLITICA
9 ottobre 2008
Carfagna vuole 1 milione di € dalla Guzzanti !!! A sto punto pure io ne voglio 5 dalla Carfagna
 Un milione di euro di danni. E' la richiesta fatta recapitare da Mara Carfagna, tramite il suo legale, a Sabina Guzzanti, in riferimento alle parole pronunciate dall'attrice durante la manifestazione dell'8 luglio di piazza Navona.

Ma se Mara Carfagna chiede 1 milione di danni alla Guzzanti allora io, alla Carfagna, ne chiedo 5 per le frasi oscene che in più occasioni ha pronunciato contro l'omosessualità.
Se solo avessi le conoscenze, i soldi e il potere che ha Lei, assolderei il miglior avvocato e le farei  cagare a forza 5 milioni di euro di danni per tutto il male che  ha fatto alla comunità lgbt.

Ecco solo alcune frasi razziste, omofobe e cariche d'odioi
  • I gay sono "costituzionalmente sterili"
  •  "Per volersi bene il requisito fondamentale è poter procreare".
  • Riferendosi al pride "Il patrocinio va dato solo alle occasioni di studio e di riflessione"
  • Riferendosi al Pride "Le provocazioni e gli esibizionismi non aiutano la discussione"
  • Se suo figlio fosse gay?” La Carfagna ha risposto: "Gli direi di vivere la sua condizione in sobrietà e di non rivendicare diritti"
  • L’unico obiettivo del Gay Pride è arrivare al riconoscimento ufficiale delle coppie omosessuali
sessualità
8 ottobre 2008
Arrestatela!! Fermate la pazza dottoressa Atzori!!! Da galera. Guardate il video.


il 17 Settembra la disgraziata dottoressa Chiara Atzori, in un'intervista a Radio Maria, ha avuto la brillante idea di inventarsi un pò di stronzate sul mondo omosessuale e sul fenomeno dell'AIDS.

La scellerata è una specialista delle malattie infettive. Evidentemente, da piccola deve essere stata infettata da più malattie infettive.
Parla di dati, statistiche e soprattutto di omosessualità e AIDS in termini così sbagliati da essere, non solo denunciata, ma anche cancellata dall'albo dei medici
Sabato 11 Ottobre l'Arcigay di Milano ha indetto una manifestazione contro le stronzate di questa maledettisima donna. 
questa è l'email dell'ordine dei medici di milano dove la scellerata è iscritta!!
info@omceomi.it


Nel 2008, solo radiomaria, poteva ospitare una donna del genere. Solo una radio, fatta da gente maligna e per gente senza cuore.
Spero che questa donna venga interdetta e soprattutto arrestata per parole così gravi e offensive nei confronti della comunità lgbt. Razzista ed omofoba.

POLITICA
3 ottobre 2008
Ancora razzismo nella Roma violenta di Alemanno
" Punire i colpevoli..." sempre le stesse parole escono dalla bocca del sindaco di destra amante delle molotov e della violenza Gianni Alemanno.
Ma oramai punire i colpevoli non basta più. Da quando si è insediato a Roma, La Capitale non è più la stessa. Fomentati dal suo passato violento e dalla sua ideologia politica delinquenti, razzisti e fascisti si sentono in dovere ed in "potere" di compiere qualsiasi azione criminosa, paghi del fatto che il sindaco fascista è molto morbido su questi argomenti.
Da quando Alemanno è sindaco non passa settimana in cui espisodi di razzismo, omofobia o xenofobia vengono alla luce.
L'ultima vittima di un processo sempre più violento e subdolo è un cinese di 36 anni, tale Tong Hongshen, che al quartiere di Tor Bella Monaca è stato colpito da 6 ragazzini, incastrati poi da un testimone oculare!
Tong Hongshen ha riportato fratture al naso e una ferita alla testa! Evidentemente si aspetta che scappi il morto prima di fare qualcosa che possa invertire rotta. Alemanno non è una persona degna di tale carica. Il suo operato sta mettendo a repentaglio la dignità e la sicurezza di tutti i cittadini romani.
POLITICA
9 settembre 2008
La Roma di Alemanno aggredisce una coppia omosessuale


 Non c'è nulla di cui meravigliarsi se ancora una volta una giovane coppia omosessualoe sia stata aggredita nella Capitale. "Federico e Cristian, entrambi di 28 anni, stavano dirigendosi verso i Fori Imperiali dopo una serata alla Gay Street. Erano mano nella mano e, per questo motivo, sono stati aggrediti da una decina di ragazzini che li hanno insultati pesantemente, colpendoli con sputi, pietre e bottiglie".

Ma come possiamo meravigliarci di cose del genere se l'ex lanciatore di molotov Gianni Alemanni ha da poco affermato che il fascismo (ergo un regime dittatoriale) non era il male assoluto?
Si dovrebbe, quanto prima, destituire questo  ignobile fascista, razzista, omofobo, xenofobo sindaco dalla sua carica e spedirlo in un pianeta molto lontano dove le sue cazzate non le può sentire nessuno. Come unica accompagnatrice gli concederei l'ignobile maledetta Mara Carfagna, colpevole, come e quanto Alemanno, di cotanta violenza nei confronti degli omosessuali.
Due porci al macello!!!

Che porci!!! Mi fanno schifo

POLITICA
25 agosto 2008
Alemanno è un sindaco pericoloso...

Dopo i fatti di Ponte Galeria, il pericolossissimo sindaco fascista ha asserito:"Quanto avvenuto a Ponte Galeria, alla periferia di Roma, dove una donna è stata violentata ed il marito aggredito e rapinato è un fatto gravissimo, ma la coppia di cicloturisti è stata imprudente ad accamparsi fuori dalle strutture".

Da quando è arrivato lui Roma non è più una città sicura!!! Tra politiche xenofobe, attegiamenti razzisti e fascisti, provvedimenti omofobi, la capitale d'Italia è diventata una città da evitare. Questo, purtroppo, è il prezzo che si deve pagare per aver voluto un sidanco che da giovane amava buttare bombe contro chi non gradiva....

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE