.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
3 dicembre 2008
La dittatura: niente più moschee in Italia

 Mentre Berlusconi spara sul pubblico di Sky aumentandogli l'Iva al 20 % con la scusa che è l'Ue a volerlo (quando, però, la stessa Ue boicotta la Sua Rete 4 Berlusconi se ne sbatte i coglioni), gli scellerati caproni della Lega, su consiglio di Roberto Cota, promuovono politiche che impedirebbero la costruzione di nuove moschee in Italia!
Secondo Maroni spesso le moschee non sono luoghi di culto e per questo non devono essere costruite.
Ecco la moratoria proprosta da Cota:"Chiediamo una moratoria a tempo indeterminato sulla costruzione di nuove moschee e presunti centri culturali finché il Parlamento non approverà una legge che regolamenti l'edificazione di luoghi di culto che non abbiano sottoscritto intese con lo Stato".
 

Semplicemtne una cosa schifosa. Ogni giorno facciamo un passettino in dietro accostandoci sempre più ad uno stato a regime totalitario.
E' proprio vero, noi italiani non siamo abituati alla democrazia. Noi vogliamo il TIRANNO, IL DITTATORE e purtroppo l'abbiamo trovato nel governo di Berlusconi.

E i Rom li mandiamo a fuoco, i gay li impicchiamo, gli extracomunitari li cacciamo utilizzando per loro pene più severe e leggi diverse, i musulmani non li tolleriamo, i transessuali li perseguitiamo, le puttane le arrestiamo... Questa è un' Italia medievale che si avvicina sempre più alla germania di Hitler che alle democrazie moderne!!!
5 luglio 2008
Bossi vuole chiudere la Moschea di Milano
 


«Oggi Maroni ha chiuso la moschea di viale Jenner. Questa è casa nostra. Non vogliamo regalare il nostro Paese a nessuno. Per la Lega è un passaggio importante. Avevamo fatto una promessa in campagna elettorale e ora la manteniamo ».Questo è quanto dice Umberto Bossi.
Ecco le condizioni richieste agli islamici. Primo: chiedere la loro disponibilità a traslocare. Non solo la moschea (in realtà un garage) come si pensava in un primo momento, ma anche il centro islamico (nello stesso garage). Secondo: avvertirli che non ci saranno aiuti e soldi pubblici. Terzo: se le condizioni poste non verranno rispettate a fine agosto si chiude. Anche per motivi di igiene. La trattativa è stata affidata al prefetto Gian Valerio Lombardi. «Il prefetto non solo ha i poteri — ha precisato Maroni — ma anche le disponibilità e le indicazioni precise per fare tutto ciò che serve ». 
resta congelata la soluzione prospettata dal sindaco Letizia Moratti: luoghi di preghiera a tempo per permettere ai fedeli di non dover occupare strade e marciapiedi di Milano. Luoghi ampi e capienti che si aprono solo per la preghiera e che chiudono i battenti alla fine della funzione. «Per la preghiera noi siamo disponibili a incontrare gli islamici. Ci facciano sapere le loro proposte— attacca il vicesindaco Riccardo De
«Noi siamo aperti alla preghiera temporanea e possiamo prendere in considerazione il trasferimento del centro culturale di viale Jenner — replica il presidente del centro, Abdel Amid Shari —. Ci facciano delle proposte e le valuteremo. Non posso dire di più perché nessuno mi ha mai parlato o convocato. Noi parliamo tramite i giornali. Siamo veramente stufi di questa situazione. È un teatrino che va avanti da anni. Siamo disponibili a vedere il ministro». Ma niente ultimatum: «Per chiuderci devono dirci perché. Non siamo abusivi. Ci vogliono cacciare perché qualcuno prega per strada? Allora mandino i carabinieri a impedirlo, ma non possono chiudere un istituto perché non gli va a genio. Non possiamo accettarlo».


Sicuramente la destra razzista sarà felice di questi provvedimenti.
La cosa che mi lascia sconcertato è il dispendio di energie e soldi che si utilizzano per vietare, ad alcune persone, di PREGARE. Manco stessero organizzando degli omicidi di massa....
Tutto nasce dal fatto che le persone in questione sono musulmani. Tutti qui.


POLITICA
6 aprile 2008
Gianfranco Fini: Nelle moschee si deve pregare in italiano




Gianfranco Fini, lurido fascista assassino da quattro soldi ma le pensi la notte o te le suggerisce il fantasma del bastardo fottutissimo figlio di puttana che possa marcire all'inferno di Benito Mussolini??
Se questo non è essere razzisti....
Questo è quando dice:

"Lo Stato ha il diritto di pretendere che nelle moschee le preghiere si facciano in italiano perché così saremmo sicuri che si tratti di predicazione religiosa e non d'istigazione all'odio nei confronti delle altre religioni".

Ok. Se prorpio temi quello che si possano dire i musulmani quando pregano allora bisogna anche:

  1. abolire la messa in latino
  2. impedire in italia di parlare una lingua diversa da quella di stato
  3. impedire che due musulmani possano interagire tra loro parlando la stessa lingua
  4. impedire che gli stranieri ospiti in italia parlino la loro lingua
  5. impedire di parlare dialetti troppo stretti perchè incomprensibili
  6. .... altri 3000 esempi che non faccio perchè sarebbe da imbecilli.
  7. GIANFRANCO FINI HAI DETTO L'ENNESIMA CAZZATA DELLA TUA VITA. PRENDI BOSSI E BERLUSCONI, METTETEVI SOTTO BRACCIO E ANDATE A FARVI INCULO.


 

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE