.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
22 luglio 2009
Ma adesso Mara Carfagna cosa penserà di Berlusconi??

 Dopo averla mostrata a tutta l'Italia da Gianfranco Magalli e dopo aver spolpato limoni intrappolata in dolci e sexy pose su calendari erotici di Max, l'ex aspirante Miss Italia  è approdata in parlamento. Atroci dubbi hanno attanagliato gli italiani: saranno vere le intercettazioni in cui si parla di cose disdicevoli tra la rifattissima Carfagna e il rifattissimo Berlusconi???? Nessuno lo saprà mai. Solo loro. Il tempo passa e la Carfagna nulla fa. Qualche accavallata di cosce da Vespa, qualche mossettina sexy da Mentana e un libro di foto per ricordare quanto sia brava come... come... come velina. Offende gli omosessuali, fa una legge sullo stalking, ricorda che le donne devono essere rispettate anche se fanno le zoccole in tv o sui calendari, si fa qualche decina di blefaropastiche per assumere la posa di COLEI CHE E' SEMPRE IN ATTESA DI UN'APPARIZIONE CELESTE e ninentepopodimeno fa il diavolo a 4 per combattere la prostituzione. Nude solo in tv e sui calendari. Per la strada no!!! Un anno come ministro per le pari opportunità viene ricordato con un book fotografico per rimembrare a tutti che chi nasce velina morirà velina!!! Ma il suo pezzo forte riguarda la lotta alla prostituzione.
Ma in tutto ciò Il premier Silvio Berlusconi da scandalo separandosi dalla moglie Veronica Lario che l'accusa di frequentare minorenni, partecipa ad una festa di compleanno di una ragazza sconosciuta. C'è stato a letto quando lei era ancora minorenne? Come mai era a quella festa? Nessuno lo saprà mai. Nel frettempo la ragazza diventa una diva della tv scandalistica. Spuntano foto in cui nella residenza sarda del cavaliere si  celebrano porno festini a botte di uomini e donne nude. Ma per il premier sono solo scatti innocenti. A dare il colpo di grazia ci pensa  Patrizia D'Addario escort di professione che afferma di aver più e più volte frequentato casa Berlusconi e di aver addirittura procurato prostitute per allietare le feste del primo ministro. Ma è nulla se si considera che negli audio conservati da Patrizia si capisce ampiamente che tra loro ci sia stata una bella intesa e che addirittura il premier avrebbe chiesto se si potesse combinare qualcosa senza l'ausilio del nostro amico Condom!!!!
Insomma un premier puttaniere. Ecco la nuda e cruda verità. Ma la tattica di Berlusconi è quella di NEGARE, NEGARE E NEGARE ANCORA. Continuerà a negare anche quando spunteranno i video. Per adesso afferma solo di NON ESSERE SANTO...
E in tutto sto casino Mara Carfanga che fine ha fatto???? Le saranno saltati tutti i peli della fregna al sol pensiero di essere in una coalizione di governo che da un lato abbora la prostituzione e dall'altro ha un premier che fa largo uso di ragazze squillo!!!
Povera donna!!!

spettacoli
3 giugno 2008
Ma che fine ha fatto Federica Moro?
 
L'ho recentemente vista ospite nella trasmissione di Enrico Ruggeri il "Bivio"
Erano anni e anni che non la vedevo... E' rimasta identica. Non è cambiata di una virgola, è sempre bellissima. Ma che fa? Perchè non la si vede più in tv?
Ma avete capito di chi parlo?
Federica Moro, Miss Italia '82, l'attrice del telefilm cult "College"
bei tempi...


 

Biografia e filmografia di:
Federica Moro (Carate Brianza20 febbraio 1965) è un'attrice e modella italiana, Miss Italia 1982.

Comincia la carriera nel 1982 quando, a 17 anni, vince il titolo di Miss Italia; parteciperà successivamente a film che si riveleranno campioni di incassi.

Già nel 1983 è protagonista al fianco di Adriano Celentano in Segni particolari: bellissimo, dove interpreta la parte di una ragazza che ruba il cuore allo scapolo più impenitente che si conosca arrivando, addirittura, a sposarlo. L'anno dopo è Arianna in College, film dal quale è stato estratto uno spin-off televisivo di grossi ascolti nel 1989 dallo stesso titolo, in cui lei è interprete principale.

Dopo un'altra pellicola al fianco di Celentano (Joan Lui), che si rivela un flop parziale, nel 1986 partecipa ai due episodi di Yuppies (Yuppies, i giovani di successo e Yuppies 2). Due anni dopo recita nel suo primo vero film internazionale, La partita, diretto da Carlo Vanzina. Purtroppo il film si rivela assai modesto e fa diminuire le ambizioni cinematografiche dell'attrice.

Il già nominato telefilm College le dà l'ultimo sussulto di notorietà, ed infatti le produzioni che seguono, Ultimo respiro e Tre addii, segnano le sue ultime apparizioni sul grande schermo.

In seguito partecipa a numerose trasmissioni televisive e diventa testimonial di un'importante casa di cosmetici.

È anche madrina della Giostra della Quintana, manifestazione storica cavalleresca che si tiene a Foligno ogni anno a giugno e settembre.

Filmografia

  • Segni particolari: bellissimo (1983)
  • College (1984)
  • Joan Lui (1985)
  • Yuppies, i giovani di successo (1986)
  • Yuppies 2 (1986)
  • La partita (1988)
  • College, serie TV (1989)
  • Aquile, serie TV (1989)
  • Scoop, film TV (1991)
  • Ultimo respiro (1992)
  • Tre addii, serie TV (1999)
POLITICA
25 maggio 2008
Mara Carfagna e il ministero al razzismo!
 

Oggi non esistono più le pari opportunità.
Oggi non esiste più il ministero delle pari opportunità
Oggi esiste solo il ministero al Razzismo.
Ministro delegato a tale ruolo: l'ex scarto di Miss Italia Mara Carfagna.
Mara Carfagna, quando il male è donna!
Mara Carfagna, la vergogna delle donne!
Mara Carfagna, la vergogna italiana.



Ma quanto è sobria questa donna. Quanto è aCULturata
POLITICA
18 maggio 2008
l'IPOCRITA Mara Carfagna ai gay: siate sobri?????Posare nuda, ivece, cos'è?

 In occasione della giornata mondiale contro l'omofobia il ministro per le pari opportunità chiede ai gay un pò di sobrietà. La neo ministra dice che è giusto combattere l'omofobia ma è pur vero che i gay devono essere sobri e non devono
"scendere nell'esibizionismo e nel folklore"

Questo in poche righe il pensiero della nostra cara amica Mara Carfagna. Quella che ci difenderà in caso di discriminazione. Ma la cosa che più mi sconvolge è che proprio lei parla di SOBRIETA' e di OSTENTAZIONE??'???? Si deve essere dimenticata quanto poco tempo fa OSTENTAVA LA SUA FEMMINILITA' posando nuda per Maxim e facendoci vedere a prima mattina la sua bella VAGINA!!!!
Ma questo è sempre il solito discorso. Quello che vale per gli altri per i politici italiani non vale!!!!!

Questa donna doveva continuare la strada della sexy tv. Non dovrebbe neanche mettere piede in parlamento.



QUESTO NON E' OSTENTARE?????




E questo Mara come lo chiama???

E poi sbaglio o il concorso di Miss Italia non è una semplice mercificazione del corpo della donna dove le miss sfilano ESIBENDO IL LORO CORPO????


Lei con il suo copro può fare ciò che vuole. Pure mercificarlo a favore di telecamere. Gli omosessuali invece devono attenersi a determinate regole.

Come al solito le regole devono essere rispettate solo da un certo tipo di persone.

Che la Binetti mi fa un discorso del genere posso anche capirla. A quanto pare lei ha condotto sempre una vita molto SOBRIA, ma se mi viene a dire la Carfagna come vestirmi o svestirmi proprio NON CI STO!!!!!

Qunato al FOLKLORE del GAYPRIDE consiglio alla MINISTRA di visonare un pò questi video.


Se non lo sapesse sono i BATTENTI (cattolici)
Questa processione religiosa non E' FOLKLORISTICA ABBASTANZA???? Gente che si distrugge braccia e gambe in nome di Dio? Forse per essere considerata tale la ministra aspetta che le persone si corcifiggano davvero.

Questi invece sono due video che rappresentano "LA PASSIONE DI CRISTO"





Questo anche è folklore a mio parere.
Ma a quanto pare non conta!


Io sono del parere che ognuno debba fare ciò che voglia. L'importante e non fare del male agli altri. Adesso mi chiedo il gaypride che male fa??? Perchè se si accusa alla manifestazione di voler ostentare l'omosessualità allora io dico che la MINISTRA CARFAGNA ostenta la sua femminilità in modo volgare e offensivo per le donne. Se si contesta al gaypride sia un manifestazione folkloristica la stessa accusa dovrebbe essere rivolta a molte manifestazione a carattere religioso.

Ma qui da noi c'è sempre l'usanza di dover bacchettare e discriminare il debole facendo come proprio cavallo di battaglia: "FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI."
A questo aggingo anche che alcune leggi vengono applicate solo verso determinate "categorie" di persone.

POLITICA
17 maggio 2008
Bsta! Ho deciso!!!! Mi auto incorono "Miss Italia", forse così davverò la pace arriverà

 Basta qui ci vuole una Miss Italia con le palle (nel vero senso della parola) Da oggi mi candido ufficialmente come Miss Italia. Andrò in tutti i supermercati a promuovere la PACE NEL MONDO e la TOLLERANZA verso tutti, ma proprio tutti, anche verso i Rom. Tiè!
Poi farò un calendario nudo, non volgare ma solo con foto artistiche per una causa umanitaria... Salvare le bionde naturali (sai sono in via di estinzione)

In fine andrò in tv (rigorosamente a prima mattina, dio non voglia che i bambini non mi vedano) da Giancarlo/Gianfranco (come si chiama?) Magalli con una gonna corta e larga (rigorosamente senza mutande, così da avere la "PADANIA" LIBERA) farò un balletto in cui devo saltare, aprire le gambe, fare le piroette e la spaccata  facendo vedere a tutti le mie interiora. Fatto questo diventerò MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA' e vi farò vedere IO cosa significa PARI OPPORTUNITA'!

Passerò alla storia come la prima miss diventata onorevole. Missonorevole.
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE