.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
20 giugno 2009
Ecco come i Tg del regime Berlusconiano nascondono le notizie!!!!! SCANDALOSO!!!
 

NO COMMENT!
POLITICA
26 maggio 2009
Alemanno assassino di Roma: Questa volta è EMERGENCY a farne le spese


Oggi al cinema Aquila doveva essere presentato il docu-film di Emergency "Domani Torno a Casa". L'evento doveva essere presentato da Vauro. Ma al sindaco Alemanno e all'assessore alla cultura Umberto Croppi la cosa non doveva piacere particolarmente ed infatti, una settimana fa è arrivato un no secco da parte del comune. Il motivo???? un'ipotetica irregolarità sui tempi di richiesta!!!!!!
Il Sindaco Alemanno e l'inetto assessore Umberto Croppi si dicono ignari di quanto accaduto.
"non c'e' nessuna contrarieta' all'utilizzo della sala da parte di Emergency e quindi possiamo solo ripetere che non sappiamo cos'e' successo e che ci dispiace per questo incidente". Ha affermato il povero Alemanno. Lo stesso Croppi ha dichiarato di non saperne nulla, altrimenti sarebbe stato più che felice di concedere il cinema per il documentario sulla guerra in Sudan e Afghanistan.

Beh ma se non le sanno loro ste cose chi le deve sapere??? Pippo e Topolino??? Se l'assessore alla cultura non è informato su eventi del genere allora cosa cazzo fa dalla mattina alla sera??? Si masturba sulla foto di Alemanno????
Tutte scuse. Il documentario non piaceva e quindi i due fascistoni hanno pensato bene di CENSURARLO!!!
Ma per fortuna  c'è Nanni Moretti che venerdì proietterà il documentario nel suo cinema, il Nuovo Sacher.


Il film-documentario "Domani torno a casa" di Fabrizio Lazzaretti e Paolo Santolini, presentato  all’ultima Mostra del cinema di Venezia, è il frutto di due anni di riprese tra il nuovo Centro cardiochirurgico di Khartoum e il Centro chirurgico di Kabul di Emergency. Il film racconta le vicende emblematiche dei due piccoli protagonisti: Yagoub, un quindicenne sudanese colpito da una grave malattia cardiaca, e Murtaza, un afgano di sette anni incappato in una mina. Entrambi, in modi diversi, vittime della guerra
.
sessualità
9 dicembre 2008
Rai due riproporrà Brokeback Mountain senza censure

"Tagli da censura anni Cinquanta" così sono stati definiti i provvedimenti presi da Rai due sul film Brokeback Mountain. Il racconta la storia d'amore omosessuale fra due cowboy. Un film che tanto fece discutere ai tempi della sua uscita nelle sale, nel 2006 (con divieto ai minori di 14 anni, poi eliminato con revisione ministeriale il 22 maggio del 2007), per il clamore suscitato dalle sequenze in cui i protagonisti si scambiano effusioni.
Si è andati a tagliare il sentimento, l'amore e la passione che spinge i due protagonisti a tanto sentimento. La censura era, non per scene hot o troppo forti, ma per un sentimento normalissimo, quale l'amore tra due persone dello stesso sesso.Questa è l'ennesima dimostrazione che l'Italia è un paese di ipocriti retrogradi. Ma questa volta il BENE trionfa sul MALE e cose si legge in una nota della rai:" Una serie di casualità ha impedito la messa in onda della versione originale. La Rai ha comprato i diritti del film tramite Rai Cinema. Per un'eventuale trasmissione senza vincoli di orario, è stato chiesto alla società Bim, che l'ha distribuito nelle sale, il visto censura. In seguito a tale richiesta, il distributore ha consegnato la copia che aveva ottenuto il visto, mentre non è stato sollecitato l'invio contestuale della versione integrale. Pertanto - continua la nota - quando RaiDue ha deciso di trasmettere il film ha ritenuto di utilizzare la versione integrale non verificando sul terminale che la versione in possesso della Rai era quella che aveva ottenuto il visto censura per la trasmissione senza vincoli di orario".
In aggiunta a questa buffissima e quantomai ridicola scusa Il direttore di Rai Due, dunque, "ha preso l'impegno di mettere in programmazione la replica del film nella versione cinematografica senza tagli".

CHE GIUSTIZIA SIA FATTA!

sessualità
11 novembre 2008
L'America bigotta censura Hilary Duff
 

Non ci trovo nulla di scandaloso se non il fatto che video e canzone siano bruttissimi!!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. hilary duff america censura

permalink | inviato da neutronik80 il 11/11/2008 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE