.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
POLITICA
23 novembre 2008
"Fatalità" dice BERLUSCONI!!!!

 All'indomani del crollo di un soffitto in una scuola di Rivoli (Torino) che ha provocato la morte di un raggazzo di 17 anni e il ferimento di molti suoi compagni, è uno scontro a distanza tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che parla di "una drammatica fatalità" e il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, che punta il dito contro "la situazione da terzo mondo" dell'edilizia scolastica in Italia e chiede a governo ed enti locali di porre fine al "discorso surreale dei tagli alla scuola".

FATALITA'?????? Non solo un genitore manda il proprio figlio a scuola vivo e lo va a recuperare sotto morto perchè le scuole italiane fanno schifo e non si tengono in piedi, ma deve pure sopportare le stronzate del PREMIER che dice che questa è stata solo  "UNA DRAMMATICA FATALITA'"
E se ciò accadesse a suo figlio? Se la stessa sorte accadesse durante una lezione universitaria? Sicurametne Berlusconi NON PARLEREBBE DI FATALITA'!!!!


CHE SCHIFO DI UOMO!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi scuola università

permalink | inviato da neutronik80 il 23/11/2008 alle 20:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE