.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
vita scolastica
15 aprile 2008
La prof. Laura Bocci è ancora più sola di ieri
Anche oggi non è venuta a lezione. Calcolate che giovedì sarà l'ultima lezione di Analisi Dei Dati e il 22 ci carà l'esame. Visto che abbiamo perso due lezioni (oggi si è fatta sostituire, ma il sostituto in due ore di lezione se ha spiegato per 30 è pure troppo) importantissime. Della serie nessuno più ce le spiegherà. Voglio proprio sapere come faremo a fare l'esame!

Io non so quali siano i motivi che l'hanno spinta a rimanere a casa... Forse anche lei è in LUTTO per la rivincita del NANO MALEFICO (SILVIO BERLUSCONI)
vita scolastica
14 aprile 2008
La Prof Laura Bocci è una sola...


 
Giovedì scorso la professoressa di Analisi dei Dati, Laura Bocci, conclude la lezione dicendo 

 "ragazzi, lunedì 14 Aprile ci sarà regolarmente lezione. Anche il preside ha mandato una circolare dicendo che nonostante ci siano le elezioni, le lezioni si svolgeranno regolarmente."

Della serie chi è studente fuori sede, come me, è quasi impossibilitato a fare entrambe le cose cioè votare e seguire la lezione. Molti, quindi avranno dovuto scegliere e tra i tanti hanno scelto di non votare e di seguire la lezione.
Ecco cosa succede:
Come al solito arrivo con qualche minuto di anticipo, chiacchiero con C. (una ragazza molto simpatica) chiacchieriamo, chiacchieriamo e chiacchieriamo ancora.... verso le 12:30 ancora la professoressa non c'è (la lezione è alle 12:00). Verso le 12 e 45 un ragazzo arriva dicendo che la lezione è sospesa!!!!!!!
Non vi dico cosa mi è passato per la mente. Un nervoso e una rabbia inaudita!!! Ma come???? Prima dice che lunedì, cascasse il mondo la lezione ci sarà e poi non ti presenti?? Cazzo!!! Almeno poteva scrivere nelle "news" della cattedra che la lezione sarebbe saltata!!!
Questo è sintomo che lei, come tanti altri, troppi, professori NON HANNO IL MINIMO RISPETTO di noi studenti.
Penso a quante persone si sono fatte il sangue amaro perchè non sono potute tornare a casa per votare e quante,  invece, hanno fatto i salti mortali per fare entrambe le cose o quante persone sono, invece, tornate nelle loro città per votare ma con l'amaro in bocca poichè conscie che lunedì 14 avrebbero perso una delle ultime (importanti) lezioni di Analisi dei dati.
PS
Devo dire che nonostante questa BASTARDATA dell'ultima ora la professoressa Laura Bocci è stata una delle docenti più brave che abbia mai incontrato nella mia lunga carriera universitaria. E' riuscita in poche lezioni a darmi una leggerissima infarinatura di quella che è LA STATISTICA! Con questo non voglio dire che sono una cima, anzi... Ma questo non è dovuto ad una sua scarsa preparazione ma al fatto che un solo corso di Statistica o Analisi dei dati, non ti rende preparato su una materia così vasta e difficile. Ci vorrebbe un corso di laurea intera per poter avere un minimo di pratica con queste materie così ostiche. Ma che ci vogliamo fare... qui a Scienze della Comunicazione ci fanno studiare tutto e pure di più. Così alla fine saprò pochissimo su tutto. Che schifo.

vita familiare
14 marzo 2008
Una giornata particolare... Intensa, stancante, divertente e...
 Questa è stata una giornata davvero intensa. Sveglia alle 9.00. Colazione con l'amore mio, mi vesto, mi lavo, preparo zaino, riempio bottiglietta d'acqua ed esco; direzione Caserma Sani per seguire la lezione di Analisi dei Dati.
Nei pressi dell'università incontro una ragazza, credo sia cinese, con dei tacchi stupendi. (io credo che la femminilità di una donna si realizzi al 100% quando indossa scarpe con tacchi vertiginosi.
 clicca per ingrandire
Non posso non fotografarla. La trovo molto sexy e soprattutto mi intriga il modo in curi riesce a tenersi in equilibrio. Peccato che il viso non sia bello come le scarpe. Vabbè chi se ne frega. 
Fatta la foto proseguo il mio cammino verso la Caserma Sani. Sono vicinissimo ed in perfetto orario, pronto a seguire due ore di Analisi dei Dati. Ma devo dire che la professoressa Laura  Bocci è molto brava. Anche se non è una materia a me congeniale mi sta piacendo. Alemeno per ora... vedremo poi.
clicca per ingrandireFinalmente arrivo a Caserma Sani. Passo per il cortile dell'università e mi godo 5 minuti di sole. Che Bello.
Salgo le scale e mi avventuro nei corridoi della Caserma per recami all'aula 1. La lezione come al solito dure due ore circa. La professoressa non concede pausa ma finisce con circa 15 minuti di

 clicca per ingrandire

anticipo. Non è che abbia spiegato cose molto difficili, ma ha comunque saputo rendere la lezione interessante.

 clicca per ingrandire

Dopo la lezione mi precipito verso la stazione Termini, attraverso i rulli e giungo alla fermata dell'86 che prendo. Solita ressa per entrare. Logicamente non trovo posto. Sono costretto a rimanere in piedi. Non riesco neanche a mantenermi, ma tanto stretti come stiamo non c'è il rischio che possa cadere.Mi faccio le mie brave fermate e tra uno spintone, una frenata brusca arrivo a destinazione.

 clicca per ingrandire

Destinazione via Salaria. Cosa devo fare? Devo comperare dei libri e passare da Carto Market per delle fotocopie. Il libro lo trovo solo usato. Costo 8 euri. Le fotocopie costo 2 euri circa.
Fatto quello che dovevo fare mi avvio a piedi verso via Principe Amedeo dove è situata la
caserma Sani. Camminando camminado inciamo in questa donna con dei collant orribili.clicca per ingrsdire e vedere i collant della signorada non crederci. Ma lo specchio non lo ha a casa? E il marito non le dice nulla? Temerari. Vabbè, cavoli loro. Ma al peggio non c'è mai fine. Qualche minuto dopo, in via Goito chi incontro? Due ragazze vestite in modo osceno. Devono essere straniere. Visto che dovevano uscire assieme potevano anche mettersi d'accordo e scegliere dei colori che meglio si accostavano tra loro. Però nel complesso sono molto singolari...
 clicca per ingrandire
in pratica le due ragazze sono vestite uguali. Cambiano solo i colori dei vestit. Molto carine da vedere. Io non mi sarei mai vestito così.
 clicca per ingrandire l'arcigay

 Passo poi per la sede dell'Aricigay. Da notare che sulla porta c'è scritto CENTRO FIORI. Ma state tranquilli è l'arcigay. Via Goito 35b. Cammino ancora per un pò di tempo. Devo arrivare di nuovo a Termini prendere i rulli e riandare alla Caserma Sani dove mi aspetta la lezione di Fonti Statistiche. Due ore. La professoressa proprio non mi piace. Non è brava. Legge le slide e basta.
clicca per ingrandireA termini mi fermo alla libreria nell sezione gialli, ma non compro nulla. Riprendo i rulli che mi portano vicinissimo alla caserma Sani. Prima di entrare in aula mi fermo al bar a prendere un caffè.clicca per ingrandire
Dopo il meritato caffè mi avvio verso l'aula. per seguire la maledettissima lezione di Fonti statistiche. Sono le 18.00. La lezione finirà alla 20.00. Ma io ho appuntamento con l'amore mio per le 19.30. Dobbiamo andare al centro commerciale Le Porte di Roma per fare la spesa e per andare al cinema a vedere Sweeney Todd.
Alle 19.30 me ne vado da lezione. Salgo in macchina dell'amore mio e ci dirigiamo verso Le Porte di Roma, dove facciamo un pò di spesa.clicca per ingrandire Compriamo anche qualche schifezza da portare al cinema. Dopo aver fatto la spesa, mangiucchiamo qualcosa e aspettiamo che si facciano le 22.20 per andare a vedere il film, che recensiro nell'apposita rubrica.

 

DIARI
10 marzo 2008
Roma Allagata, Libretto postale trovato, Lezione di Laura Bocci in Analisi dei Dati
Finalmente a casa dopo una giornata spericolata tra le strade di roma totalmente allagate.
Tutto comincia con la sveglia alle 9 del mattino. Mi alzo, faccio colazione con l'amore mio, mi lavo e mi vesto. Zaino, ombrello e cellulare. Chiavi di casa, penne, quaderni e cd da spedire. Ho tutto. Indosso scarpe da ginnastica Nike, convinto che potessero andar bene per la piggia romana. Mi sbaglio. Scendo le scale, apro il portone del palazzo: IL DILUVIO. Vabbè tanto ho l'ombrello grande, quello preso a 3€ all'Ikea con la tessera "Ikea Family".
Cammino verso la fermata dell'autobus e già comincio a presagire che sarà una giornata bagnata, molto bagnata. L'autobus non si fa attendere molto. E' vuoto, trovo posto. Mi seggo e aspetto di scendere. Scendo a piazza del Verano. Saluto l'amore mio che era con me sull'autobus e mi incammino verso la posta. Piove sempre di più. Oltre a ripararmi dalla pioggia devo stare attento agli automobilisti che si divertono a passare a tutta velocità nelle pozzanghere con l'intento di bagnare noi pedoni. Schivo qua, schivo la  e arrivo nella via della posta. E che vedo??? TUTTO ALLAGATO! Come posso passare? Bene. Devo guadare la strada per arrivare al punto opposto al mio.

Ok. Cominciamo bene. Mi butto in questa esperienza e bagnanodmi come non mai riesco ad attraversare la strada. Vedo la posta. Arrivo. Entro... Il caos. "Cazzo è tardi" esclamo! Non importa, prendo ugualmente il numeretto. P36. Aspetto all'incirca 5 minuti che subito arriva il mio turno. Come un pazzo mi precipito allo sportello. Apro lo zaino ed estraggo la busta imbottita che contiente il cd che devo spedire. Spedizione effettuata. Prima che la cassiera mi congeda faccio in tempo a chiederle: "scuisi, per caso, vederdì avete trovato un libretto postale? Sa io l'ho perso proprio venerdì e credo di averlo dimenticato qui." Neanche il tempo di respirare che alla fine della sala un signore molto cortese mi dice che il MIO LIBRETTO POSTALE l'ha custodito lui. Felicissimo mi precipito da lui lo ringrazio accuratamente e fuggo. Meta caserma Sani. Colto da sindrome Bridget Jones decido di andare a piedi con il doppio scopo: fare due passi a piedi e risparmiare soldi dell'autobus. L'avessi mai fatto!!!! Roma è in balia della pioggia. Più cammino è più mi rendo conto che le mie scarpe sono piene d'acqua. Più cammino e più mi rendo conto che anche il mio zaino (contenente libri e quaderni) è zuppo.

Continuo a chiedermi:"Ma dove cavolo è andato a finire Mosè? Quando serve non c'è mai!"
Visto che sono zuppo, nonostante l'ombrello "Ikea Family" (perchè all'ikea la famiglia non ha sesso - razza - religione) proseguo verso l'università. Arrivo con circa 40 minuti di anticipo. Infreddolito, bagnato e con i capelli totalmente ingrifati. Manco mi fosse atterrato un Ufo in testa. Come prima cosa corro in bagno a specchiarmi. Aggiustati i capelli mi regalo un bel "Ciolat" per chi non lo sapesse è un mix di latte e cacao. Gnam,gnam. Lo bevo e metre lo bevo leggo "Leggo". Mentre leggo "Leggo"  bevo e  fumo. Ecco cosa leggo "Rom restituisce portafoglio trovato a turista" Finalmente una notizia in cui questi poveri Rom non vengono martoriati. Sono felice. Faccio qualche telefonata e mi precipito in aula Magna a seguire Laura Bocci.

La professoressa arriva in perfetto orario, solo che perde più di 30 minuti per spiegare come si svolgerà l'esame. In sintesi l'esame prevede una prova scritta, quiz di 20 domande a risposta multipla più un esercizio.
Dopo un pò comincia la lezione. La materia è ostica ma lei è chiara e molto disponibile. VOTO 6. le do solo 6 perchè era solo la prima lezione. Vedremo come spiegherà in seguito questa maledettisima Analisi dei Dati.
La lezione finisce alle 14.00. Non piove più. Riprendo l'autobus. Direzione via De Lollis dove incontro l'amore mio per andare a mensa.
MENU':
Pizza
Salame
Patatine fritte
Acqua
Dopo ci dirigiamo al bar il "Village" dove prendiamo io un caffè, l'amore mio un cappuccino. Fatto questo mi riprendo l'autobus e con le scarpe tutte bagnate arrivo a casa.
vita scolastica
10 marzo 2008
Analisi dei Dati
Oggi mi comincia il corso di Analisi Dei Dati. Dovrò seguirlo il lunedì e il martedì dalle 12.00 alle 14.00 alla Caserma Sani (Roma, università la Sapienza) e il giovedì sempre allo stesso orario e allo stesso posto. Questo per me è un esame tostissimo perchè riguarda argomenti a me estranei e per giunta che non amo e non apprezzo. Sono un pò preoccupato. A parte perchè ritengo che i corsi organizzati dall'università la Sapienza siano quasi tutti pessimi e poi perchè  proprio non capisco nulla di matematica... che Dio mi abbia in gloria....
Vabbè... vi terrò aggiornati sui miei disastri universitari...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Università Analisi dei dati

permalink | inviato da neutronik80 il 10/3/2008 alle 9:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE