.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
vita familiare
10 gennaio 2009
"La ninna nanna del chicco di caffè" La vostra mamma ve la cantava
 

La vostra mamma ve la cantava? La mia sempre e ogni volta che la sento mi viene un pò di malinconia pensando ai tempi andati. E' proprio vero...  una mamma basta a 100 figlie, ma 100 figli non bastano ad una mamma.

Un bacio e un enorme abbraccio a tutte le mamme del mondo. Mi raccomando trattiamole bene le nostre mamme!!!
vita familiare
18 ottobre 2008
Sono a Napoli, la mia città

Ogni tanto mi concedo il lusso di staccare dalla vita romana per dedicarmi anima e corpo a quella che è la mia città natale; Napoli, la mia bellissima e bistrattata Napoli.
Spero, e ne sono sicuro, che questa mia breve permanenza mi rigenererà anima e corpo. Adesso sono a casa mia, la casa della mia infanzia, la casa che mi ha visto crescere e maturare. La casa dove c'è sempre il profumo di pulito, dove il letto è sempre in ordine, dove il piatto è sempre pronto e fumante quando ho fame, la casa dove la mia mamma mi ha cresciuto e dato tutto l'amore di cui necessitavo, la casa dove ho imparato cosa significa amare ed essere amato,ridere e piangere, questa è la casa dove io e la mia mamma abbiamo affrontato i periodi più difficili della nostra vita, nonchè quelli più belli e spensierati....
Qui, a Napoli e in questa casa è cresciuta la persona che sono adesso e per questo motivo ogni volta che ne varco la porta un brivido di felicità misto a malinconia mi pervade la schiena....
Se oggi sono così, è perchè ieri in questa casa, in questa città è cresciuto l'uomo che sono adesso!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli casa città io mamma

permalink | inviato da neutronik80 il 18/10/2008 alle 13:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita familiare
13 agosto 2008
Ieri: io e l'amore mio. Una giornata tutta per noi

Tutto comincia verso le 16.00  quando l'amore mio viene a prendermi con la sua macchinina. Fa abbastanza caldo, ma con i finestrini aperti e la forte velocità non soffriamo molto.

La strada è sgombra e il vento entra felicemente dai nostri finestrini aperti. Il tragitto è lungo ma noi abbiamo parecchie cose da dirci.  Discutiamo sul nostro imminente e quantomai "incasinato" viaggio. Ma nonostante tutto sono certo che ci divertiremo un mondo.
Dove stiamo andando? L'amore mio ha deciso di portarmi a vedere un nuovo centro commerciale che si è aperto a Napoli, anzi a Nola. Il centro si chiama "Vulcano Buono". E' un enorme centro commerciale realizato da Renzo Piano la cui forma è un Vulcano.

Da fuori non sembrava un granchè, ma arrivati all'interno sono rimasto piacevolmente sorpreso. bei colori e soprattutto tanto spazio e tanta aria condizionata. A qusto vanno aggiuntiIl tanti bar e ristoranti. Anche il cinema c'era! Però non non ci siamo andati!

Perchè siamo andati? Semplice perchè volevamo profittare degli ultimi gliorni di saldi. E poi era l'unico posto dove poter prendere un pò di fresco e vedere tantissimi negozi e io adoro andare per negozi. Abbiamo fatto un divertente giro da Media World dove abbiamo deciso che a casa nostra non potrà mancare questa stupenda lavatrice e questa sobrissima lavastoviglie. Un duetto davvero semplice e irresistibile.

Dopo aver visto questi splendidi elettrodomestici abbiamo sfogato la nostra frustrazione per non averli potuti acquistare comperando tanti bei vestiti. Io ho preso una camica gialla a mezza manica, una maglietta di filo a maniche lunghe celeste e bianca, una viola con maniche e colletto bianchi e viola, una maglietta nera a maniche corte e una camicia nera con zip e bottoni molto particolari. L'amore mio ha preso una camicia verde a mezze maniche, una maglietta di filo a maniche lunghe verde acido e una con strisce orizzontali tutte colorate. Bellissima. La volevo io!
Dopo aver speso i miei ultimi averi ho pensato bene di offrire una pizza all'amore mio al ristorante "Da Peppe" situato sempre nel centro commerciale.

Dopo aver cenato romanticamente siamo ritornati a casa. O meglio l'amore mio mi ha riaccompagnato a casa. Li abbiamo proseguito la nostra seratina chiacchierando un pò con la mia mamma. Verso l'una di notte l'amore mio è tornato a casa lasciandomi solo soletto....
Sono stato così bene con lui che doverlo salutare mi ha fatto rattristare. E' così strano non vivere assieme nella stessa casa e non poter vivere la quotidianità...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. io amore mio mamma shopping vulcano buono

permalink | inviato da neutronik80 il 13/8/2008 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
8 agosto 2008
Il Mare di Napoli
Oggi ho passato una stupenda giornata al mare. Sono stato con la mia mamma e con la mia dolce zia P. Ci siamo rilassati sotto questo magnifico solleone e rinfrescati facendoci di tanto in tanto un bagno rigenerante e refrigerante!














Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mare napoli vacanza mamma zia p

permalink | inviato da neutronik80 il 8/8/2008 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SOCIETA'
5 agosto 2008
Jella al bingo

Questa sera io l'amore mio e la mia mammina siamo andati al Bingo.
Siamo arrivati verso le 22 e 30 e solo da poco siamo rincasati. Devo dire che la dea bendata è stata al quanto cieca questa sera. Non abbiamo fatto ne cinquina ne bingo... Sono, addirittura, arrivato a sperare che i nostri compagni di tavolo vincessero. Sapete, c'è l'usanza che chi vince offre un giro a chi è seduto allo stesso tavolo. Ma neanche loro hanno vinto nulla, anzi solo una misera cinquina che era così bassa da non poter permettere di offrire nulla!!! PAZIENZA!!! "Fortunato in amor non giochi a carte", si dice! Nel mio caso vale anche "...non giochi a bingo". Certo che detto più inutile non poteva esistere, perchè se fosse stato vero mamma a quest'ora sarebbe dovuta essere milionaria...
Ma non importa, ciò che conta è aver passato una stupenda serata con le due persone più importanti della mia vita.

Grazie!
vita familiare
3 giugno 2008
Reportage fotografico del mio "viaggio"
 
Giovedì 29 Maggio
Come prima cosa ci tengo a dire che ho fatto, stoicamente, Roma - Napoli non in macchina, ma in treno. Per risparmiare ho scelto di prendere il famigerato regionale, quel treno dove passa, solo ed esclusivamente quando non ne hai bisogno, il venditore ambulante di "panini, acqua, coca-cola, birra, chi magia chi beve?!? Quando, invece, hai la gola secca, sudi sangue per il caldo ed hai talmente fame che mangeresti il tuo vicino al massimo e se sei fortunato passa il ragazzo che ti vende accendini, mollette o calzini.
Nel caso mio, non è passato proprio nessuno. Neanche il controllore! E bene ha fatto il controllore a non passare perchè il maledetto treno non so per quale arcano motivo è stato fermo alla stazione di SESSA AURUNCA per ben 20 minuti! E se il controllore fosse passato? Meglio
per lui che ha preferito fare altro.

Dopo questa attesa estenuante quanto noiosissima, finalmente dopo 4 ore di viaggio arrivo alla stazione di Napoli Centrale. Da li, prendo  la metropolitana al volo (letteralmente al volo) e mi diriggo verso Napoli Mergellina, dove c'è la mia mammina ad attendermi.
La serata la passo tranquillamente con mamma. Chiacchieriamo e chiacchieriamo fino a notte fonda. Tra una chiacchiera e l'altra ci vediamo in divx il film "Il triangolo del mistero" un discreto thriller interpretato da Luke Perry
Venerdì 30 Maggio
Viaggio per le vie di napoli...
 Questo è quanto vedo io da casa mia. Questo è per ricordare che Napoli non è solo MUNNEZZA, non è solo DELINQUENZA, non è solo CAMORRA, non è solo la terra dei FURBI, ma anche la terra del sole, del mare e della gente.
Quella stessa gente che, ingenuamente, accoglie Silvio Berlusconi convinta che possa fare il MIRACOLO. Nel frattempo questo miracolo Silvio se lo fa nell'hotel Vesuvio, hotel da mille e una notte, che paghiamo NOI!!!!!
Ecco come Napoli accoglie Silbio Berlusconi:




Manco stesse arrivando Valeria Marini e la sua cellulite.
Dopo aver visto questo schifo (schifo perchè questi soldati, militari, carabinieri potevano tranquillamente essere pagati per sorvegliare la città e non per fare la "parata")
ho continuato il mio giro assaporando un pò di napoletanità tipica del centro storico


Questo è il famosissimo MONASTERO DI SANTA CHIARA!

Dopo questo giretto per le vie storiche della città, ho deciso di trascorrere qualche tempo a fare shopping in Via Chiaia, la via dello shopping.


Dopo ho optato per andarmi a mangiare una bella pizza da "Pasqualino". Prezzo basso e altissima qualità! Consigliatissimo.


Sabato 31 Maggio

Visto che a Roma non mi è andata bene con il mare, ho tentato, imperterrito, con Napoli. Ma nulla di fatto. O Napoli o Roma, la questione non cambia. Sembre brutto tempo è!


Dopo questo bagno di sole me ne sono tornato a casa.
La sera mamma ha organizzato un bel torneo di Burraco al quale ho partecipato anche io.
 In totale eravamo 8 persone. Io sono arrivato 4° e mamma 2°. Come si dice: "fortunato in amor non giochi a carte". Infatti come volevasi dimostrare io non rientro tra i vincitori, mentre mamma sì.

Domenica 1 Giugno


Smetto di fumare

Lunedì 2 Giugno

Primo giorno di astineza. 24 h senza accendere una sigaretta. Nonostante in casa mia erano presenti mamma (anche lei in fase di astinenza) mia zia P e mio zio R, fumatori accaniti, ho resistito.

Martedì 3 Giugno


Torno a Roma e questa volta opto per l'EUROSTAR. Che bello. Aria condizionata, carrozza ristorante, controllora carina e simpatica, comandate che annuncia le stazioni e... e BEN 40 MINUTI DI RITARDO PER CAUSE NON DA DESTINARE A TRENITALIA (che possa fallire più e peggio dell'Alitalia) questo cosa significa? Che non è possibile neanche chiedere il rimborso.

vita familiare
12 maggio 2008
My beautiful Family
Sono oggi ritornato in quel di Roma dopo un viaggio abbastanza estenuante. Sono stato a Napoli dalla mia bellissima faliglia.
Sono arrivato a casa venerdì 9 Maggio. Alla stazione c'era ad aspettarmi la mia dolce mamma. Abbiamo preso assieme l'autobus. E' sempre emozionante riabbracciarla. A casa c'era anche la mia cuginetta C. che vive a Berlino, ma che era in vacanza a Napoli, ospite da noi.
Abbiamo oradinato una bella pizza. La pizza di Napoli è la pizza con la P Maiuscola!!!! Gnam gnam.. Verso le 23-30 sono arrivati, a sorpresa, i miei 3 cugini. Siamo rimasti assieme fino all'una di notte circa, quando loro si sono congedati.
Sabato 10 Maggio la mia dolce mamma mi sveglia presto così che possiamo andare a mare con C, zia P e zia G. Logicamente mi sono ustionato il viso. Ancora mi brucia un pò.
Il pomeriggio io la mia mamma e C siamo andati a Via Chiaia a fare un pò di shopping. Ho comperato un bel paio di scarpe. Ci volevano proprio. La sera stanchi e distrutti tutti e tre (io, mamma e C.) abbiamo visto Saw II e Saw III.
Domenica 11 Maggio la mattina sveglia presto. Accompagno mamma a fare la spesa. Pomeriggio un pò di cazzeggio a casa e la sera con zio R (papà di C.) mamma ed io siamo andati a casa di E. la mia cuginetta. Abbiamo cenato tutti assieme allegramente. Sul tardi è arrivato anche M. il marito di E. A casa mi sono addormentato quasi subito. Ero stanchissimo.
Lunedì 11 Maggio. Sveglia presto. Esco con mamma per andare a fare delle commissioni. Dopo aver pranzato divinamente facciamo inseme la valiggia e verso le 15 ci dirigiamo verso la stazione centrale. Alle 16 e 48 ho il treno. Sul treno mi ricongiunerò anche con l'amore mio.

Sono da poco a Roma e già mi manca tutta la mia famiglia. Specilmente mamma.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mamma io amore mio c zia p zia g zio r e m

permalink | inviato da neutronik80 il 12/5/2008 alle 21:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita familiare
24 aprile 2008
E. a cena!
Giornata tutta casalinga. Sono uscito solo per comperare le sigarette. Un pacco di Marlboro medium al modico prezzo di 4,20€.
Mi sveglio con calma. Faccio il caffè, lo bevo e mi fumo una bella sigaretta! Rifaccio il letto, cazzeggio e ricazzeggio. Non ho voglia di fare nulla. Dovrei studiare, ma proprio non ho la testa per farlo. Uffa! Me ne farò una ragione. Navigo su internet, chiacchiero al telefono con l'amore mio, con mamma e con il rompi palle di turno che voleva vendere non so cosa! Gioco a The Sims, mi faccio un altro caffè, ricazzeggio, e richiacchiero con l'amore mio e con mamma. In poche parole la mattinata se ne va senza che io me ne accorga. Non pranzo, ma mi faccio un caffè. Il solito caffè che serve da scusa per l'ennesima sigaretta! Leggo un pò di news su internet, guardo i miei siti feticci e poi mi risento con l'amore mio per accordarmi per il menù della serata. Questa sera E. viene a cena! Come un pazzo mi rendo conto che casa fa schifo!!! Cosa faccio? comincio dalla camera nostra? Dal bagno o dalla cucina? E se cucinassi prima e dopo, invece,  mi dedico alle pulizie? Ok. Calma e sangue freddo. Manca ancora molto all'ora X.
Cucino:
PRIMO PIATTO: sugo al basilico con cipolle soffritte.
SECONDO PIATTO: mozzarella
CONTORNI: peperoni fritti e carote bollite e condite con aglio olio e aceto balsamico
FRUTTA: n.a.
DOLCE:  n.a.
BEVANDE: acqua e coca cola
CAFFE: ok

Decido di cucinare tutto contemporaneamente. Mentre lavo e taglio i peperoni, pulisco e lavo le carote, taglio le cipolle e gli agli, prendo il pomodoro al basalico, faccio bollire carote e soffriggo aglio per peperoni e contemporaneamente le cipolle per il sugo... insomma uno stress!!! Alla fine però riesce tutto discretamente. Tranne le carote che forse erano condite con troppo olio. Pazienza! Bene. Finito di cucinare, devo lavare tutta la cunica. Ho combinato un macello. Pentole sporche, chiazze di sugo, pezzi di peperoni, carote e agli sparsi ovunque... Quando la cucina è abbastanza decente mi dedico allora al bagno ed infine alla camera nostra. Adesso è tutto quasi perfetto, quando per errore mi guardo allo specchio e mi sento urlare!!!! UN MOSTRO!!!! Devo assolutamente prendermi cura di me!!! Quindi che faccio? Mi sistemo un pò, anzi un bel pò. Quando sono soddisfatto arriva la telefonata dell'amore mio che mi chiede se posso andare a prendere lui ed E. con la macchina! Bene. No problem. Mi precipito in macchia e li aspetto al posto X. Ritardano di qualche munuto. Sono felicissimo di avere E. a cena. Non è mai venuta a casa nostra. Appena arriva l'amore mio le da una mano a sedersi in macchina e con me sistemiamo la sua sedia a rotelle nel portabagagli della mia macchina. In 10 minuti siamo arrivati a casa e trovato pure parcheggio. Arrivati nel portone ci assale un dubbio. E se la carrozzina non dovesse entrare in ascensore????? E. subito ci rassicura dicendo che certamente entrerà. Infatti così è stato. Arrivati a casa si comincia con l'inciucio.!!! Parliamo ininterrottamente dalle 20.45 circa fino alle 23 passete, quando riaccompagnamo E. a casa.
Stanco ed assonnato posso dire con estrema felicità di essere proprio stato bene. Non vedo l'ora di passare ancora un'altra serata in compagnia di E.
vita familiare
18 aprile 2008
Dal tutor al materasso
Dunque dunque anche questa sera volge al termine. La mia è cominciata alle 9 del mattino, come quasi tutte le mattine. Sta volta proprio non ne volevo sapere di svegliarmi. Ma dopo un pò di fatica e qualche sveglia di troppo mi sono alzato, ho firmato delle carte per L'AMORE MIO e tra una spazzolata di capelli, una lavata di denti, una sciacquata alle lenti a contatto sono sceso di casa. Arrivo all'appuntamento con C. in perfetto orario, ma lui scusandosi arriverà con circa 20 minuti di ritardo. Pazienza. Cosa dovevo fare con C.? Fargli da TUTOR. Aiutarlo nello studio. Gli ho spietato tutto il capitolo 8. Alla fine ero senza voce e stanco mentalmente. C, per quanto sia un ragazzo d'oro è un pò difficile da seguire. Spero tanto di essergli utile e di riuscire a dargli una mano. Con lui sono rimasto fino alle 2 passate. Le 3 ore e passa sono state abbastanza pesanti. Ho parlato quasi sempre io, qualche volta l'ho "interrogato" su cose che avevamo studiato in passato o cose che gli avevo appena spiegato... 3 ore senza neanche una sigaretta. Potevo anche morire. Neanche a dirlo che appena ho finito con lui mi sono acceso una sana sigaretta. I miei polmoni hanno potuto respirare un pò di aria pulita:)
Verso le 14 e 30 mi vedo con L'AMORE MIO. Andiamo a mensa insieme. Lì incotriamo M, A e C. Chiacchieriamo. Dopo mensa andiamo in camera di E. inciuciamo come pazzi. Poi andiamo in camera di M. dove c'è anche A. Ci beviamo un  caffè al volo. Fatto questo le strade mie e dell'amore mio si dividono. Io ritrono a casa lui riprende a lavorare.
Arrivato a casa subito pulisco la LETTIERA della mia gattina, mi faccio un caffè e chiamo MAMMA. Assieme ci fumiamo una sigaretta al telefono.
Le ore volano quando ad un certo punto L'AMORE MIO mi telefona per dirmi che devo inventare qualcosa per cena visto che verrà a mangiare con noi I. una nostra super carissima amica che non vedevamo da un pò. Vado in ansia. Il FRIGO È VUOTO e non faccio in tempo ad andare al supermercato. Opteremo per una
PASTA AI 4 FORMAGGI.
A casa arriva prima L'AMORE MIO e subito mi aggiorna sulla situazione C. dico solo che è peggio di beautiful. Parliamo e cerchiamo di capire come comportarci o meglio come L'AMORE MIO deve comportarsi. La pentola con l'acqua è sul fuoco. Aspettiamo che arrivi I per calare la pasta. I arriva in perfetto orario. Abbracci e baci. Da quanto tempo, che bello rivederla! Sono felice. Le voglio davvero bene. Non so perchè ma con lei c'è sempre qualcosa di cui (S)PARLARE. Da dove si comincia??? Semplice dal MATERASSO!!! Storia lunga... molto lunga. Dopo il MATERASSO parliamo di C. poi di lavoro, poi di università poi ancora del MATERASSO e ancora di C, poi di G. e di altre persone, dei coinquilini e degli amici in generale. Poi si ritorna a parlare del MATERASSO, ma questa volta con collegamenti a C. Poi si parla di amore, ex amanti e amanti odierni, di corna e bicorna, di principi azzurri e principesse rosa... Insomma si parla e straparla... che serata... Ci mancava solo il casco del parrucchiere in testa, novella 2000 sulle gambe e lo smalto fresco sulle unghie e avevamo fatto
l'amplein....
Ora sono pronto per andare a fare la ninna!!!
22 dicembre 2007
Mamma, Diavolo
Un ragazzo per realizzare un suo desiderio decide di vendersi l'anima al diavolo. Il diavolo gli chiede in cambio il cuore della mamma. Il ragazzo senza pensarci due volte torna a casa, uccide la mamma e le strappa il cuore. Per giungere da Lucifero il ragazzo inciampa, cada e gli scivola il cuore della mamma di mano.
Dal cuore esce una voce: " come stai, a mammà? T' si fatto male?".

Come si dice??
La mamma è sempre la mamma!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mamma Diavolo Cuore

permalink | inviato da neutronik80 il 22/12/2007 alle 8:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE