.
Annunci online

rossoshocking
dove tutto è famiglia
CULTURA
17 aprile 2008
Autobus Roma: Ridicola multa a ragazzo Rom
Dopo essere stato a lezione e aver sorbito la mortificante lezione del professore che ha sostituito la bravissima Laura Bocci, ho preso il 71 e mi sono diretto verso Via Nazionale per recarmi al Teatro Eliseo dove ho comperato 4 biglietti per lo spettacolo teatrale di sabato 20 Aprile "Troia's Discount".
Fatto il biglietto ho ripreso il 71 direzione "stazione Tiburtina". Durante il percorso salgono i famigerati controllori. L'autobus si svuta. Il panico totale! Ma nonostante questo i controllori fermano due ragazzi e un ragazzo Rom.
Controllore al ragazzo Rom:"documenti, prego!".
Ragazzo Rom: "non li ho". Giustamente aggiungo io.
Controllore:"dove abiti?"
Ragazzo Rom:"sulla Tiburtina" Dire sulla Tiburtina è come dire una qualsiasi strada X di un'altrettanta X città ittaliana.
Controllore:"Ok". Gli fa il verbale, lo fa firmare e lo fa scendere, come fa scendere gli altri due ragazzi sprovvisti di biglietto.

Mentre era in atto questo teatrino io ed un'altra ragazza eravamo a sbellicarci dalle risate. Ma come si può chiedere documento e soprattutto domicilio ad una persona che per antonomasia è sprovvista di entrembe le caratteristiche? Ma soprattutto la domanda "fulcro" è stata? Ma dove diavolo gli arriverà questa multa?
Ai posteri l'ardua sentenza!!!!
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 

 

 





banner200x175













Ultimo Film Visto: 
     
          
                Voto 4


Il Libro Che Sto Leggendo




Ultimo libro letto



La serie tv che sto guardando




Ultima serie tv vista: LA TATA 

          VOTO 10






Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare
 
Bertold Brecht

 

 











Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità , contenuti e grafica l'autore declinapertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post. Inoltre questo sito contiene, tra le altre cose, immagini di nudi. La sua visione, quindi, è consigliata ad un pubblico maggiorenne. 

 


Poor is the man whose pleasures depend on the permission of another




IL CANNOCCHIALE